Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 21 settembre 2020 (1276) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Squali, predatori perfetti"
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» Lady Be Mosaici Contemporanei
» Oltre lo sguardo
» Looking for Monna Lisa
» Attraverso i nostri occhi
» Un patrimonio ritrovato
» Spazio sospeso
» Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Capolavori dell'arte giapponese
» EXIT hotel fantasma in provincia di Pavia
» Colore e tempo
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» "I colori della speranza"
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Prima che le foglie cadano
» La bellezza della scienza
» Mostra "Natura ed artificio in biblioteca"
» Schiavocampo - Soddu
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Carnevale al Museo della Storia
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» Squali, predatori perfetti"
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» La Storia organaria di Pavia
» Postazione 23
» Libri al Fraccaro
» Il "Duchetto" di Pavia
» La cospirazione dei tarli
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 4624 del 15 settembre 2006 (1966) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Gli odori del libro
Gli odori del libro
Al Castello di Belgioioso torna nel week-end il consueto appuntamento di fine settembre con l’editoria: “Parole nel Tempo”.
 
Come sempre, si troveranno quei nomi che ormai da alcuni anni si sono affermati nel panorama editoriale, ma anche marchi emergenti o che da poco si sono affacciati sul mercato.
Una scelta che vuole tener conto della qualità ma al tempo stesso proporsi come vetrina per le novità nazionali e un’occasione di visibilità e di incontro per tutti gli editori, ma anche possibilità per i lettori di incontrare il libro assieme al suo autore.

Tra le varie mostre collaterali che sempre accompagnano il visitatore tra le sale del Castello, alcune speciali quest’anno.
 
La più curiosa è probabilmente “Gli odori del libro - Memorie Olfattive”, una mostra interattiva che regalerà la possibilità di “annusare” il libro e i suoi componenti, colla, carta, inchiostro e rilegatura, archetipi olfattivi della lettura.
La letteratura è da sempre un formidabile scenario espressivo per profumi, odori, essenze e fragranze. E, per raccontare con efficacia e incisività, ambienti, trame, viaggi e sentimenti, la descrizione olfattiva non può certo mancare. Così, gran parte di quello che sappiamo dire a proposito dei segni d'olfatto, l'abbiamo letto e imparato sui libri.
Le parole che descrivono le meravigliose avventure dell'occhio, dell'orecchio, del palato, del tatto e del naso hanno, almeno da Gutenberg in poi, un palcoscenico fatto di fogli di carta, rilegati fra loro, sui quali l'inchiostro guida le danze dei tipi che scorrono, tra gli a capo, i margini e le pagine verso la fine del volume, un tempo difeso da robuste quinte di cuoio.
 
Risalendo all'odore di questo libro archetipico, che chiameremo il prototipo di Magonza, ci accorgiamo che il suo caratteristico bouquet è una lega di sentori di carta, di cuoio, di colle e di'inchiostri che dà origine a quell'inconfondibile odore di libro che accompagna ogni esperienza di lettura. Certo la spietata contemporaneità, che ha neutralizzato quasi tutti gli odori con un indistinto profumo grigio fumo, ha sterilizzato anche il libro che, messo sotto cellofan, come la frutta, il pane, la carne e il pesce è ormai un oggetto che il fiuto difficilmente avverte.
 
Analizzando una per una le componenti di quell'odore biblico del Libro dei Libri, ci vengono alla mente le botteghe dei tipografi dove il sentore alcalino delle fibre macerate e sbiancate, portato con sé dalle risme di carta intonse e accatastate, si accoppia all'odore inebriante degli oli essenziali che diluiscono gli inchiostri. Poi, quando i fogli stampati vengono avviati alla rilegatura, il contesto olfattivo cambia repentinamente e, da vegetale, ricco di echi di fibre e di trementine, diventa animale con i sentori di pesce e di ossa delle colle che legano il libro a un olezzo d'animalità. Come se, dopo aver attraversato il mondo vegetale delle cellulose e dei pigmenti, la specie libro per evolvere dovesse contaminarsi con l'animalità delle colle e del cuoio conciato alla marocchina. Per formare quelle copertine e quei dorsi che fanno delle biblioteche luoghi dell'immaginario, dove, a contatto con il profumo dei libri, possiamo avventurarci alla scoperta dei profumi contenuti nei libri.
 
Altra mostra degna di nota è “Le due settimane di John Phillips”, ovvero le foto inedite provenienti dall’Archivio Olivetti e facenti di un reportage eccezionale, quello realizzato dal fotografo inglese tra l’11 e il 25 giugno del 1946 a testimonianza di uno dei periodi cerniera dell’Italia post-bellica: una serie di significativi ritratti di grande formato colgono molti ministri in attesa che Alcide De Gasperi torni dal Quirinale, dove si è recato per comunicare al re l’affermazione della repubblica, mentre altre immagini testimoniano l’apertura dell’Assemblea Costituente.
 
 
 Informazioni 
Dove: Castello di Belgioioso
Quando: 23 e 24 settembre 2006, nei seguente orario: sabato e domenica: 10.00-20.00 orario continuato.
In entrambe le giornate è previsto un servizio gratuito di bus navetta andata e ritorno che partirà ogni ora dalle 9.00 dalla stazione di Pavia a Belgioioso
Ingresso: biglietto intero 6,00 euro, ridotto 4,00 euro
Per informazioni: Tel. 0382.969250 - E-mail: info@belgioioso.it
 
 
Pavia, 15/09/2006 (4624)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool