Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 4 giugno 2020 (1182) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Fabrizio Poggi & Chicken Mambo: Spaghetti Juke Joint
» Macadam: Latitudine incrociate
» Nat Soul Band: Not so bad
» Far Out
» Ho sbagliato secolo
» Shag’s Airport
» Blues, Blues e ancora Blues
» Accordiamoci
» Il leone nell’Arena
» Francesco Garolfi: Un posto nel mondo
» Alberto Tava: il nuovo disco Mediterraneo
» Il matrimonio che vorrei: da oggi a Pavia
» Reality: ma quando ANCHE a Pavia?
» Magic Mike: quando è lui a spogliarsi...
» Il rosso e il blu: scuola italiana...
» I Beach Boys in Italia: c’ero anch’io!
» Giorgia, che sorpresa!
» Il ritorno dell'uomo armonica
» Wanna Be Startin’ Somethin’. Thriller rivisitato
» Un disco tutto pavese per Woody Guthrie

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 3008 del 15 maggio 2005 (1689) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Springsteen - Devils & Dust
La copertina del dvd

Il "Boss" è tornato con un nuovo album inedito, a cui è allegato un DVD della durata di oltre 35 minuti, in edizione limitata: un disco di 12 canzoni, il primo di materiale inedito dopo il grande successo di "The Rising", uscito nel 2002 e ispirato alla tragedia dell'11 settembre. Due delle nuove canzoni, "The Hitter" e "Long Time Comin'", sono in realtà state scritte e cantate durante il "Ghost Of Tom Joad" tour, ma la title track, per esempio, è stata scritta nel periodo dell'inizio della guerra in Iraq.

Annunciato come disco "acustico" è invece l'album che rappresenta la "quadratura del cerchio", il punto in cui tutto "quaglia", l'equilibrio raggiunto dalla maturità espressiva di un artista che meglio di chiunque altro può, oggi, raccontare l'America attraverso i suoi rappresentanti più veri: il popolo e le sue "piccole" storie. Sono tutte canzoni che parlano di persone le cui anime sono in pericolo; questo pericolo è determinato da dove si trovano nel mondo e dagli eventi che il mondo porta nella loro vita.

Le canzoni di Springsteen hanno sempre alternato il senso della comunità alla solitudine, il senso di appartenenza alla storia di uomini soli spesso sconfitti dalla vita. Album come "Born in the Usa" e "The Rising" sono la voce di un uomo che guarda alla sua nazione, alla sua comunità in cerca di riscatto, salvezza o riparo dal dolore, storie di persone che il sogno americano ha dimenticato lungo la strada.
E così, proprio dopo il collettivo "The Rising", un disco ispirato alla tragedia dell'11 settembre e dedicato a una comunità che cercava di risollevare la testa, Bruce concentra la sua attenzione sui singoli, sui reietti, gli sconfitti e la gente di tutti i giorni.

"Devils & Dust" (il primo singolo tratto dall'album), scritta dopo l'attacco americano in Iraq, descrive la guerra dalla parte di un soldato che si trova tra la polvere del deserto e il diavolo, tra la morte e l'inferno. Per sopravvivere deve scegliere se uccidere o essere ucciso. Sarà comunque una vittima.

"Reno" è la canzone più scabrosa mai scritta dal boss: storia dell'incontro sessuale con una prostituta (Reno è una città dove la prostituzione è legale), descritto senza peli sulla lingua (e per questo già censurata nei "puritani" States) in cui emerge lo squallore e la solitudine, l'amaro in bocca che questi incontri lasciano dietro di sé.

"All the way home" è un rock alla Stones scritto anni fa per Southside Johnny.
Springsteen ha scelto di registrare "Devils & Dust" senza la E Street Band, con la sola collaborazione di Brendan O'Brien al basso e Steve Jordan alla batteria, più un pugno di musicisti per il violino, la pedal steel, i fiati e una sezione d'archi. Il Boss ha suonato le chitarre e l'armonica e qualche tastiera. Anche l'album "Devils & Dust", come "The Rising", è stato prodotto da Brendan O'Brien.

Come dicevo all'inizio non è ne acustico ne elettrico, ma somma le due esperienze dando un risultato estremamente equilibrato.
Trovo che sia uno dei dischi più belli in asssoluto tra quelli incisi da Springsteen, anche se so di trovarmi in disaccordo con i fans più accaniti (che vorrebbero Bruce sempre rampante e rokkettaro) e con buona parte della critica (che non so ancora cosa vorrebbe, alla fine).

Un'imperdibile chicca è costituita dal DVD che contiene la registrazione di una performance inedita di oltre 35 minuti, girata dal regista e fotografo Danny Clinch, durante la quale Bruce Springsteen propone, in versione completamente acustica (voce, chitarra e armonica) Devils & Dust, Long Time Comin', Reno, All I'm Thinkin' About e Matamoras Banks.
Ogni brano è preceduto da un'introduzione dello stesso Springsteen. Attraverso il DVD è possibile ascoltare, inoltre, l'album "Devils & Dust" in 5.1 e in 2 canali stereo e seguirne i testi in una sorta di karaoke.

 
 Informazioni 
 

Furio Sollazzi

Pavia, 15/05/2005 (3008)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool