Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
domenica, 29 novembre 2020 (371) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Fabrizio Poggi - Un dicembre tutto americano
» I Rude Mood e il Capodanno irlandese (II parte)
» I Rude Mood e il Capodanno irlandese (I parte)
» Rude Mood Irish Tour 09 (seconda parte)
» Rude Mood Irish Tour 09 (prima parte)
» Centro commerciale di Borgarello: favorevole o contrario?
» Alluvione: polemiche verdi
» Prevedere le alluvioni
» Un musicista Pavese in America - 3^ parte
» Un musicista Pavese in America - 2^ parte
» Un musicista Pavese in America
» Eagles - A Lucca c'ero anch'io
» Fare Festival: Brasiliani in giro per Pavia
» Celebrati i 40 anni della bossa nova
» La Torre che non c'è più
» La Torre Civica
» Alluvione 2000
» Alluvione 2000
» Alluvione 2000
» Alluvione 2000

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Alta tensione in v.le Brambilla
» L'archivio fotografico Chiolini
» L'appello del FAI
» Prima e dopo la cura
» ... Per la Chiesa di S. Marino
» Tanti auguri Ticino!
» Il Garibaldi invisibile...
» Centro commerciale di Borgarello: favorevole o contrario?
» La centrale termoelettrica di Voghera
» Alluvione: polemiche verdi
» Prevedere le alluvioni
» La Torre che non c'è più
» La Torre Civica
» Appello della Protezione Civile
» Alluvione 2000
 
Pagina inziale » Dossier » Articolo n. 2688 del 16 ottobre 2000 (7467) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Alluvione 2000

Situazione del 16 Ottobre

  • Aggiornamento alle h. 12.00
  • Aggiornamento alle h. 13.00
  • Aggiornamento alle h. 14.30
  • Aggiornamento alle h. 16.00
  • Aggiornamento alle h. 17.30
  • Aggiornamento alle h. 18.30
  • Aggiornamento alle h. 19.30
  • Aggiornamento alle h. 22.30
  • Aggiornamento alle h. 12.00

  • L'innalzamento dell'acqua del Ticino ? passato dai 10cm all'ora dichiarati dalla Prefettura di Pavia ai 5 cm all'ora. I dati della magistratura del Po fino a questa mattina alle 9.00 erano pi? allarmistici e parlavano di 16 cm all'ora. Le precipitazioni ciononostante continuano. Basti pensare che alle dighe di Sesto Calende la portata in discesa ? di 2000 metri cubi d'acqua al secondo.


  • "La situazione non ? tragica anche se siamo in fase di all'erta - afferma l'Architetto Capone della Protezione Civile di Pavia - Gli sgombri effettuati fino a questo momento sono evacuazioni spontanee. Se la situazione non migliorer? ? prevista un'ordinanza sindacale per lo sgombero delle abitazioni a rischio".


  • A causa dell'apertura della diga di Sesto Calende, avvenuta tra sabato e domenica, il Ticino nei dintorni di Pavia aspetta la grande onda prevista entro le ore 16.00 di questo pomeriggio.

  • Aggiornamento alle h. 13.00

  • Il sindaco Albergati, intervistato telefonicamente spiega che l'amministrazione comunale e la protezione civile in realt? si sono mobilitati gi? da giorni nella previsione di questa emergenza. "Attendiamo un evento importante, l'ondata di piena ? prevista tra le 4 e le 5 di questo pomeriggio" -continua Albergati - Non prevediamo grossi drammi o danneggiamenti, per? non ? una situazione che si risolver? in poco tempo. Sar? necessario attendere alcuni giorni perch? si stabilizzi: prima di fare previsioni dobbiamo in ogni caso attendere la piena e solo in quel momento constatarne la portata". Albergati conferma che per il momento non ? stata emanata alcuna ordinanza per lo sgombero, ma gli abitanti di Via Correnti e via Milazzo hanno gi? provveduto a sistemazioni alternative; per quelli in difficolt? sono disponibili posti letto in alberghi della citt?.


  • Il Policlinico S. Matteo si sta organizzando per mettere a disposizione degli sfollati non autonomi e autosufficenti di tutta la provincia due interi reparti.
  • Aggiornamento alle h. 14.30

  • Sergio D'Ambrosio, responsabile IPAV ci ha informati sull'operato dei volontari della Protezione Civile, che nei giorni scorsi hanno operato essenzialmente sui comuni da cui erano stati contattati direttamente. Questa notte sono stati eseguiti alcuni interventi in particolare a S.Zenone e a Pieve del Cairo, dove i volontari hanno fatto evacuare gli anziani e posizionato sacchetti di sabbia sull'argine per frenare l'esondazione.


  • Ha appena avuto inizio un incontro al vertice in Prefettura tra Sindaco e Prefetto che faranno un'analisi dettagliata della situazione. Le autorit? stanno anche valutando l'ipotesi di far intervenire i militari di leva in aiuto della protezione civile.


  • E' stato rilevato un cedimento strutturale della rotonda Bressana-Salice e quindi il traffico dovr? essere deviato o bloccato.


  • I centri di Belgioioso, Corteolona e Linarolo sono stati definiti zona di accoglienza per gli evacuati di Pavia citt? e del circondario.


  • Il ponte di Langosco ? stato riaperto.


  • Sull'A7 si ha un restringimento di carreggita in attesa dell'ondata di piena e lo stesso avviene anche sulla tangenziale ovest di Pavia in direzione nord e sud.
  • Aggiornamento alle h. 16.00

  • Il livello del Ticino a Pavia ? salito a 5 metri e 35cm, appena 40 cm pi? basso rispetto alla piena del '94. Nonostante la pioggia sia cessata l'acqua non sembra volersi fermare, ed ? anzi tornata a crescere di 10 cm all'ora.


  • La protezione civile sta effettuando un monitoraggio sul lago Maggiore all'altezza della diga Miorina, a Sesto Calende. L? l'acqua sta crescendo meno, ma impiega circa 12 ore ad arrivare a Pavia, quindi siamo ancora nella fase di piena. Tra 5-6 ore si potranno fare previsioni pi? attendibili sull'evoluzione della situazione. Nonostante ci?, Barbieri afferma che il rischio di un'ondata improvvisa non sussiste, poich? la diga di Sesto in questi giorni ? in realt? sempre stata aperta; l'esperto sostiene che la piena, l'ondata ? quella che abbiamo sotto i nostri occhi proprio in questo momento. Al lago l'ultimo dato allarmante era di 4,28 m sopra lo zero idrometrico nel '93; alle 12.00 di oggi siamo gi? a quota 4,48m, cio? il livello pi? alto nel corso di tutto il secolo. La portata alla diga ? di 2553 metri cubi al secondo contro i 2416 del '93.


  • Giuseppe Conac, commissario straordinario del policlinico ha affermato che l'ospedale ? assolutamente a disposizione dei cittadini. Il reparto di Patologia chirurgica, non utilizzato al momento, sar? attrezzato per ricevere tutti gli sfollati della zona.
  • Aggiornamento alle h. 17.30

  • La paura cresce di pari passo con il livello dell'acqua. Nonostante il pericolo della "famigerata" ondata di piena sia stato smentito anche dagli operatori della diga di Sesto Calende il timore non cessa. Lo spettro dell'esondazione del '94 si sta ripresentando sulla soglia di casa di molti pavesi.


  • Alle 17,00 il livello dell'acqua al Ponte Coperto era di 5,45 metri, pochi centimetri sotto le registrazioni del novembre '94; ricordiamo infatti che il Ticino in quell'occasione raggiunse i 5,67 metri!


  • Senza creare inutili allarmismi la Protezione Civile rimane in stato di massima allerta e con essa si consolida la collaborazione da parte di tutti gli enti. L'Amministrazione Provinciale ha messo a disposizione due imbarcazioni che, muovendosi nella zona di Porta Nuova e Porta Calcinara, consentiranno l'evacuazione degli abitanti del quartiere. Continuer? poi l'andirivieni dei volontari per permettere alle persone portate in salvo di recuperare il necessario dalle loro abitazioni.


  • Anche il Parco del Ticino sta venendo in soccorso a Pavia. Il consorzio ha infatti inviato due fuoristrada con idrovore che stanzieranno in piazzale Ghinaglia.


  • La Prefettura ha inoltre dato disposizione per la chiusura delle scuole nella giornata di domani. Ma non solo, ancora pi? importante la richiesta di 400 brandine da mettere a disposizione degli sfollati dell'intero bacino.
  • Aggiornamento alle h. 18.30

  • Il livello dell'acqua al Ponte Coperto ? di 1,15 metri sotto lo zero idrometrico. Oggi, stessa ora, stesso posto, il livello del Ticino era di 5,60 metri, 6 metri e 75 centimetri pi? alto e solo 7 centimetri sotto il livello del '94!


  • La situazione ? quindi ancora molto grave anche se forse un barlume di speranza rischiarer? un poco la prossima, lunga notte? L'acqua sta ora salendo di 8 centimetri all'ora rispetto ai 10 di poco tempo fa e alcune zone di Po, prima poco ricettive, sembrano ora pi? clementi nell'accogliere l'acqua portata del Ticino.


  • Per misura precauzionale ? stata comunque emanata l'ordinanza del sindaco per l'evacuazione degli abitanti di via Milazzo e di via Trinchera. "I dati previsionali sono poco incoraggianti - commenta il sindaco Andrea Albergati - la crescita del fiume ? lenta ma costante... al momento siamo di una spanna sotto al livello raggiunto nel '94". Alberghi, scuole e strutture pubbliche verranno attrezzate per ospitare gli sfollati... Ma a Pavia lo sanno tutti, non ? facile convincere la gente del Borgo Basso a lasciare la propria casa. E' gente "abituata" ai capricci del Ticino, il primo pensiero ? sempre quello di trasferire tutti i mobili al piano di sopra, quello di andarsene ? forse l'ultimo.


  • Con toni pacati, i membri della Protezione Civile, faranno quindi di tutto per convincere la gente a mettersi in salvo, questo per evitare che si ripetano le sciagure occorse sei anni fa. Gli stessi Vigili Urbani, gi? impegnati dalla notte scorsa in pi? di un'opera di salvataggio, stanno collaborando alle operazioni di sgombro. Usciti per staccare i fili dell'ultima cabina telefonica rimasta attiva in Borgo Basso hanno salvato la vita di 4 persone che, a bordo di un'imbarcazione, per via di un'avaria al motore stavano per finire sotto alla sede del Club Vogatori Pavesi. Poche ore dopo, in zona Canarolo, gli stessi agenti salvavano una famiglia rimasta bloccata tra le pareti di casa portandone in salvo i membri attraverso le finestre dell'abitazione...
  • Aggiornamento alle h. 19.30

  • Notizia flash dell'ultimissima ora: il livello dell'acqua sta crescendo ora di 6 centimetri all'ora, ma la registrazione delle ore 19.00 al Ponte Coperto ? ancora di 5,60 metri.


  • Giancarlo Barbieri, gestore dell'Imbarcadero, da sempre sede operativa della Protezione Civile e punto nevralgico nei momenti di piena, spiega che "Questo non ? un controsenso, dipende dal momento in cui viene misurata l'altezza dell'acqua, se sta arrivando un'onda o meno il livello registrato pu? non mostrare sensibili differenze da un'ora con l'altra".


  • Le previsioni del momento lasciano il timore nei pavesi: entro le 21.00 il livello del novembre '94 potrebbe essere superato.


  • Secondo Barbieri, profondo conoscitore del fiume e dei suoi movimenti, l'acqua potrebbe superare di 50, massimo 70 centimetri, il famoso 5,67 di sei anni fa. "Durante la notte - commenta l'esperto - probabilmente raggiungeremo i 6 metri e dieci spero non di pi?. Anzi, secondo il mio parere gi? da domani potremmo vedere un miglioramento... L'acqua potrebbe fermarsi e iniziare a defluire..."
  • Aggiornamento alle h. 22.30

  • Il Ticino ha ormai superato il livello raggiunto nel novembre del '94!


  • Il rilevamento di pochi minuti fa, effettuato al Ponte Coperto, ha fatto rilevare i 5,75 metri sopra lo zero idrometrico; quasi 10 centimetri in pi? rispetto a sei anni fa (5 metri e 67 centimetri).


  • Lo spettacolo ? davvero inquietante: delle case del Borgo Basso, allungando un braccio dalla finestra del piano superiore, si potrebbe quasi toccare l'acqua; al di qua del fiume le auto possono circolare solo sul lungo Ticino perch? tra le viuzze pi? interne da Porta Calcinara a Porta Nuova, ad andare avanti e indietro, sono solo barche e gommoni. Chi vi sta raccontando i fatti certo non ha mai visto prima nulla di simile, bisogna infatti tornare al lontano 1951 per avere dati pi? allarmanti di questi. All'epoca il livello dell'acqua aveva superato i 5 metri e 90, mancano quindi poco pi? di una quindicina di centimetri per replicare lo spettacolo.


  • Durante la notte questo dato verr? probabilmente "offuscato" da un nuovo record poich? il livello dell'acqua continua ancora a crescere... Ma, c'? un ma: il livello dell'acqua sta aumentando pi? lentamente.


  • Nelle ultime ore l'acqua ? cresciuta di 3/5 centimetri all'ora, le ultime registrazioni confermano una crescita di "soli" 2 centimetri all'ora e dal Lago Maggiore arriva un'ulteriore conferma, anche l? l'acqua sale molto meno rapidamente.


  • Giancarlo Barbieri, dall'Imbarcadero, in prima linea con la Protezione Civile, ? ottimista. "Probabilmente il Ticino smetter? di crescere verso mezzanotte - commenta con tono piuttosto sicuro - ... potrebbe gi? iniziare a scendere prima di domani mattina. Grazie agli ultimi dati rilevati alla diga della Miorina ? possibile dedurre che l'acqua non dovrebbe salire pi? di 20/30 centimetri".


  • Che domani mattina si possa annunciare definitivamente il "cessato allarme"? E' quello che ci auguriamo tutti alzando gli occhi al cielo... non solo per vedere se piove.
  • Speciale alluvione
    Situazione del 17 ottobre - secondo giorno
    Situazione del 18 ottobre - terzo giorno
    Situazione del 19 ottobre - quarto giorno
    Situazione del 20 ottobre - quinto giorno

    di Sara Pezzati e Paola Ciandrini

     
     Informazioni 
     
     
    Pavia, 16/10/2000 (2688)

    RIPRODUZIONE VIETATA
    www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
    In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



    MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
    Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool