Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 21 gennaio 2021 (458) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Squali, predatori perfetti"
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» Lady Be Mosaici Contemporanei
» Oltre lo sguardo
» Looking for Monna Lisa
» Attraverso i nostri occhi
» Un patrimonio ritrovato
» Spazio sospeso
» Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Capolavori dell'arte giapponese
» EXIT hotel fantasma in provincia di Pavia
» Colore e tempo
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» "I colori della speranza"
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Prima che le foglie cadano
» La bellezza della scienza
» Mostra "Natura ed artificio in biblioteca"
» Schiavocampo - Soddu
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Lectio magistralis di Vittorio Sgarbi
» Scienziati in prova
» Notte dei Ricercatori - Settimana della Scienza
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Porte Aperte
» Giornata del Laureato
» Bloomsday
» Nuove generazioni - I volti giovani dell'Italia multietnica
» Tutto quello che avreste voluto sapere sulla Pila di Volta
» Paolo Gentiloni, Roberto Maroni e Ferruccio de Bortoli a Pavia
» Viaggio nel lato oscuro dell'universo
» Scienziati in Prova
» SHARPER: il volto umano della ricerca
» Fiera delle Organizzazioni Non Governative e della Società Civile
» Giornata del Laureato
 
Pagina inziale » Università » Articolo n. 5459 del 27 aprile 2007 (4918) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Ticinum-Papia. Tra l’incudine e il martello
Ticinum-Papia. Tra l’incudine e il martello
Per la prima volta dopo duecento anni, le monete della Ticinum Papia saranno esposte al pubblico in una mostra che offre l’opportunità di apprezzare parte della preziosa collezione numismatica del Museo di Archeologia dell’Università, comprendente circa 8000 pezzi provenienti in massima parte da raccolte private.
        
La mostra “Ticinum-Papia. Tra l’incudine e il martello” scaturisce dall’intensa attività di ricerca condotta sulla collezione numismatica dell’Ateneo pavese e si concentra specificamente sulle emissioni della zecca di Pavia, che coprono un arco temporale di circa mille anni, dalla Ticinum romana del III - IV secolo d. C. alla città medievale del XV secolo inserita nella signoria Viscontea.
 
Il materiale in esposizione testimonia infatti la storia e l’economia della città, dalla romana Ticinum - una delle circa dieci zecche che producevano moneta per tutto l’impero romano – alla capitale longobarda, che a testimonianza della nuova unità e identità politica e culturale emise una moneta d’oro con l’immagine del pa­trono San Michele, alla Papia imperiale, poi comunale, fino alla signoria dei Visconti, ai quali si deve il grosso in argento con l’effigie di San Siro, modellato sul ritratto di Sant’Ambrogio sulla moneta contemporanea di Milano.
 
L’esposizione - spiega la curatrice Claudia Maccabruni - presenta una serie di monete molto diverse per stato di conservazione e valore, dagli esemplari in bronzo di epoca romana ai pezzi rari, in oro, di età longobarda”.
 
Corredata da documenti d’epoca e materiali illustrativi, la mostra affronta temi multidisciplinari che coinvolgono settori della storia, dell’economia, della tecnologia, dell’arte e della religione.
La scelta di presentare una sola sezione della ricca collezione universitaria, costituitasi all’inizio dell’Ottocento – continua Maccabruni – risponde al desiderio di richiamare l’attenzione dei visitatori sulle tecniche di produzione delle monete, sulla valenza storica e sulle iconografie caratteristiche di una classe di materiali che da secoli affascina collezionisti di tutte le età”.
 
Organizzata dal Museo di Archeologia del Sistema Museale di Ateneo dell’Università di Pavia, con il patrocinio del Comune di Pavia, della Provincia di Pavia e della Società Pavese di Storia Patria e con il contributo della Fondazione Comunitaria della Provincia di Pavia, la mostra sarà inaugurata venerdì pomeriggio alla al salone Teresiano della Biblioteca Universitaria, alla presenza di Stefano Maggi (dipartimento di Storia dell’Antichità dell’Università di Pavia), Renata Crotti (assessore al Turismo della provincia di Pavia) e Ermanno Alessio Arslan (accademico dei Lincei e già direttore del Museo Civico Archeologico di Milano).
 
 Informazioni 
Dove: Salone Teresiano della Biblioteca Universitaria, palazzo centrale dell’Università, corso Strada Nuova, 65 - Pavia
Quando: dal 4 (inaugurazione alle ore 17.30) fino al 25 maggio 2007
Aperta dal lunedì al venerdì: 9.00-13.00 e 14.30-18.30 e sabato mattina: 9.00-13.00
Ingresso: gratuito.
 
 
Pavia, 27/04/2007 (5459)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2021 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool