Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
domenica, 24 gennaio 2021 (356) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Passeggiata cinofila notturna
» Passeggiata naturalistica a San Ponzo
» Festa del Parco a Casei Gerola
» Erbe dalla natura al piatto
» Il Sentiero delle Fontane... con pic-nic tipico
» Sulla Via delle Farfalle
» A caccia di tartufi
» A spasso tra fossili, sedimenti e rocce
» A cena con le lucciole
» Bosco in festa!
» L’arte di essere un genitore… A contatto
» Ciclo-staffetta tra i parchi del Ticino e del Po
» Una giornata da trapper!
» Bioscambio
» La notte degli allocchi e dei profumi
» Ancora a Caccia di Uova…
» Q di…quercia!
» Terre d’acqua, scrigno di vita
» Il bosco e i suoi abitanti al chiar di luna
» Luna di ghiaccio

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Torna a Pavia il Mercatino del Ri-Uso
» Dame e Cavalieri di oggi e di ieri
» Visita gratuita ai luoghi di San Riccardo Pampuri
» Un sabato al Museo per la Storia dell'Università
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera - Sull'onda dello Ukiyo-e
» Natale in museo per bambini
» Leonardo e l'antico Ospedale San Matteo di Pavia
» Torre in Festa
» Museo per la Storia - apertura sabato
» Mortara e Primo Levi
» Pavia in posa, da Hayez a Chiolini
» Al Passo con il Naviglio Pavese
» A tu per tu con l'opera: Pietro Michis
» Lo sguardo di Maria
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera kids
 
Pagina inziale » Turismo » Articolo n. 5384 del 11 aprile 2007 (2338) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Passeggiata in Val Tidone
Passeggiata in Val Tidone
Ogni tanto gli intrepidi camminatori del GEA (Gruppo Escursionistico Appennino Pavese), “sgambettano” in provincia… come nel caso della gita in programma per questa domenica, che si svolgerà sul sentiero naturalistico che collega il Passo Penice al Giardino Alpino di Pietra Corva, nel territorio comunale di Romagnese.
 
L’escursione è adatta a tutti, si tratta infatti di una semplice passeggiata tra la vegetazione delle nostre colline, che si sviluppa tra i 1149 metri di quota del Passo Penice ai 1000 metri dei giardino.
 
Costeggiando le pendici del Monte Castello, dove sono visibili i resti di un castello (XII sec.), che controllava i transiti nei pressi del Passo Penice, si arriva ai Sassi Neri, serie di affioramenti di rocce ofiolitiche - dal greco ophis=serpente e lithos= roccia, per via del colore verde scuro dei minerali lucenti (serpentini) -, quindi al Monte Pan Perduto e, infine al Monte Pietra di Corvo, sperone di scura roccia vulcanica, riconoscibile tra i monti circostanti per la forma caratteristica, che deve probabilmente il nome al suo aspetto particolarmente aspro e cupo.
 
L’omonimo giardino, uno dei 28 giardini alpini presenti in Italia, vale ovviamente una sosta per la visita.
 
Voluto dal dottor Alfredo Ridella, medico veterinario, grande appassionato di botanica, il giardino nacque dalla raccolta che questi fece di molte specie di vegetali rare e comuni, provenienti da ambienti montani, anche lontanissimi fra loro, visitati nel corso dei suoi viaggi: dai Carpazi ai Pirenei, dalle Ande all’Himalaya, incluse, ovviamente le Alpi.
Situato in una nicchia di territorio dal clima particolarmente fresco, e quindi adatta ad ospitare anche la flora alpina, tipica di quote ben più elevate di quella del giardino, esso persegue ancora oggi lo scopo per cui fu creato nel 1967: la coltivazione e la conservazione di queste piante a scopo di tutela e divulgazione.
 
Aiuole ben curate suddividono così le collezioni montane lungo i pendii, mentre piante acquatiche incorniciano un laghetto situato in una radura vicina all’ingresso.
Poco distante da una sponda sorge anche un centro visite, che ospita un piccolo museo didattico, dotato di pannelli descrittivi, vetrinette, cassette entomologiche, immagini fotografiche e di un acquario ove si
possono osservare ì tritoní che popolano lo stagno, mediante i quali si vogliono rappresentare l'ambiente naturale e le peculiarità dell'Oltrepò pavese.
 
N.B.: Da quest'anno è possibile partecipare alle escursioni del GEA solo se muniti di assicurazione: o stipulata a titolo personale oppure ottenuta attraverso il tesseramento FIE o l'iscrizione annuale al Gruppo Escursionistico Appenino Pavese  (o comunque un'associazione sportiva la cui polizza assicurativa copra in caso di infortuni occorsi durante le escursioni).
 
 Informazioni 
Dove: ritrovo c/o Piazzale della FFSS di Pavia per il trasferimento con pullman privato
Quando: domenica 15 aprile 2007, ore 7.45 il ritrovo e ore 8.00 la partenza
Per informazioni e prenotazioni: al venerdì sera c/o Consiglio Circoscrizionale Pavia Storica
Piazza della Vittoria, 21 oppure al 338/4746754 (Giuseppe Pireddu, presidente del GEA).
 

La Redazione

Pavia, 11/04/2007 (5384)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2021 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool