Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
domenica, 31 maggio 2020 (1116) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Fabrizio Poggi & Chicken Mambo: Spaghetti Juke Joint
» Macadam: Latitudine incrociate
» Nat Soul Band: Not so bad
» Ho sbagliato secolo
» Far Out
» Blues, Blues e ancora Blues
» Shag’s Airport
» Accordiamoci
» Il leone nell’Arena
» Francesco Garolfi: Un posto nel mondo
» Alberto Tava: il nuovo disco Mediterraneo
» Il matrimonio che vorrei: da oggi a Pavia
» Reality: ma quando ANCHE a Pavia?
» Magic Mike: quando è lui a spogliarsi...
» Il rosso e il blu: scuola italiana...
» I Beach Boys in Italia: c’ero anch’io!
» Giorgia, che sorpresa!
» Il ritorno dell'uomo armonica
» Wanna Be Startin’ Somethin’. Thriller rivisitato
» Un disco tutto pavese per Woody Guthrie

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 388 del 10 maggio 2002 (1766) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Tom Waits raddoppia
Tom Waits raddoppia

Se l'intento era quello di sorprenderci... beh, allora c'è riuscito.

Tom Waits, dopo due anni di silenzio, era riapparso il mese scorso con due brani inediti inseriti in una colonna sonora ed ora Bang! Due CD in un colpo solo!

Il primo, Alice, è praticamente la colonna sonora di un lavoro teatrale che vide la sua prima nel dicembre del 1992 ad Hamburgo, in Germania, e solo ora vede la luce in disco.
E' forse il Waits più classico, quello che ci si aspetterebbe in un disco vecchio; forse la sensazione di scollamento temporale è data dal fatto che le canzoni sono state scritte 10 anni fa, ma è come riscoprire un disco andato perso.
Belle ballate e brani più ritmici e "gorgogliati".

Tom Waits - Blood Money

Il secondo CD si intitola Blood Money ed è ispirato al Woyzeck di Georg Buchner da cui è stato tratto un musical presentato a Copenhagen nel novembre del 2000. Due lavori di ispirazione teatrale dunque, in cui l'istrionismo di Waits si carica di significati letterari.
Questo secondo album è più complesso e, dimenticata la parentesi di Mule Variations di due anni fa, rappresenta un nuovo stadio evolutivo nella musica di Tom Waits; più introverso e notturno, più arrangiato e sofferto.

E' il Waits più gutturale e ritmico (si avvale anche dell'ex-Police Steward Copeland alla batteria), dissonante ed affascinante. Se Alice è un disco che si ama al primo ascolto, questo Blood Money richiede un ascolto più attento e ripetuto. I fans si stanno già dividendo per decidere quale è il più bello.
Il mio consiglio è salomonico: comperateli tutti e due!

 
 Informazioni 
 

Furio Sollazzi

Pavia, 10/05/2002 (388)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool