Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 5 agosto 2020 (914) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Festa dell'Albero 2019
» Gioca d'anticipo!
» Scienziati in prova
» Lavanda e farfalle...
» Filippo Solibello, Stop plastica a mare
» Alla Ricerca della Carta Perduta
» Caccia al tesoro in Gipsoteca
» Pint of Science
» Pavia Plastic Free... liberiamo la città dalla plastica
» Festival della Filantropia
» CineMamme: al cinema con il bebè
» #quandocaddelatorrecivica
» M'illumino di meno"-Edizione 2019
» Laboratorio di calligrafia
» Natale al Broletto
» Vallone Social Crew
» Scienziati in Prova
» Villa Necchi: “Luoghi del Cuore"
» Settimana del giovane naturalista
» Scienziati in Prova - L'impatto della Scienza sullo Società

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 3947 del 28 febbraio 2006 (1925) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Omaggio al lavoro femminile
Omaggio al lavoro femminile
Dai campi e dalle Filande alle Officine quando… eravamo Signorine” è uno spettacolo e non solo, quasi una lezione ancora “viva” di storia orale e sociale ricca di sentimento e passione da trasportare attraverso versi popolari e ricordi di una vita.
Un omaggio alle donne fatto di canti, musiche, balli popolari ma anche di passioni sociali, lotte per i diritti quindi recupero delle tradizioni, del dialetto della civiltà contadina e operaia lombarda .
 
Tutto questo si può trovare nello spettacolo che vede ancora una volta insieme il gruppo dei Cantosociale recuperare storie di vita e lavoro esperienze personali e collettive di ex operaie e contadine testimoni diretti della storia sociale di un’importante periodo del novecento.
Il progetto è quello di valorizzare e celebrare, senza inutile enfasi retorica, la cultura orale contadina e operaia con uno spettacolo che è la bella sintesi del percorso di recupero della memoria iniziato da oltre dieci anni dai Cantosoacilale che oltre a proporre il repertorio di canti di risaia e di campagna e quello di fabbrica, soprattutto tessile propongono testimonianze dirette sulla vita vissuta all’interno e intorno ai luoghi di lavoro da lavoratori e lavoratrici.
 
La fatica, le gioie collettive, le rabbie e le lotte per rivendicare diritti e poi le i momenti di festa vengono poi rivissuti e spettacolarizzati sulla scorta dei racconti fatte dalle protagoniste e poi rielaborati in modo da riproporre il clima di quegli anni dove spesso finita la giornata in fabbrica se ne cominciava una in campagna e i canti servivano sia per alleviare la stanchezza che per “contargliene due” ai padroni di turno.
 
Verranno riproposti oltre ai classici del repertorio di risaia come Sento il fischio del vapore, Le otto ore, Domani è Festa, Bella Ciao delle mondine, Oh mondina dal cuore dolente… altri canti più rari frutto della ricerca del gruppo in territorio pavese-novarese come Curmaja sciur padròn, Prim che nàs un servitur; si tratta di brani storici opportunamente ri-arrangiati in chiave più attuale senza travisarne l’originario spirito acustico popolare.
Non mancano anche brani originali del gruppo ispirati al tema come Dòn cuntra la guèra sugli scioperi delle operaie tessili che chiedevano la Pace durante la 1^ guerra mondiale oltre naturalmente ai “classici” della fabbrica come: Mama mia mi sun stufa, Cara Moglie,Oh mama mia tegnim a cà.
 
E’ l’omaggio dovuto ad una generazione che non ha mai smesso credere alla cultura e alla funzione collettiva del lavoro con le donne protagoniste spesso assolute delle conquiste sociali del novecento.
 
 
 Informazioni 
Quando: Domenica 5 Marzo 2006, ore 16.30
Dove: Piazza Ducale, Vigevano (PV)
 

Comunicato Stampa

Pavia, 28/02/2006 (3947)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool