Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
venerdì, 25 settembre 2020 (991) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Squali, predatori perfetti"
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» Lady Be Mosaici Contemporanei
» Oltre lo sguardo
» Looking for Monna Lisa
» Attraverso i nostri occhi
» Un patrimonio ritrovato
» Spazio sospeso
» Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Capolavori dell'arte giapponese
» EXIT hotel fantasma in provincia di Pavia
» Colore e tempo
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» "I colori della speranza"
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Prima che le foglie cadano
» La bellezza della scienza
» Mostra "Natura ed artificio in biblioteca"
» Schiavocampo - Soddu
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Carnevale al Museo della Storia
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» Squali, predatori perfetti"
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» La Storia organaria di Pavia
» Postazione 23
» Libri al Fraccaro
» Il "Duchetto" di Pavia
» La cospirazione dei tarli
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 3988 del 10 marzo 2006 (2977) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Le sculture di Bossaglia
Le sculture di Bossaglia

Sarà inaugurata il prossimo sabato, presso la Libreria Cardano di Pavia, e con la partecipazione della prof.ssa Rossana Bossaglia, la mostra dello scultore "pavese" Luca Bossaglia.

Nato a Milano il 28 maggio 1951, Luca Bossaglia abita da sempre a Pavia.
Il suo debutto artistico è con la musica: ha suonato la chitarra basso, il flauto traverso e le tastiere con importanti cantanti, musicisti e jazzisti italiani, e ha composto colonne sonore per documentari della RAI (radio televisione italiana).
La seconda tappa è la fotografia, e in particolare la fotografia creativa, mezzo attraverso il quale egli ha affinato lo spirito di osservazione e la sensibilità nel cogliere particolari momenti magici delle cose. Professionalmente si specializza nella riproduzione dell'oggetto d'arte (pittura, scultura e architettura) collaborando con importanti case editrici alla realizzazione di quaranta pubblicazioni. Ha partecipato a numerose mostre fotografiche personali in Italia e all'estero. La commissione di fotografie pubblicitarie, espletata per la fornace Venini dal 1984 al 1987, è l'avvio del suo profondo amore per il vetro di Murano, che lo porta ad approfondirne caratteristiche e tecniche. Ha illustrato numerosi libri sui vetri.

Il 1990 è l'anno della nascita della sua prima scultura. Da allora ha tenuto una trentina di mostre tra personali e colletive in Italia e all'estero.

"Nelle sculture di Bossaglia il tema più facilmente riconoscibile è quello dell'albero; ma anche dell'animale o, per contro, di elementi stellari. Se il ritmo delle composizioni schematizza e trasfigura tutti i dati naturalistici, questa volta non è corretto parlare di astrazione, bensì meglio di una tensione simbolica. E' ben vero che l'arte è sempre simbolo, nel suo fissare qualsiasi riflessione o emozione personale in un linguaggio che va oltre l'individuo e si offre all'interpretazione di chi la recepisce. Ma ci sono casi in cui le simbologie si offrono come tali, sono l'intenzione dell'artista; e in un panorama fantastico accolgono tematiche filosofiche".
(Rossana Bossaglia)

"Da tempo Bossaglia conduce una tutta sua personale partita con le pratiche dell'arte. Atipica e inattuale quanto suggestiva. Bossaglia è prima di tutto, avrebbe detto lo scrittore antico, unus ex curiosis. Percorre il mondo, della natura e della cultura, e se ne lascia traversare dai mille segni, che intessono la sua memoria e la sua fantasia di umori e rimuginii diversissimi: da queste chimiche impreventive nascono le immagini con le quali l'autore tenta non di descrivere, non di raccontare, non di spiegare, ma di capire, del mondo, il segreto: esplorandolo con la fatica primigenia delle sue mani, serrandolo in questi formidabili amuleti della mente. Si gioca il senso di un'esperienza tutta, Bossaglia, con questi lavori. Con un nitore morale, va sottolineato, che lo tiene ben lontano dai facili giochini new age che si spacciano oggi: lui, Luca, è proprio radicalmente old age: qui sta la sua atipica qualità, preziosa, preziosissima".
(Flaminio Guardoni)

 
 Informazioni 
Dove: c/o Libreria Edizioni Cardano
Via Cardano, 48 - Pavia
Quando: da sabato 18 marzo (inaugurazione ore 18.00) al 1 aprile 2006
 

Comunicato Stampa

Pavia, 10/03/2006 (3988)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool