Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
luned√¨, 18 gennaio 2021 (394) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Scillato
» Brolo
» Rovaniemi (il paese di Babbo Natale)
» Milo
» Zafferana Etnea
» Riomaggiore
» Acitrezza e Acicastello
» Diamante
» Raddusa

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Dame e Cavalieri di oggi e di ieri
» Torna a Pavia il Mercatino del Ri-Uso
» Visita gratuita ai luoghi di San Riccardo Pampuri
» Un sabato al Museo per la Storia dell'Universit√†
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera - Sull'onda dello Ukiyo-e
» Natale in museo per bambini
» Leonardo e l'antico Ospedale San Matteo di Pavia
» Torre in Festa
» Museo per la Storia - apertura sabato
» Mortara e Primo Levi
» Pavia in posa, da Hayez a Chiolini
» Al Passo con il Naviglio Pavese
» Lo sguardo di Maria
» A tu per tu con l'opera: Pietro Michis
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera kids
 
Pagina inziale » Turismo » Articolo n. 414 del 13 giugno 2001 (2467) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Senise
Senise

Il viaggio attraverso piccoli e grandi centri dell'Italia, soprattutto di quella meridionale, prosegue, spostandoci stavolta in provincia di Potenza, ed esattamente a Senise, piccolo centro a pochi chilometri dalla zona del monte Pollino.

Un paese noto soprattutto per l'ottimo olio extravergine d'oliva a bassissima acidità e per la produzione del Peperone di Senise, che nel 1986 ha ottenuto il marchio IGP dalla CEE.

E' una zona molto agreste, assenti particolari divertimenti o grossi centri urbani.

Senise e i paesi vicini sono un'ottima scusa per fare un tuffo nella cristianità antica e nella storia, senza però disdegnare la degustazione di piatti tipici locali con il famoso peperoncino e di buoni vini, anche se poco conosciuti come lo spumante rosso prodotto a Barile, altro piccolo centro della zona.

Notevole l'ospitalità della gente del luogo che non nega mai al viaggiatore di passaggio un bicchiere di buon vino o qualcosa per rifocillarsi.

Senise è importante anche se poco conosciuta, per la presenza di chiese e strutture molto antiche.

Quello che si sa sulla sua nascita è pochissimo. Qualcuno la riporta all'epoca dei Normanni, come il castello presente in questo luogo. Altri dicono sia sorta dopo la morte di Giulio Cesare, che qui si rifugiò per sfuggire al clima teso e alle lotte di Roma.

Fare un giro per Senise significa attraversare notevoli testimonianze di Cristianesimo.

Si possono, infatti, visitare chiese come quella dei Cappuccini, un po' al di fuori del centro abitato, il citato castello Normanno, la bellissima chiesa di S. Francesco, dove si ammirano il coro, il crocefisso e il pulpito ligneo che risalgono al XIV secolo, il portale gotico e un affresco del Todisco raffigurante S. Francesco e S. Francesco di Paola.

Diga di Monte Cotugno

Struttura diversa e certamente più moderna è la Diga di Monte Cotugno, definita una fra le maggiori opere in terra battuta d'Europa. Raccoglie 500 milioni di metri cubi d'acqua, è alimentata dal fiume Sinni e dà vita ad una grossa riserva d'acqua per parte della Puglia e per Metaponto.

Nient'altro da dire su questo centro in sostanza sconosciuto, ma degno di essere visitato per la sua semplicità...il visitatore occasionale che si trovi a sostare da queste parti, puo'alloggiare in un hotel posto su un'altura a poca distanza dal Pollino e dal lago vicino.

 
 Informazioni 
 

Paola De Matteo

Pavia, 13/06/2001 (414)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2021 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool