Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 28 maggio 2020 (1000) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Fabrizio Poggi & Chicken Mambo: Spaghetti Juke Joint
» Macadam: Latitudine incrociate
» Nat Soul Band: Not so bad
» Far Out
» Ho sbagliato secolo
» Blues, Blues e ancora Blues
» Shag’s Airport
» Accordiamoci
» Il leone nell’Arena
» Francesco Garolfi: Un posto nel mondo
» Alberto Tava: il nuovo disco Mediterraneo
» Il matrimonio che vorrei: da oggi a Pavia
» Reality: ma quando ANCHE a Pavia?
» Il rosso e il blu: scuola italiana...
» Magic Mike: quando è lui a spogliarsi...
» Giorgia, che sorpresa!
» I Beach Boys in Italia: c’ero anch’io!
» Wanna Be Startin’ Somethin’. Thriller rivisitato
» Il ritorno dell'uomo armonica
» Un disco tutto pavese per Woody Guthrie

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 5759 del 20 luglio 2007 (3253) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Max Pezzali: Time Out
Max Pezzali: Time Out
E’ innegabile che al di là di ogni possibile critica o accusa di banalità, Max Pezzali è riuscito a creare uno stile tutto suo, immediatamente riconoscibile al primo ascolto. Seppur uguali a sé stesse nello sviluppo armonico, le sue canzoni riescono ad essere sempre nuove e fresche, con il loro linguaggio adolescenziale che ha caratterizzato un’epoca ma che, ancora oggi, trova collocazione e ascolto.
 
Già disco di platino in prevendita, "Time out" e il nuovo disco di Max Pezzali, a oltre 3 anni dall'ultimo album di inediti, è la l’undicesima fatica in studio.
 
La copertina (il volto di Max sormontato da una cartina geografica) suggerisce che il tema del viaggio, ancora una volta, sarà presente in questo album. Questo è un disco “on the road”, vitale e dinamico; la rinascita del sodalizio artistico con Claudio Cecchetto.
 
Massimo Pezzali, in arte Max, nasce a Pavia nel 1967. Coltiva da subito la passione per le moto e la musica rock, e l'ultimo anno di liceo, fa amicizia con il nuovo compagno di banco, Mauro Repetto, con cui comincia a scrivere le prime canzoni. Con lo pseudonimo di "I pop", si presentano con una audiocassetta da Claudio Cecchetto, che gli cambia il nome in 883 (nome di una moto Harley Davidson) e li lancia al festival di Castrocaro con il brano "Non me la menare".
Seguiranno album "Hanno ucciso l'uomo ragno" e "Nord sud ovest est", che consacreranno i due come astri nascenti del pop. Dopo l'abbandono di Mauro Repetto (che tenta senza fortuna la carriera solista) Max mantiene nome e logo degli 883 fino al 2002, quando si presenta solamente come Max Pezzali, dando vita ad un nuovo corso della sua carriera. 
 
Nel 2005 è uscito un album contenente i suoi migliori successi, si è sposato con la fidanzata Martina e si è trasferito a Roma, è ingrassato 30 chili, ma adesso è tornato in forma: “Ho perso 22 chili e mezzo. Sono andato dal dietologo di Maurizio Costanzo. Con me però la cura ha funzionato. Anche se resto un pantofolaio senza speranza”.
 
In Time Out testi e musica sono, come sempre, di Max, ma il cast è davvero notevole: ci sono i fedeli Pier Paolo Peroni e Claudio Guidetti, c’è Eros Ramazzotti solista alla chitarra nel brano “Sei fantastica” e c’è Tiziano Ferro nei cori della title-track.
 
Il prossimo autunno decollerà anche l’attesissimo Max 2007 Tour, un fitto calendario live che, dopo il debutto di Milano, il 12 ottobre al Datch Forum, toccherà tutte le piazze più importanti d’Italia. “Cantare ancora con l’altro 883 Mauro Repetto? Perché no? Non abbiamo mai litigato. Ora non ci sentiamo più, ma se Mauro volesse, potremmo fare qualche concerto insieme”.
Lo rivela Max in un intervista a Donna Moderna.
 
 Informazioni 
 

Furio Sollazzi

Pavia, 20/07/2007 (5759)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool