Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 24 settembre 2020 (920) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Squali, predatori perfetti"
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» Lady Be Mosaici Contemporanei
» Oltre lo sguardo
» Looking for Monna Lisa
» Attraverso i nostri occhi
» Un patrimonio ritrovato
» Spazio sospeso
» Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Capolavori dell'arte giapponese
» EXIT hotel fantasma in provincia di Pavia
» Colore e tempo
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» "I colori della speranza"
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Prima che le foglie cadano
» La bellezza della scienza
» Mostra "Natura ed artificio in biblioteca"
» Schiavocampo - Soddu
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Carnevale al Museo della Storia
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» Squali, predatori perfetti"
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» La Storia organaria di Pavia
» Postazione 23
» Libri al Fraccaro
» Il "Duchetto" di Pavia
» La cospirazione dei tarli
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 4308 del 1 giugno 2006 (3983) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
L'ultimo volo
L'ultimo volo
L’ultimo volo” è il titolo della mostra che raggruppa i disegni originali nati dalla magica penna di Ferdinando Tacconi.
 
Nato a Milano nel 1922, Ferdinando Tacconi studia alla Scuola Superiore d'Arte Applicata di Milano ed esordisce come illustratore su "Grazia" e "Confidenze".
Alla fine degli anni Quaranta, entra nel mondo dei fumetti e “Morgan il Pirata” fu il primo personaggio di cui tracciò le gesta.
 
Poco dopo inizia a lavorare in Inghilterra, passando dalla fantascienza alle storie di guerra.
Per un decennio si dedica prevalentemente a “Gli Aristocratici”, una banda di ladri gentiluomini le cui avventure vennero pubblicate sul "Corriere dei Ragazzi".
 
In seguito inizia la collaborazione con Bonelli che lo ha porta a lavorare su “Nick Raider” e “Dylan Dog” e poi con “Il Giornalino”, per il quale uscirono “Storia della Seconda Guerra Mondiale”, con i testi di Gino D’Antonio, e “La Storia del Volo”, una serie di allegati che riscossero molto successo.
 
L’aviazione è sempre stata la sua passione, fin da ragazzino, quando sognava di fare il pilota, e in seguito, durante la Seconda Guerra Mondiale, quando ricopre il ruolo di marconista in aeronautica. Un amore, quello per gli aerei, che entrò prepotentemente nella sua carriera di illustratore e fumettista caratterizzando profondamente le sue opere… tanto che i colleghi gli riconobbero (e invidiarono) “l’incredibile capacità di dare un’anima alle macchine volanti che popolano le sue tavole, facendone personaggi vivi e protagonisti” (Sergio Toppi).
 
Gli Aristocratici
Alla sua opera sono stati attribuiti due rilevanti premi: il primo conferito nel 1993 alla carriera da parte dell’ANAF, il secondo attribuito nel 2000 come maestro del fumetto alla Cartoomics.
 
Per oltre cinquant’anni, è stata una figura di rilievo nel panorama artistico italiano ed europeo e, grazie alle sue tavole, Rivanazzano - nella cui biblioteca verrà ospitata la mostra a partire da domenica prossima -, diverrà, per una settimana, la capitale del fumetto.
 
Curata da Giuliano Chiodi di Rivanazzano, appassionato collezionista di fumetti, l’esposizione raccoglie disegni in bianco e nero e a colori: una trentina di tavole in cui ricorrono i suoi personaggi più famosi (tra cui alcune de “Gli Aristocratici” e "Dylan Dog"), aerei da guerra e scene di combattimenti in volo.
 
Il titolo che gli organizzatori hanno dato dell'iniziativa (cui ha dato la propria adesione anche la Casa Editrice “Sergio Bonelli” di Milano - famosa per la pubblicazione di Tex Willer -) vuole essere, strizzando l'occhio alla sua passione per il volo, un modo per salutare l'amico Tacconi, che avrebbe dovuto presenziare all'inaugurazione ma che è purtroppo scomparso alcuni giorni fa.
 
 
 Informazioni 
Dove: c/o Sala "Aldo Borgomaneri" della Biblioteca Comunale di Rivanazzano
Quando: da domenica 4 (inaugurazione ore 16.30) a domenica 11 giugno 2006, orario d'apertura: dalle 16.30 alle 19.30 nei festivi - dalle 16.00 alle 19.30 nei feriali
Ingresso: gratuito
 

Sara Pezzati

Pavia, 01/06/2006 (4308)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool