Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 3 giugno 2020 (982) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Fabrizio Poggi & Chicken Mambo: Spaghetti Juke Joint
» Macadam: Latitudine incrociate
» Nat Soul Band: Not so bad
» Ho sbagliato secolo
» Far Out
» Blues, Blues e ancora Blues
» Shag’s Airport
» Accordiamoci
» Il leone nell’Arena
» Francesco Garolfi: Un posto nel mondo
» Alberto Tava: il nuovo disco Mediterraneo
» Il matrimonio che vorrei: da oggi a Pavia
» Reality: ma quando ANCHE a Pavia?
» Magic Mike: quando è lui a spogliarsi...
» Il rosso e il blu: scuola italiana...
» I Beach Boys in Italia: c’ero anch’io!
» Giorgia, che sorpresa!
» Il ritorno dell'uomo armonica
» Wanna Be Startin’ Somethin’. Thriller rivisitato
» Un disco tutto pavese per Woody Guthrie

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 403 del 8 ottobre 2001 (1737) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Leonard Cohen - Ten new songs
Leonard Cohen - Ten new songs

Dopo 9 anni da "The future" del 1992, Leonard Cohen, che ormai vive ritirato in un monastero, torna e dà alle stampe un disco di nuove canzoni). Il CD si intitola "Ten new songs" ed è stato realizzato con Sharon Robinson, che già aveva collaborato in altre diverse occasioni con Cohen. Questa volta la Robinson compare come autrice, seconda voce, arrangiatrice e musicista in tutti i brani.

"Ten new songs", inciso in casa dello stesso Cohen, pur diverso da "The future" o "I'm your man", segue comunque lo stile dei precedenti lavori. Batterie elettroniche (probabilmente incise con un vecchio modello da studio), pochi strumenti e una voce incredibile per ricreare atmosfere che pensavamo ormai perse per sempre. E invece eccolo ancora qui, come se il tempo non fosse trascorso, con le sue liriche incredibili e profonde; la meditazione e il ritiro nel monastero Zen hanno contribuito ad un viaggio all'interno di sè stesso dal quale Cohen è tornato più sereno (anche se non più ottimista).

Ci sono accenni di blues e gospel e, in un caso (Here It Is), un ritmo quasi caraibico sostiene un testo amaro e profondo.

Gli arrangiamenti asciutti ed essenziali (suoi tipici da sempre) oggi ci appaiono più moderni alla luce delle correnti minimaliste che percorrono ormai il mare del rock.

Leonard Cohen - Ten new songs

Un disco di Cohen non si può liquidare con un paio di ascolti: sono canzoni che vanno risentite e lentamente assimilate anche se ci sono, in questo disco, almeno due eccezioni: l'iniziale In My Secret Life che, stranamente, sembra un brano di Eric Clapton (grazie anche alla chitarra di Bob Metzger) e la splendida Alexandra Leaving (il testo prende spunto da una lirica del poeta greco Kafavis) che si preannuncia come una seconda Suzanne!

La prima stampa del CD contiene, oltre al libretto normale, anche uno speciale con i testi tradotti in italiano, assolutamente imperdibile per apprezzare appieno le canzoni di Cohen.

 
 Informazioni 
 

Furio Sollazzi

Pavia, 08/10/2001 (403)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool