Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 4 giugno 2020 (1236) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Fabrizio Poggi & Chicken Mambo: Spaghetti Juke Joint
» Macadam: Latitudine incrociate
» Nat Soul Band: Not so bad
» Ho sbagliato secolo
» Far Out
» Blues, Blues e ancora Blues
» Shag’s Airport
» Accordiamoci
» Il leone nell’Arena
» Francesco Garolfi: Un posto nel mondo
» Alberto Tava: il nuovo disco Mediterraneo
» Il matrimonio che vorrei: da oggi a Pavia
» Reality: ma quando ANCHE a Pavia?
» Magic Mike: quando è lui a spogliarsi...
» Il rosso e il blu: scuola italiana...
» Giorgia, che sorpresa!
» I Beach Boys in Italia: c’ero anch’io!
» Il ritorno dell'uomo armonica
» Wanna Be Startin’ Somethin’. Thriller rivisitato
» Un disco tutto pavese per Woody Guthrie

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 353 del 17 gennaio 2003 (3346) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Al3ali e Quartetto Barueco
Al3ali e Quartetto Barueco

A causa dei numerosi avvenimenti succedutisi, delle feste Natalizie e di tante altre ragioni, ho tardato un pò a parlarvi di questi due nuovi lavori di AL3ALI e del Quartetto Barueco.

Ambedue i lavori (e le formazioni) hanno un comune denominatore che è la presenza, come musicista e come compositore, di Mariano Nocito. Cominciamo con Cargo, il nuovo disco prodotto da Al3Ali. Questa formazione "atipica, nata come Stanze e trasformatasi poi non solo nel nome ma anche nell'organico, vede qui l'aggiunta di un nuovo membro (Lorenzo Dal Rì, live electronics) e la sostituzione della "voce recitante" con quella di Arianna Marano.

Mariano Nocito

Con questo disco si chiude un cerchio e il gruppo, per essere coerente, dovrebbe riassumere il nome di Stanze perché sono tornati ad un risultato (simile, nelle intenzioni, a quello di partenza) in cui la musica non è che una delle componenti dell'elaborazione e l'aspetto teatrale prende il sopravvento.

La sublimazione del binomio parola come musica e musica come approfondimento e conferma dell'espressione vocale, porta più volte ad un algido virtuosismo.

Gianni Mimmo

Gianni Mimmo è soave e lirico nelle sue eteree note di sax, così come Susy Georgiadis è bravissima con i vocalizzi; ma la musica non è solo estetica elevazione all'Empireo, è anche sangue, emozione, rabbia, gioia e dolore. Tutto questo ormai manca.

Consiglierei una riflessione approfondita. Troppo spesso i brani finiscono con l'assomigliare ad intellettualizzazioni di esercizi che passano dalla lirica, alla musica futurista, al jazz-new age.

Susy Georgiadis

Eppure questo disco contiene il brano "perfetto": è la traccia n.13 (The Emperor of the Ice-Cream). I primi 4 minuti e 30 sono il logico punto di arrivo di questa ricerca ... e il brano dovrebbe finire lì; si schiaccia stop e ci si gode il risultato.

In realtà il brano dura 6 minuti e 56, ma la ripresa successiva non fa che ribadire il "già espresso" e nulla aggiunge alla bellezza della composizione, anzi, la appesantisce inutilmente.

Forse sono stato un pò duro ma da alcuni musicisti mi aspetto molto e non sopporto bene le delusioni.

Sette Quartetti

Altra cosa è invece Sette Quartetti del Quartetto Barueco. I sette quartetti sono tutti composti da Mariano Nocito sono mirabilmente interpretati da questo ensemble d'archi che ha visto Barbara Fiorini lasciare il posto ad Elena Rocchini.

Il quartetto d'archi Barueco è composto da quattro ragazze di Firenze che che hanno dato vita ad una formazione atipica. Partite da un repertorio prevalentemente barocco (Barueco è un termine spagnolo da cui deriva l'etimologia di Barocco) si sono poi lasciate contaminare dalle esperienze musicali più diverse: da Kurt Weill a Michael Nyman sino a Piazzolla; non solo hanno compiuto studi classici in maniera più che brillante, ma si sono esibite con importanti orchestre, prestigiosi direttori (Sinopoli) e hanno collaborato con artisti quali Bocelli, Vasco Rossi e Vecchioni.

Quartetto Barueco

In questo nuovo lavoro vengono riprese alcune composizioni già incise precedentemente dal vivo come Xmas e Punti Cardinali, od eseguite, in prima battuta, solo con contrabbasso e sax come Dream, Sottosuolo e Quiete.

A queste si aggiungono Autunno e la suite Bosco Incantato.

In questo caso Mariano non mi ha certo deluso, confermandosi un ottimo compositore, calibrato seppur emotivo, capace di costruire "larghi" quasi sinfonici e momenti intimi emotivamente profondi. Si parla di Musica Contemporanea, come ponte tra la Classica, il Jazz e le altre forme espressive.

Questo disco meriterebbe i essere preso in considerazione da qualche "Major" che lo distribuisse su scala nazionale (e perché no, anche internazionale).

 
 Informazioni 
 

Furio Sollazzi

Pavia, 17/01/2003 (353)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool