Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 3 dicembre 2020 (737) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Dame e Cavalieri di oggi e di ieri
» 14^ Scarpadoro - via alle iscrizioni!
» BirrArt 2019
» Torre in Festa
» Festival dei Diritti 2019
» Ticino EcoMarathon
» Pavia per gli animali
» Mostra mercato “Antiche varietà agricole locali e piante spontanee mangerecce”
» “Barocco è il mondo” Sbarco Sulla Luna
» Non solo Cupola Arnaboldi – Pavia fa!
» Festa del Ticino 2019
» Scarpadoro di Capodanno
» Giornata del Laureato
» Africando
» Palio del Ticino
» BambInFestival 2019
» RisvegliAmo la Relazione: Io e l'Ambiente – II edizione
» Festa del Roseto
» Festa di Primavera: Mostra dei Pelargoni
» Next Vintage

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Carnevale degli Animali... al Museo!
» Il Sentiero dei Piccoli - Open Day
» Biodiversità degli animali
» Riabitare l'Italia & Appennino atto d'amore
» Festa dell'Albero 2019
» Lotte biologica, l'importanza dell'impollinazione da parte delle api
» Come moltiplicare le piante in casa: tecniche e consigli
» Corso sulla biodiversità urbana
» Passeggiata naturalistica
» Corso base di acquarello naturalistico
» La Margherita di Adele
» Pavia per gli animali
» Mostra mercato “Antiche varietà agricole locali e piante spontanee mangerecce”
» BiodiverCittà - passeggiata al Parco della Sora
» Biodivercittà - passeggiata al Parco della Vernavola
 
Pagina inziale » Ambiente » Articolo n. 5494 del 7 maggio 2007 (2052) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Cicogna Day
Il logo della manifestazione
Naturalisti per un giorno – quello di domenica prossima, in cui ricorre la Giornata Mondiale degli Uccelli Migratori – per il monitoraggio della Cicogna bianca in Pianura Padana.
 
Il Cicogna Day  è un’iniziativa organizzata da Olduvai onlus, che intende promuovere – per la prima volta – la partecipazione diretta dei cittadini al censimento delle coppie nidificanti e dei soggetti estivanti nell'intero territorio lombardo e che, per la provincia di Pavia, si traduce nella Festa della Cicogna, organizzata presso il Centro Parco e il Centro Cicogne Cascina Venara, dove sarà possibile fermarsi a pranzo supportando così il progetto di reintroduzione nella Valle del Ticino.
 
È per altro proprio di questi giorni la notizia dell'identificazione (grazie al codice IDBL riportato sull'anello colorato leggibile a distanza) della la Cicogna bianca inanellata, appunto, e battezzata Trujillo, che, con una femmina apparentemente selvatica, ha iniziato a frequentare il centro storico di Pavia.
Ora la coppia è impegnata nella costruzione del nido sul campanile della chiesa di San Luca ed è facilmente osservabile durante i suoi spostamenti tra il fiume e gli antichi edifici del centro storico della città o mentre volteggia su Borgo Ticino.
 
Sarà l’occasione per osservare dal vero le Cicogne bianche, impegnate nell’allevamento dei propri pulcini, e per dare un contributo concreto e diretto alla conservazione del leggendario migratore, protagonista di un ambizioso programma di reintroduzione che ne sta consentendo il lento ritorno nella Pianura Padana lombarda.
 
Il programma domenicale prevede: visite al Centro Cicogne nell’arco dell’intera giornata (ogni 30 minuti); una visita pomeridiana alla Riserva Bosco Siro Negri, autentico gioiello della Pianura Padana; pranzo a base di prodotti da agricoltura biologica o integrata e ricette tipiche; giochi di ruolo per adulti sul tema biodiversità e cambiamenti climatici e “La Cicogna bianca va a teatro”, un divertente spettacolo di marionette che nel pomeriggio racconterà la storia di questo meraviglioso migratore. I bambini, poi, vestiti i panni di Cicogna rivivranno la sua storia in prima persona.
 
Il Cicogna Day vuole anche fornire un contributo alla diffusione delle conoscenze rispetto le caratteristiche, le problematiche e i progetti di tutela che riguardano la specie, un’opportunità per parlare di qualità dell’ambiente agricolo, conservazione della biodiversità e tutela della salute dell’Uomo. Tema  portante della Giornata Mondiale degli Uccelli Migratori del 2007 saranno gli effetti dei cambiamenti climatici sulla conservazione degli uccelli migratori.
 
I cambiamenti climatici in corso – rispetto ai quali l’Uomo ha importanti responsabilità sia per quanto riguarda le origini, sia per quanto riguarda le possibili azioni di contenimento degli effetti – comportano, infatti, una serie di gravi problematiche (varie in funzione delle caratteristiche delle diverse specie) per gli uccelli migratori, in particolare:
 
·      la perdita di habitat determinanti per la riproduzione, lo svernamento e la migrazione (aree di sosta);
·      il cambiamento delle rotte migratorie e delle aree di distribuzione nelle diverse stagioni, con un aumento della competizione alimentare con altre specie ed una competizione per le aree e i siti di nidificazione;
·      lo sfasamento del calendario riproduttivo degli uccelli (anticipato rispetto al passato) rispetto al calendario dello sviluppo della vegetazione e della riproduzione delle specie-preda, con un calo sostanziale della disponibilità di cibo nel corso dell’allevamento dei piccoli nei nidi;
·      un effetto cumulativo con le numerose altre problematiche che minacciano la biodiversità, tra le quali si ricorda l’inquinamento, la trasformazione e la frammentazione degli habitat naturali, la competizione con specie alloctone, il prelievo venatorio e il bracconaggio, costituendo in alcuni casi la causa finale che condurrà numerose specie all’estinzione.
 
Certamente, i fenomeni in corso sono difficilmente arrestabili, particolarmente se si considerano scadenze temporali di breve periodo, è però fondamentale che ognuno di noi sia correttamente informato sui gravi effetti di tali cambiamenti sulle condizioni della vita sul pianeta e che ognuno di noi faccia il possibile per contribuire a contenere tali effetti.
Una radicale trasformazione delle abitudini energetiche – in materia di quantità dei consumi e di selezione delle fonti – costituisce, certamente, uno dei passaggi fondamentali che non può però prescindere da una diffusa ed effettiva rivoluzione culturale… e questa iniziativa intende fornire un contributo in tal senso.
 
 Informazioni 
Dove: Centro Parco Cascina Venara - Zerbolò
Quando: domenica 13 maggio 2007, dalle 10.00 alle 18.00
Per informazioni :
Tel.: 338/6320830 (mercoledì-domenica, dalle 10.00 alle 18.00)
 
La segnalazione dei nidi e dei soggetti potrà essere effettuata con le seguenti modalità:
·        On-line, compilando il form disponibile sulla home del sito dedicato al Progetto Cicogna bianca (nella sezione "Segnala il tuo avvistamento")
·        Compilando le schede scaricabili dalla home dello stesso sito (sezione "Censimento coppie nidificanti") ed inviando una mail o una comunicazione cartacea presso la sede legale dell’Associazione Olduvai Onlus (Via Ercole Ferrario, 12 – 20144 Milano) oppure presso il Centro Parco e Centro Cicogne Cascina Venara (Cascina Venara - 27020 Zerbolò - PV) oppure consegnandole direttamente al Centro Parco in occasione della Festa della Cicogna bianca.
 
 
Pavia, 07/05/2007 (5494)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool