Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
domenica, 31 maggio 2020 (1118) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Fabrizio Poggi & Chicken Mambo: Spaghetti Juke Joint
» Macadam: Latitudine incrociate
» Nat Soul Band: Not so bad
» Ho sbagliato secolo
» Far Out
» Blues, Blues e ancora Blues
» Shag’s Airport
» Accordiamoci
» Il leone nell’Arena
» Francesco Garolfi: Un posto nel mondo
» Alberto Tava: il nuovo disco Mediterraneo
» Il matrimonio che vorrei: da oggi a Pavia
» Reality: ma quando ANCHE a Pavia?
» Magic Mike: quando è lui a spogliarsi...
» Il rosso e il blu: scuola italiana...
» I Beach Boys in Italia: c’ero anch’io!
» Giorgia, che sorpresa!
» Il ritorno dell'uomo armonica
» Wanna Be Startin’ Somethin’. Thriller rivisitato
» Un disco tutto pavese per Woody Guthrie

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 4270 del 19 maggio 2006 (2370) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Io Resto Qua
Io Resto Qua
Ooh, e ci voleva tanto a fare un disco di rock italiano che suonasse come un disco di rock…e basta?
Daniele Rizzetto ci è riuscito in pieno; canzoni semplici e dirette, senza testi ermetici (ma non per questo banali), senza “vizi” vocali (come le Oooh del Liga, i bofonchiamenti di Blasco o i nasali di Ramazzotti), con suoni di chitarre e hammond “giusti”, suona come un disco di un cantautore rock d’oltreoceano (non che di là siano più bravi, sanno solo suonare rock senza girarci tanto intorno).
E così Rizzetto, con la sua New Jersey Band ha prodotto un’opera prima fresca e piacevola da ascoltare, di quelle che riascolti e che ti sembra subito di conoscere.
 
Puoi ascoltarla mentre viaggi in auto o stai seduto a bere una birra con gli amici, e ti accorgi di tenere il tempo con il piede.
Se sono inevitabili i rimandi a Springsteen e al Dylan elettrico degli anni ’80, al Ligabue più “americano” o agli Allman Brothers, tutto questo non toglie nulla alla originalità e freschezza delle proposte.
 
La band è nata a Verona nel 1996. dall'amore e dalla passione per il Rock d'oltreoceano.
Il nucleo principale era costituito da Daniele (chitarra, voce) e Damiano Rizzetto (tastiere e voce) con Andrea Fantoni (chitarra), Luca Dal Zovo (basso), Cristian Boaretto (batteria).
Con questa formazione inizia, e continua per anni, la lunga serie di serate nei locali veronesi. Nel 1999 arrivano nella band Giorgio Fasoli (chitarra), Roberto Orlandi (basso) e Matteo Soprana (batteria). Nel Maggio 2003, Daniele Rizzetto, partecipa a "Born To Run 1973-2003" presso il Teatro Degli Atti di Rimini, in occasione del 30° anniversario dall'uscita del famoso album di Springsteen. Nel 2004 la partecipazione presso il "Teatro degli Atti" di Rimini in occasione dell'evento "L'America del Rock". In questa circostanza vengono presentate in anteprima alcune canzoni inedite di quel progetto che diventerà poi "Io Resto Qua", ottenendo molti consensi.
 
Nel 2005 inizia a prendere forma il progetto "Io Resto Qua"; a luglio cominciano infatti le registrazioni presso il Blu Velvet di Alberto Solieri (MO) con la supervisione artistica di Orazio Grillo (Brando) il quale si entusiasma talmente all’ascolto dei brani da voler partecipare in prima persona all’incisione di alcune parti di basso.
A Marzo 2006 viene pubblicato "Io Resto Qua".
Attualmente la Band è composta da: Daniele Rizzetto (Chitarra, Voce, Armonica), Damiano Rizzetto (Tastiera, Voce), Oscar Mattia (Basso) e Matteo Soprana (Batteria).
 
E’ un album che vi consiglio di ascoltare per capire come ci voglia poco ad incidere un disco di rock anche in Italia.
 
 
 Informazioni 
 

Furio Sollazzi

Pavia, 19/05/2006 (4270)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool