Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 6 aprile 2020 (1183) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Due elefanti rossi in piazza...
» Porte Aperte
» Ad AstroSamantha la laurea honoris causa
» Mattoncinando in Cavallerizza
» Caravaggio
» Tutti in TV!
» 200 giorni nello spazio con la Cristoforetti
» Darwin Day: Evolution is Revolution
» Festival dei cori di Porana
» Vigevano Medieval Comics
» Mangialonga biologica
» SensAzioni di Appennino
» 4° Cicogna Days
» Trame di guerra Intorno al Giorno della Memoria
» Inaugurazione del 654° Anno Accademico
» Ludovico e Beatrice. Invito a Palazzo Ducale
» Dream - Festa di Ferragosto
» Convivium - Giromangiando nel borgo medioevale
» Merenda sul prato
» Lennon Memorial Concert

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Apre in Varzi Bottega Oltrepò
» BirrArt 2019
» Birrifici in Borgo
» Musei divini
» "Dilecta Papia, civitas imperialis"
» Cioccovillage
» Birre Vive sotto la Torre Chrismas Edition
» Il buon cibo parla sano
» Autunno Pavese: tante novità
» Zuppa alla Pavese 2.0
» 18^ edizione Salami d’Autore
» Sagra della cipolla bionda
» Sagra della ciliegia
» Pop al top - terza tappa
» Birre Vive Sotto la Torre
 
Pagina inziale » Tavola » Articolo n. 4075 del 1 aprile 2006 (3578) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
10 anni di Buttafuoco!
10 anni di Buttafuoco!
Buttafuoco, dieci anni di eccellenza”, è con questo slogan che il Club del Buttafuoco Storico (ora Consorzio), festeggia i suoi primi dieci anni infuocati!
 
Era il 7 febbraio del 1996 quando dieci viticoltori dell’Oltrepò Pavese, tra le valli Versa e Scuropasso, decisero di “unire le prorie forze” per preservare quello che per loro era una vero patrimonio: il Buttafuoco, vino rosso nato da quattro vitigni autoctoni che sapientemente combinati, danno vita al più antico e tradizionale uvaggio del nostro territorio.
 
In dieci anni abbiamo fatto molto – racconta il presidente Fabiano Giorgiora è tempo di lanciare il Buttafuoco storico nell’olimpo dei grandi vini italiani ed internazionali. Per farlo, approffittando dell’importante ricorrenza, abbiamo organizzato dieci eventi che tra il febbraio 2006 e il 7 febbaio 2007, celebreranno il nostro prodotto.
 
Il calendario delle varie iniziative è davvero ricco e abbina il Buttafuoco all’arte in occasione dell’esposizione di Ugo Nespolo all’accademia di Brera (6 aprile); allo sport come trofeo al primo classificato al rally del Bonarda (30 aprile); alla cultura con il concorso per fotografia, musica e ricerca che sarà bandito per fine aprile, la cui premazione avverà in concomitanza alla tradizionale presentazione del Buttafuoco storico di novembre; alla solidarietà con un’asta benefica di una magnum dipinta da un noto pittore della nostra zona, il cui ricavato sarà destinato ad un ente assistenziale ancora da definire.
Ma Buttuafuoco è anche aperitivo con l’iniziativa “Buttafuoco in amicizia”: in una ventina  di selezionati bar della provincia, si potrà brindare insieme ai soci produttori che illustreranno le qualità delle loro etichette.  E’ degustazioni, ovvero tour tra le vigne del Buttafuoco storico guidati dagli esperti Ais e Onav.
E’ tavola, con il “menù degustazione del Buttafuoco storico” appositamente studiato per esaltare le caratteristiche decise del vino in abbinamento ai migliori piatti della tradizione, che sarà proposto, per un’intera settimana,  da noti ristoranti dell’Oltrepò.
 
Il Buttafuoco Storico è stato recentemente oggetto di discussione in una tesi di laurea (che ha valso al laureando in economia il massimo dei voti)… sarà forse per questo motivo che il Consorzio ha pensato che una “laurea in miglior vino” fosse giusto il titolo mancante per il grande Debutto.
 E’ così che nasce la “Disfida delle colline”, dove per la prima volta un nostro vino dell’Oltrepò si mette in gioco senza rete, sfidando i migliori rossi d’Italia e d’Europa in una degustazione cieca.
Per anni gli oltrapadani hanno detto che i loro vini possono stare alla pari dei più quotati Brunello, Amarone, Barolo … ora il Buttafuoco storico intende dimostrarlo sottoponendosi al giudizio di enologi e giornalisti di settore.

 
 Informazioni 
Per informazioni:

Consorzio Club del Buttafuoco storico
Tel. 0385/289019
E-mail: info@buttafuocostorico.it

 

Valeria Hotellier

Pavia, 01/04/2006 (4075)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool