Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 30 novembre 2020 (408) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Solstizio d'inverno, il ritorno della luce
» C’è vita la fuori?
» Appuntamento con l’eclissi parziale di Luna
» L’autunno arriva sul “cavallo alato”
» Ammassi globulari e costellazioni
» Miti e costellazioni del cielo estivo
» I colori della luce: lo spettroscopio
» Incantati dalla Luna
» Tra le Erbe di San Giovanni
» Marte e... il Lupo
» Alla scoperta del Guardamonte
» Dalla nascita dell'universo alla scoperta di Marte
» La ricerca di una nuova terra: gli esopianeti
» Guarda che luna…
» Le pietre del cielo. L’uso delle meteoriti nella storia dell’uomo
» Poker d’… Astri
» Da Yuri Gagarin a Samantha Cristoforetti
» Camminando tra cielo e terra
» Archeologia e stelle all’equinozio di primavera
» News dallo spazio

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Carnevale degli Animali... al Museo!
» Il Sentiero dei Piccoli - Open Day
» Biodiversità degli animali
» Riabitare l'Italia & Appennino atto d'amore
» Festa dell'Albero 2019
» Lotte biologica, l'importanza dell'impollinazione da parte delle api
» Come moltiplicare le piante in casa: tecniche e consigli
» Corso sulla biodiversità urbana
» Passeggiata naturalistica
» Corso base di acquarello naturalistico
» La Margherita di Adele
» Pavia per gli animali
» Mostra mercato “Antiche varietà agricole locali e piante spontanee mangerecce”
» BiodiverCittà - passeggiata al Parco della Sora
» Biodivercittà - passeggiata al Parco della Vernavola
 
Pagina inziale » Ambiente » Articolo n. 4000 del 14 marzo 2006 (2117) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Archeoastronomia
Archeoastronomia

Esistono le prove che gli antichi osservavano il cielo per curiosità, voglia di sapere, motivi religiosi ma anche, e soprattutto, per usarlo come calendario ed orologio sui quali organizzare la vita e le attività...

Le ricerche condotte su queste "prove" vengono racchiuse nel termine di "archeoastronomia", viene ovvero lo studio sulle conoscenze astronomiche di popoli antichi, attraverso l'analisi di monumenti orientati astronomicamente (come i famosi megaliti di Stonehenge, in Gran Bretagna o le piramidi egiziane), delle incisioni su pietra, di antichi codici e annali (per esempio quelli delle dinastie cinesi)... Analisi che hanno fatto emergere, tra le popolazioni quali Maya, Aztechi, Incas ed Egizi, conoscenze matematiche e astronomiche decisamente avanzate rispetto all'epoca in cui vivevano.

Questi affascinanti argomenti verranno trattati sabato sera nel corso dell'incontro intitolato "Archeoastronomia: il Cielo prima del telescopio", che si terrà all'Osservatorio Astronomico di Casasco.

Organizzata con la collaborazione dei membri dall'Associazione Astrofili Tethys, la serata prevede una parte introduttiva "discorsiva" per capire come nelle varie civiltà ed in tutti gli angoli della terra gli astri ed i loro movimenti sono stati utilizzati a quello scopo, e, condizioni atmosferiche permettendo, una parte "pratica" dedicata all'osservazione del cielo al telescopio.

Gli organizzatori consigliano ai partecipanti, l'uso di abbigliamento e calzature pesanti.

 
 Informazioni 
Dove: c/o Osservatorio Astronomico Naturalistico di Casasco
Strada Ca' Simone Casasco (AL)
Quando: sabato 18 marzo 2006, ore 21.00
Partecipazione: 5,00 euro per gli adulti e di 2,00 per i ragazzi fino a 14 anni
 
 
Pavia, 14/03/2006 (4000)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool