Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
sabato, 27 febbraio 2021 (377) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Gli sposi e la Casa
» Sua Maestria
» Home
» Bentornata Primavera!
» PaviArt - Settima edizione
» Gli Sposi e la Casa
» PaviArt
» Next Vintage
» Made in Pavia
» HOME 2018 – Fiera mercato della casa e degli accessori di Pavia
» 1^ Fiera del disco
» Gli Sposi e la Casa
» OltreWedding
» Mostra Mercato di Primavera
» PaviArt
» Home
» Mercatino di Natale a Pavia
» Gli Sposi e la Casa – XXII edizione
» Next Vintage
» MineralPavia

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Carnevale al Museo della Storia
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» Squali, predatori perfetti"
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» La Storia organaria di Pavia
» Postazione 23
» Il "Duchetto" di Pavia
» Libri al Fraccaro
» La cospirazione dei tarli
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 4692 del 5 ottobre 2006 (1599) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Moda, costume, ricerca e cultura
Moda, costume, ricerca e cultura
… Quattro parole che si intrecciano e sintetizzano il significato della parola vintage.
Moda perché nel vintage si parla quasi esclusivamente di abiti e accessori d’epoca in un periodo collocato negli ultimi tre secoli.
Costume perchè nel vintage si interpreta un ruolo “inedito”: quello di custode della memoria.
Ricerca perchè attraverso il fenomeno vintage si riesce a cogliere il cambiamento di un’epoca e da qui nasce la voglia di rievocare un passato ricco di glamour.
Cultura perché apprezzare la qualità del capo vintage, cercare di ricostruirne la storia attraverso il tessuto, le rifiniture, i bottoni è sinonimo di attenzione e di cultura.
 
Dal 13 al 16 ottobre, al Castello di Belgioioso, la moda e gli accessori d’epoca, saranno di nuovo i protagonisti esclusivi della sedicesima edizione del Fashion Vintage Show, ormai riconosciuto come il salone del vintage più importante d’Europa dove, oltre cinquanta operatori selezionati proporranno abiti e accessori dal ‘700 agli anni ’80.
 
“Già usato, vissuto e ben conservato”, queste sono le caratteristiche per definire un capo d’abbigliamento vintage, un capo capace di mostrare la consuetudine ad essere indossato. Il vecchio rivisitato con accessori diventa nuovo, il nuovo deve sembrare vecchio pur di non cadere nello stile preconfezionato.
Vintage è diventata nel tempo la parola d’ordine per esprimere il segreto di qualcosa che resiste e migliora nel tempo.
 
Il Fashion Vintage Show di Belgioioso è la manifestazione preferita da chi cerca capi sartoriali dell’alta moda e non, per affiancarli alle proposte degli stilisti di oggi o da chi per lavoro o per passione li colleziona.
È un nuovo modo simpatico e divertente di “ripescare” e attualizzare ciò che nel tempo si è dimenticato: istinto e buongusto ci guideranno nella scelta che ci riserverà una meravigliosa avventura alla scoperta dell’affascinante memoria della moda, del suo grande passato e dell’imprevedibile futuro… La moda dunque come storia, come civiltà del vivere fatta di gioco e di ironia, come cultura e come forma di arte.
 
Anche questa edizione offrirà interessanti mostre collaterali…
 
I Profumi dei Couturiers: l’arte della seduzione Le fragranze dal 1910 agli anni ‘60
È una esposizione dei più emblematici flaconi di profumo che hanno attraversato più di mezzo secolo di storia della moda.
Dai primi anni del ‘900 sino agli anni 1960, momenti tra i più “romantici” dell’arte profumiera. Un omaggio ai protagonisti di un’arte che ha sempre avuto un solo fine: donare istanti gioia a coloro che, abitualmente o fortuitamente, ne aspiravano gli effluvi.
 
Le astrazioni di Marco Barina
Dipinti e sculture, opere astratte e figurative, volumi che si compongono e figure umane che si disintegrano nel colore. Nel ricordo delle avanguardie del secolo scorso: quelle che Marco ha ripercorso in anni di letture, musei e mostre inseguiti in tutto il mondo. E che ora ripropone a modo suo.
 
 Informazioni 
Dove:  Castello di Belgioioso
Quando: dal 13 al 16 ottobre 2006, orario continuato dalle 10.00 alle 20.00
Ingresso: biglietto intero 8,00 € - ridotto 5,00 €
Per informazioni:
Tel.: 0382/970525 (Ente Fiere dei Castelli di Belgioioso e Sartirana)
 
 
 

Comunicato Stampa

Pavia, 05/10/2006 (4692)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2021 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool