Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
sabato, 4 dicembre 2021 (92) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» 10 per Pavia a Catania!
» Il Demetrio su Amadeus
» La Sella Plicatilis a Magdeburgo
» Beatles Next Generation: bufala o realtà?
» Adotta un'orchidea!
» Oh, questa è bella! (appendice sanremese)
» George Harrison - Living in the material world
» I ragazzi della Via Stendhal
» Una tela del Procaccini a Lungavilla
» Donald & Jen MacNeill e i Lowlands
» La musica in Portogallo
» Cucina ebraica in Lomellina
» Mistero a Pavia
» Musica e auto
» La colomba… Ha fatto l’uovo!
» Musica ceca
» Una giornata a Camillomagus
» Piva piva l'oli d'oliva
» Sodalizio gastronomico...
» CicloPoEtica 2010

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Lectio magistralis di Vittorio Sgarbi
» Scienziati in prova
» Notte dei Ricercatori - Settimana della Scienza
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Porte Aperte
» Giornata del Laureato
» Bloomsday
» Nuove generazioni - I volti giovani dell'Italia multietnica
» Tutto quello che avreste voluto sapere sulla Pila di Volta
» Paolo Gentiloni, Roberto Maroni e Ferruccio de Bortoli a Pavia
» Viaggio nel lato oscuro dell'universo
» Scienziati in Prova
» SHARPER: il volto umano della ricerca
» Fiera delle Organizzazioni Non Governative e della Società Civile
» Giornata del Laureato
 
Pagina inziale » Università » Articolo n. 517 del 24 settembre 2001 (2390) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Un francobollo per l'ateneo
Un francobollo per l'ateneo

Non è dato sapere quante volte suonerà alla porta - anche se presumibilmente saranno due - ma, dai primi di ottobre, il postino potrà recapitarvi una busta sulla quale spiccherà l'effige dell'ateneo pavese.

E' infatti fissata per il 29 settembre la data di emissione del francobollo che le poste italiane hanno dedicato all'università di Pavia, inserendolo nella serie tematica "Scuole e Università", che include anche l'università degli Studi di Bari e il liceo scientifico Camillo Cavour, in Roma e prevede un totale di 3,5 milioni di esemplari.

Quella del 29 settembre è una data tutt'altro che casuale, poiché coincide con il 640° anniversario dell'istituzione dello "Studium generale", dal quale ebbe origine la nostra l'università.

Lo Studio, che Carlo IV di Boemia, su richiesta di Galeazzo II Visconti - vicario imperiale -, fondò a Pavia, era inizialmente costituito da due università distinte: quella dei giuristi (Diritto Civile e Canonico) e quella degli artisti (Medicina, Filosofia e Arti Liberali).

Consolidato nel 1412 da Filippo Maria Visconti, che vi richiamò maestri illustri, assicurando al contempo gravi pene volte a impedire che gli studenti andassero a studiare altrove, lo Studium non aveva in origine una sede in cui tenere le lezioni. Fu solo sul finire del '400 che Ludovico il Moro gli destinò il palazzo di Strada Nuova appartenuto ad Azzone Visconti, sostituendolo ai locali di case private, di conventi o del palazzo comunale fino ad allora usati come aule.

Le ristrutturazioni del '500 fecero spazio a due dei cortili a loggiati sovrapposti (probabilmente quelli dedicati a Volta e ai caduti), mentre l'aspetto odierno gli venne conferito nel XVIII secolo, quando Maria Teresa d'Austria propose una modernizzazione dell'antico edificio.

Per l'occasione è stata anche stampata una cartolina acquistabile in San Tommaso (p.zza del Lino, 1), luogo in cui è stata predisposta una postazione per l'annullo (il timbro sul francobollo), che si terrà a partire dalle ore 11.00 fino alle 16.00.

 
 Informazioni 
 

Sara Pezzati

Pavia, 24/09/2001 (517)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2021 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool