Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 28 maggio 2020 (988) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» XXVI edizione del Festival Borghi&Valli
» Vittadini Jazz Festival 2019
» l'EX|ART Film Festival
» Maggio in musica
» Da settembre la nuova stagione del Cirro
» Da Mozart a Glenn Miller
» Nkem Favour Blues Band
» Altissima Luce
» Ultrapadum 2016
» Serenata Kv 375
» 4 Cortili in Musica
» Maggio in musica
» Con Affetto
» Mirra-Mitelli chiudono Dialoghi
» La Risonanza a Pavia Barocca
» Dialoghi: Guidi-Maniscalco
» Sguardi Puri
» Le piratesse della Jugar aprono Piccoli Argini
» Il cinema è servito!
» Ultrapadum agostano

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 5277 del 14 marzo 2007 (1660) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Jazz per Due: 2^ serata
Jazz per Due: 2^ serata
Il secondo appuntamento con Dialoghi: Jazz per Due, che si è tenuto martedì scorso in Santa maria Gualtieri, ha visto protagonisti protagonisti il sassofonista Maurizio Giammarco e il batterista statunitense John Arnold.
 
Concerto non certo facile, ma neanche così “ostico” come qualcuno aveva previsto.
In effetti, il concerto è iniziato nella maniera più blanda e tradizionale, con un “monologo” (leggi: assolo) di Giammarco che ha interpretato uno degli standard più famosi, All of Me, con grande classe e senza neanche troppi “voli pindarici”.
 
È stata poi la volta di Arnold, e il suo “monologo” è stato non virtuoso ma tutto incentrato su una ricerca ritmica e tonale, espressa su un drum-kit essenziale.

Quando è iniziato il “dialogo” i due si sono divertiti ad accompagnarsi vicendevolmente, scambiandosi “frasi” o lanciandosi provocazioni.
La seconda parte del concerto ha visto protagonista l’elettronica: un inizio splendido, giocato su sottili atmosfere e su una leggerezza di espressione minimalista. La crescita esponenziale dei loop pre-registrati e delle frasi costruite in diretta ha dato vita ad un vortice di suono che è poi sfociato in una sequenza ritmica su cui i due hanno ripreso a suonare in diretta con i loro strumenti.
 
C’è stato un momento centrale di cosiddettastanca” in cui, chi usa l’elettronica, cade facilmente, tutto preso a creare sequenze senza (a volte) rendersi conto che i suoi tempi di costruzione possono non coincidere con quelli di ascolto.
 
Grandi applausi finali e richiesta di bis, eseguito poi, nuovamente, con gli strumenti tradizionali.
 
Venerdì prossimo marzo sarà la volta di Rita Marcotulli (pianoforte) e Nguyên Lê (chitarra).
 
 Informazioni 
 

Furio Sollazzi

Pavia, 14/03/2007 (5277)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool