Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 26 novembre 2020 (349) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Il taràssaco
» Il basilico
» Il papavero
» La camomilla
» La primula
» L'edera
» Il Melograno
» La malva
» L'ortica
» Le castagne
» Le more
» La menta
» La lavanda
» La salvia

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Carnevale degli Animali... al Museo!
» Il Sentiero dei Piccoli - Open Day
» Biodiversità degli animali
» Riabitare l'Italia & Appennino atto d'amore
» Festa dell'Albero 2019
» Lotte biologica, l'importanza dell'impollinazione da parte delle api
» Come moltiplicare le piante in casa: tecniche e consigli
» Corso sulla biodiversità urbana
» Passeggiata naturalistica
» Corso base di acquarello naturalistico
» La Margherita di Adele
» Pavia per gli animali
» Mostra mercato “Antiche varietà agricole locali e piante spontanee mangerecce”
» BiodiverCittà - passeggiata al Parco della Sora
» Biodivercittà - passeggiata al Parco della Vernavola
 
Pagina inziale » Ambiente » Articolo n. 2557 del 11 gennaio 2005 (2502) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Rimedi verdi per il raffreddore
Rimedi verdi per il raffreddore

Sbaglio o in questo periodo c'è parecchia gente con il raffreddore? "Normale", direte voi, in inverno è come dire "sbaglio o fa freddo?".
Bene, sarà perché me lo sto trascinando dall'ultimo dell'anno e noto che in tanti mi dicono "anch'io" che l'argomento mi interessa, e che, stufa dei soliti medicinali, sono entrata in rete a caccia di rimedi naturali... per poi scoprire, tra l'altro, che la moderna internet mi offre gli stessi rimedi che mi suggerisce mia nonna!

Innanzitutto, fin dal primo sintomo di raffreddore, dovete procurarvi una bella sudata per eliminare le tossine. Evitate di andare a correre al Parco della Vernavola e ricorrete invece a tisane calde che favoriscono la traspirazione, magari preparate con piante sudorifiche come la camomilla, la lavanda, il rosmarino, il timo, il fiore di borragine, il fiore di sambuco... e, ovviamente, state al caldo, sotto le coperte.

Bere tanto è fondamentale (sempre per "eliminare" il più possibile), quindi al classico brodino e alle spremute di agrumi, ricche di vitamina C, potete alternare 2 tazze al giorno di una tisana (una tra le tante ricette per combattere il raffreddore) preparata con tiglio (20 g), fiori di sambuco (20 g) e frutti (falsi frutti, in realtà, detti cinorrodi) di rosa canina (60 g). Una volta mescolate le erbe si mette un cucchiaino della miscuglio in un quarto di litro d'acqua bollente per un quarto d'ora e il gioco è fatto. Volendo, si può addolcire la tisana con del miele, utile per le sue proprietà emollienti e fluidificanti ed in grado quindi di calmare eventuali irritazioni alla gola e sciogliere il muco in eccesso.

Per liberare le vie respiratorie e decongestionare il naso sono ottimi i suffumigi o fumenti. Due o tre volte al giorno, a faccia in giù sulla pentola con infuso bollente, pronti a inspirare con il naso (sì, lo so che è tappato, ma bisogna provarci) ed espirare con la bocca, con l'asciugamano in testa per non disperdere il vapore... Avete presente? Ecco, nella pentola, oltre all'acqua, potete mettere maggiorana, timo, rosmarino e salvia oppure qualche goccia di olio essenziale già confezionato a base di eucalipto (antisettico polmonare, balsamico ed espettorante, fluidificante delle secrezioni bronchiali, sudorifero e febbrifugo.. può però dare intolleranza causando prurito ed eruzioni cutanee), timo, pino mugo e lavanda (antisettici e spasmolitici delle vie respiratorie, espettoranti e fluidificanti delle secrezioni bronchiali).

Ah, ricordate anche che starnutire fa bene.. a tale scopo si può annusare della maggiorana, della salvia in polvere o del basilico essiccato e triturato.
E per finire un unguento da spalmare sul torace prima di coricarsi per la notte, utile a fluidificere le mucose e a sciogliere il catarro, contenente oli essenziali di eucalipto, canfora, mirto, niaouli e cajeput (rispettivamente Melaleuca viridiflora e Melaleuca leucadendron, due mirtacee dalle proprietà balsamica, antisettica e anticatarrale).. Ora buon riposo e buona guarigione!

 
 Informazioni 
 

Rebecca Gaielli

Pavia, 11/01/2005 (2557)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool