Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
venerdì, 26 febbraio 2021 (394) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» I Poranelli di Porana
» Tradizioni a Certosa
» Voghera ed i suoi Mostardini!
» Alle radici dei sapori...
» Parona e le sue offelle!
» Biscotto il Cairoli!
» L'agnolotto gobbo
» Le tagliatelle di Santa Giuletta
» Brasadè e brasadlö
» La torta paradiso
» Menconico paradiso dei tartufi
» Il Gra.Car
» La Mozzarella bufala
» Vita da salame...
» Il miccone pavese
» Rane: che bontà!

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Apre in Varzi Bottega Oltrepò
» BirrArt 2019
» Birrifici in Borgo
» Musei divini
» "Dilecta Papia, civitas imperialis"
» Cioccovillage
» Birre Vive sotto la Torre Chrismas Edition
» Il buon cibo parla sano
» Autunno Pavese: tante novità
» Zuppa alla Pavese 2.0
» 18^ edizione Salami d’Autore
» Sagra della cipolla bionda
» Sagra della ciliegia
» Pop al top - terza tappa
» Birre Vive Sotto la Torre
 
Pagina inziale » Tavola » Articolo n. 49 del 30 ottobre 2002 (5255) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Il Gra.Car
Il Gra.Car

Qualche mese fa aveva suscitato simpatia la notizia della arzilla signora Alma Maddalena, classe 1918, che annunciava la riapertura della sua distilleria famosa per la vendita dell'amaro "Gra.Car".

Il Gra.Car - liquore dei frati certosini - prende il nome da "Gratiarum Carthusia", ovvero Certosa della Madonna delle Grazie, comunemente conosciuta come Certosa di Pavia.

E' dal 1892 che il liquore certosino viene artigianalmente prodotto dalla famiglia di Alma Maddalena, fu il nonno Ignazio Giraud ad aprire la cantina e a tramandare ai familiari l'antico segreto della ricetta rivelatogli dai padri certosini...
Ricetta che ancora oggi Alma Maddalena custodisce gelosamente, tanto da rifiutare due interessanti offerte da note aziende che commerciano in liquori, perché "il liquore dei frati è nato a Certosa e deve rimanere a Certosa".

Forte di questa affermazione l'intraprendente vecchietta ha deciso di riaprire l'antica bottega dove, sistemati i vecchi cimeli dell'ultra centenaria attività di famiglia, esposte le bottiglie conservate dopo il primo sfratto che l'avevano costretta a fermarsi (momentaneamente) , appena riavrà la licenza, ritornerà al banco dell'antica distilleria a vendere quel Gra.Car che, durante il periodo del proibizionismo, era esportato in tutto il mondo, da Parigi a New York!

La signora Alma è l'unica a conoscere la ricetta dell'antica bevanda, e spera, una volta riaperta la distilleria, di insegnarla ai suoi aiutanti, così come suo padre aveva pazientemente fatto con lei, affinché il Gra.Car possa sopravvive nei secoli insieme alla sua Certosa!

 
 Informazioni 
 

Delia Giribaldi

Pavia, 30/10/2002 (49)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2021 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool