Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
venerdì, 24 novembre 2017 (443) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Retorbido
» Sartirana Lomellina
» Breme
» Bereguardo
» Lomello
» Zavattarello
» Chignolo Po
» Torrazza Coste
» Montescano
» Montù Beccaria
» Canneto Pavese
» Santa Giuletta
» Castana
» Rovescala
» Pietra de' Giorgi
» Canevino
» Stradella

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Torre in Festa
» A tu per tu con l'astrario
» Trekking Urbano: sulle tracce dei longobardi
» Visita "a distanza ravvicinata"....
» Torre in Festa
» Arriva la FAImarathon a Varzi
» Giornata della castagna
» Castello Beccaria e Palazzo Malaspina Pedemonti
» Lebici, Pavia su due ruote Festival
» Cammini religiosi e culturali: gli Stati Generali a Pavia
» Vigevano Medieval Comics
» Gran Ballo di Ferragosto
» Festa Medievale a Brallo di Pregola
» Pomeriggio al museo
» Volto di Volta
 
Pagina inziale » Turismo » Articolo n. 270 del 15 marzo 2002 (3106) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Santa Maria della Versa
Santa Maria della Versa

Nel 1300, nel luogo dove ora sorge questo abitato, non vi era altro che la piccola cappella denominata "Madonna Val Versa" che custodiva una tavola di legno raffigurante la Vergine.
Una reliquia ritenuta miracolosa e ancor oggi conservata presso l'altare della Chiesa parrocchiale del SS. Nome di Maria, edificata nel '600 proprio su quell'antica edicoletta.

Nei dintorni scorreva, e scorre, il torrente Versa (noto dai documenti antichi con lo stesso nome fin dal 216) e attorno alla chiesa si sviluppò un borgo che presto diventò sede di un importanti mercati e fiere che presero vita nelle due piazze di "Foro Boario" e "Vittorio Emanuele".
Il paese, grazie alla sua posizione, agevolata dalla presenza di una via di facile transito verso la pianura e le colline oltrepadane, dalla vicinanza di guadi sul Versa e dalla crescente presenza di mulini, andò incontro ad un rapido e notevole sviluppo.

Le famose cantine

Tale che, ai giorni nostri, Santa Maria della Versa non è solo un delizioso paese di fondo valle, ma anche uno dei più importanti centri vitivinicoli dell'Oltrepò pavese, indubbiamente uno più famosi a livello nazionale per i pregevoli vini che qui vengono prodotti (Barbera, Uva Rara, Croatina, Bonarda, Moscato, Pinot Nero, Pinot Bianco, Pinot Grigio e Riesling) e addirittura considerato una delle capitali italiane dello spumante.

Ma Santa Maria della Versa non è solo vino. Merita una visita la caratteristica frazione di Soriasco, ubicata sulla cima di un poggio che domina l'abitato.
Qui si può ammirare l'unica torre di guardia rimasta delle magnifiche dodici che cingevano il paese nei tempi lontani in cui i Pavesi detenevano il potere sul territorio e Soriasco era ancora il nucleo vitale di quel centro, di cui Santa Maria della Versa era prima quartiere (quello della Madonna) poi frazione.

Un'occasione da non perdere per il turista interessato all'enogastronomia è "Val Versa Produce", una manifestazione che ogni anno, nel mese di giugno, si pone come vetrina di prodotti locali tradizionali e genuini, da riscoprire e promuovere ben oltre i confini provinciali.

 
 Informazioni 
 

Sara Pezzati

Pavia, 15/03/2002 (270)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2017 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool