Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 28 maggio 2020 (1021) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Fabrizio Poggi & Chicken Mambo: Spaghetti Juke Joint
» Macadam: Latitudine incrociate
» Nat Soul Band: Not so bad
» Far Out
» Ho sbagliato secolo
» Blues, Blues e ancora Blues
» Shag’s Airport
» Accordiamoci
» Il leone nell’Arena
» Francesco Garolfi: Un posto nel mondo
» Alberto Tava: il nuovo disco Mediterraneo
» Il matrimonio che vorrei: da oggi a Pavia
» Reality: ma quando ANCHE a Pavia?
» Il rosso e il blu: scuola italiana...
» Magic Mike: quando è lui a spogliarsi...
» Giorgia, che sorpresa!
» I Beach Boys in Italia: c’ero anch’io!
» Il ritorno dell'uomo armonica
» Wanna Be Startin’ Somethin’. Thriller rivisitato
» Un disco tutto pavese per Woody Guthrie

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 5750 del 16 luglio 2007 (1681) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Un disco per Bardotti
Un disco per Bardotti
"Concerto grosso - The seven seasons" è il primo disco, pubblicato dopo la sua scomparsa, che viene dedicato al ricordo della figura artistica (ed umana) del pavese Sergio Bardotti, produttore e collaboratore dei precedenti "Concerto Grosso 1 e 2", pubblicati rispettivamente nel 1971 e nel 1976, che si rivelarono un perfetto e riuscitissimo connubio tra melodia e pop-rock sinfonico, grazie anche all'intervento dell'arrangiatore argentino Luis Enriquez Bacalov; è anche l'album che vede il ritorno dei New Trolls con i fondatori Vittorio De Scalzi e Nico Di Palo, due delle più belle voci degli anni '70.
 
Tra gli ospiti del disco, Shel Shapiro (ex-Rokes), che ha curato i brani in lingua inglese ed è presente in un pezzo come voce recitante e Franz Di Cioccio, batterista della PFM, come produttore esecutivo.
 
Il ritorno dei New Trolls arriva a distanza di ben 10 anni dall'ultima volta che la band ha suonato insieme. Nico Di Palo torna alla piena attività dopo un brutto incidente. Purtroppo Nico non può più suonare la chitarra e ora dal vivo, oltre a cantare, suona le tastiere ma la sua energia creativa e il suo talento sono ancora fondamentali tanto è vero che quasi tutti i brani dell’album portano la firma De Scalzi-Di Palo.
Nel disco, però, non ascolterete mai la famosa voce “alta” di Nico, se non nei cori.
 
Il disco è sulla falsariga dei due precedenti e il suono è ovviamente prog anni ’70 con delle spruzzate di Queen, ma questo non inficia la validità del prodotto; anzi, per gli amanti del genere rappresenta una vera chicca.
 
Cantato tutto in inglese, offre una bonus-track “So che ci sei”, traduzione in italiano di un brano del Concerto.
 
In Italia si ascolterà dal vivo il 5 agosto a Trieste, in un concerto in piazza dal quale sarà tratto probabilmente un dvd.
 
 Informazioni 
 

Furio Sollazzi

Pavia, 16/07/2007 (5750)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool