Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
sabato, 23 gennaio 2021 (346) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Il Santuario della Bozzola e la sua Sagra
» Il Modello del Duomo
» Il Castello di Zavattarello
» Peter Pan
» Trappola per topi
» San Valentino
» La Madonna di Piazza Grande
» Il Regisole
» Palazzo Mezzabarba
» Villa Botta Adorno
» Una giornata nel Parco Visconteo
» Economisti e badesse
» Il Duomo di Vigevano
» Avventure di un castello
» Il Palazzo Belcredi
» Castello di Scaldasole
» Il Castello Visconteo

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Dame e Cavalieri di oggi e di ieri
» Torna a Pavia il Mercatino del Ri-Uso
» Visita gratuita ai luoghi di San Riccardo Pampuri
» Un sabato al Museo per la Storia dell'Universit√†
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera - Sull'onda dello Ukiyo-e
» Natale in museo per bambini
» Leonardo e l'antico Ospedale San Matteo di Pavia
» Torre in Festa
» Museo per la Storia - apertura sabato
» Mortara e Primo Levi
» Pavia in posa, da Hayez a Chiolini
» Al Passo con il Naviglio Pavese
» Lo sguardo di Maria
» A tu per tu con l'opera: Pietro Michis
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera kids
 
Pagina inziale » Turismo » Articolo n. 553 del 9 ottobre 2000 (5723) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
La torre Belcredi
La torre Belcredi

La Torre Belcredi è l'unica torre gentilizia ancora intatta ed è la più alta di Pavia. Essa è ubicata a Pavia in Via Luigi Porta all'angolo con Vicolo S. Colombano, in prossimità della torre di S. Dalmazio e della chiesa dei SS. Apostoli Giacomo e Filippo, in corrispondenza del piazzale su cui affaccia l'ingresso dell'Ufficio I.V.A..

La torre appare oggi conservata integralmente nella forma e nelle funzioni, a parte la costruzione di un servizio igienico sopra il primo solaio. D'altro canto la sua dislocazione (prossima a quella della Mostiola) ne compromette le finalità belliche, confermandone quindi la valenza simbolica. Il tema stesso della torre si trasforma da torre-vedetta, manifestazione di prestigio e di forza della casata, in elemento decorativo e simbolico-celebrativo, talvolta anche con funzione di "belvedere".

Coerentemente con le caratteristiche delle altre torri pavesi, la Belcredi è di forma pressoché quadrata, alta e stretta e con poche e piccole aperture. Inoltre anche le altre torri sono frequentemente situate agli angoli delle strade e fiancheggiate alla base da un voltone o da altri edifici. Spesso in sommità terminano tronche e possono presentarsi cave sin dal piano terra, poiché l'accesso avveniva all'interno degli edifici confinanti.

L'altezza della torre Belcredi è di circa 60 metri, equivalenti a 100 braccia; probabilmente essa non è stata alterata nel tempo. I lati misurano infatti 5.90 m. ma lo spessore della muratura si assottiglia verso l'alto: al piano prigione è pari a 1.80 m., al piano corrispondente al piano nobile del Palazzo è pari a 1.55 m., a circa metà dell'altezza a 1.20 m., per arrivare alla sommità a soli 0.80 m.

Il servizio igienico - conseguente agli interventi di ristrutturazione eseguiti nei primi anni '70 - è, come già visto, la manomissione più evidente. Probabilmente le condizioni di accesso alla Torre erano già state modificate anticamente, adibendo il piano terra a prigione; l'ingresso alla Torre, al primo piano, probabilmente avveniva attraverso l'apertura centinata (ora occlusa) che prospetta il Vicolo S. Colombano: originariamente non in vista, essa collegava la Torre con l'edificio contiguo per mezzo di un voltone. L'accesso al piano terra, invece, era autonomo e collocato sul lato nord a filoterra.

 
 Informazioni 
 

Paola Zanaletti

Pavia, 09/10/2000 (553)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2021 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool