Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 6 luglio 2020 (904) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Festa dell'Albero 2019
» Gioca d'anticipo!
» Scienziati in prova
» Lavanda e farfalle...
» Filippo Solibello, Stop plastica a mare
» Alla Ricerca della Carta Perduta
» Caccia al tesoro in Gipsoteca
» Pint of Science
» Pavia Plastic Free... liberiamo la città dalla plastica
» Festival della Filantropia
» CineMamme: al cinema con il bebè
» #quandocaddelatorrecivica
» M'illumino di meno"-Edizione 2019
» Laboratorio di calligrafia
» Natale al Broletto
» Vallone Social Crew
» Scienziati in Prova
» Villa Necchi: “Luoghi del Cuore"
» Settimana del giovane naturalista
» Scienziati in Prova - L'impatto della Scienza sullo Società

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Dame e Cavalieri di oggi e di ieri
» Torna a Pavia il Mercatino del Ri-Uso
» Visita gratuita ai luoghi di San Riccardo Pampuri
» Un sabato al Museo per la Storia dell'Università
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera - Sull'onda dello Ukiyo-e
» Natale in museo per bambini
» Leonardo e l'antico Ospedale San Matteo di Pavia
» Torre in Festa
» Museo per la Storia - apertura sabato
» Mortara e Primo Levi
» Pavia in posa, da Hayez a Chiolini
» Al Passo con il Naviglio Pavese
» A tu per tu con l'opera: Pietro Michis
» Lo sguardo di Maria
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera kids
 
Pagina inziale » Turismo » Articolo n. 2563 del 12 gennaio 2005 (2563) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
I falò di sant'Antonio abate
Una rappresentazione di sant'Antonio abate

Ricorre domenica prossima la festa di sant'Antonio abate, occasione in cui, grazie a un'iniziativa del Circolo culturale sardo "Logudoro", da Pavia si potrà compiere un viaggio virtuale e spirituale fino in terra sarda...

Sant'Antonio abate è il santo che ha regalato il fuoco agli uomini rubando al diavolo un tizzone ardente e che, per questo, non solo in Sardegna, viene chiamato "sant'Antonio del fuoco".
Da alcuni anni, nella ricorrenza della sua festa, il "Logudoro" di Pavia organizza "Sos fogarones de santu Antoni", i falò di sant'Antonio, secondo un'usanza che si tramanda in molte regioni d'Italia, compresa la Lombardia.

Così domenica pomeriggo, nel cortile interno della sede del circolo, sarà acceso un falò, attorno al quale i presenti percorreranno sei giri, che hanno un significato propiziatorio o di ringraziamento per grazie ricevute: tre volte in senso orario e tre volte in senso antiorario, tenendo tra le mani chi una bottiglia di vino e chi uno dei dolci tipici, specifici di questa festa. Si tratta dei "sos cogones" di sant'Antonio, una sorta di focacce decorate con bucce di arancia, marmellata e sapa (mosto cotto e concentrato).
Dopo questi movimenti, i partecipanti a questo rito della più genuina tradizione sarda, utilizzando un pezzo di sughero annerito sulla brace, tracceranno il segno della croce sulla fronte.

A conclusione dell'incontro saranno gustati, con un bicchiere di buon vino, i dolci caratteristici.
Quest'anno l'obriere della festa sarà il socio Giovanni Peronnia, originario di Bono, paese della provincia di Sassari dove questa tradizione in onore di sant'Antonio è particolarmente sentita.

 
 Informazioni 
Dove: c/o Circolo sardo "Logudoro"
Via Santo Spirito, 4a - Pavia
Quando: domenica 16 gennaio 2005 alle ore 17.00
 
 
Pavia, 12/01/2005 (2563)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool