Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 28 maggio 2020 (1006) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» XXVI edizione del Festival Borghi&Valli
» Vittadini Jazz Festival 2019
» l'EX|ART Film Festival
» Maggio in musica
» Da settembre la nuova stagione del Cirro
» Da Mozart a Glenn Miller
» Nkem Favour Blues Band
» Altissima Luce
» Ultrapadum 2016
» Serenata Kv 375
» 4 Cortili in Musica
» Maggio in musica
» Con Affetto
» Mirra-Mitelli chiudono Dialoghi
» La Risonanza a Pavia Barocca
» Dialoghi: Guidi-Maniscalco
» Sguardi Puri
» Le piratesse della Jugar aprono Piccoli Argini
» Il cinema è servito!
» Ultrapadum agostano

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 4863 del 17 novembre 2006 (1553) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Ottimo inizio per MalaikAkustica
Ottimo inizio per MalaikAkustica
Ha preso il via, giovedì scorso, la rassegna MalaikAkustica con il concerto di Fabrizio Poggi e Francesco Garolfi.
 
La rassegna, da me ideata, ha lo scopo di provocare, di sfidare i musicisti ad esibirsi in un locale che offre spazi ridotti e che non permette le solite amplificazioni a cui si è abituati solitamente sui palcoscenici, né tantomeno l’uso di strumenti elettrici in quantità. Ecco così che, in maniera prevalentemente acustica, i musicisti sono costretti a riproporre il loro abituale repertorio in un modo nuovo, essenziale, senza tanti fronzoli e aiuti elettronici. Una specie di ritorno alle origini, alle radici della musica che si suona.
 
La scelta di aprire la rassegna con Poggi e Garolfi non è stata casuale. I due, infatti, sono ormai avvezzi ad affrontare situazioni simili, sia in Italia che all’estero; sono da poco tornati da una scorribanda negli Stati Uniti che li ha visti esibirsi in locali border-line in cui, a volte, gli stessi americani hanno difficoltà ad esibirsi.
 
Tutti e due appassionati di Blues, ne esplorano e ripropongono le “radici”, interpretando brani storici e affiancandone alcuni “originali” che per niente sfigurano davanti a tali “pezzi” da antologia. Fabrizio (con la sua serie infinita di armoniche) e Francesco (con le sue chitarre, alcune auto costruite) hanno offerto uno spettacolo affascinante e semplice allo steso tempo, stemperando la loro bravura di musicisti nella passione e nel "feeling".
 
Lasciatemelo dire: ottimo inizio.
 
Il prossimo appuntamento sarà, sempre al Malaika, per giovedì 30 con i Sacher Quartet, un quartetto vocale che si presenterà con il solo accompagnamento di due chitarre acustiche.
 
 Informazioni 
 

Furio Sollazzi

Pavia, 17/11/2006 (4863)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool