Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 25 maggio 2020 (938) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Fabrizio Poggi & Chicken Mambo: Spaghetti Juke Joint
» Macadam: Latitudine incrociate
» Nat Soul Band: Not so bad
» Far Out
» Ho sbagliato secolo
» Shag’s Airport
» Blues, Blues e ancora Blues
» Accordiamoci
» Il leone nell’Arena
» Francesco Garolfi: Un posto nel mondo
» Alberto Tava: il nuovo disco Mediterraneo
» Il matrimonio che vorrei: da oggi a Pavia
» Reality: ma quando ANCHE a Pavia?
» Il rosso e il blu: scuola italiana...
» Magic Mike: quando è lui a spogliarsi...
» I Beach Boys in Italia: c’ero anch’io!
» Giorgia, che sorpresa!
» Wanna Be Startin’ Somethin’. Thriller rivisitato
» Il ritorno dell'uomo armonica
» Un disco tutto pavese per Woody Guthrie

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 5760 del 20 luglio 2007 (2146) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Lucio Dalla: Il contrario di me
Lucio Dalla: Il contrario di me
Finalmente un bel disco di Lucio.
Erano ormai anni che non ne incideva uno così e ormai disperavo quasi che riuscisse ancora a produrlo.
 
Perso tra corsi universitari, orchestre sinfoniche, rigurgiti jazz e un tentare di essere “nuovo” a tutti i costi, aveva smarrito quella lucida immediatezza che, da sempre, caratterizzava le sue canzoni.
Aveva anche disimparato a cantare, dilettandosi in strani gorgheggi che poco avevano a che fare con la ruvida anima jazz-soul che trasudava dal suo primordiale stile. Anche l’acuta ironia si era disciolta nel suo “prendersi troppo sul serio”.
 
E invece, eccolo di nuovo qui, con una manciata di canzoni convincenti e ammalianti, tutte possibili hit. Il nuovo disco vede Dalla in veste di arrangiatore e produttore (con Marco Alemanno) e ci riporta un artista ispirato e intenso come non gli succedeva da tempo.
Quando ho letto tra gli autori dei brani, abbinato a quello di Lucio, anche un T. Ferro, mi sono detto “Toh, guarda, Tiziano Ferro che scrive brani per Dalla! Chissà come sarà?” E invece ho scoperto che si trattava di Tullio Ferro, autore prolifico e illuminato, che già aveva scritto per Dalla “Washington” e tanti altri hits per diversi artisti e ne ho ritrovato le tracce (e lo zampino) in altri brani.
 
"Il Contrario di me", il nuovo disco di Lucio Dalla, contiene undici tracce inedite, frutto di quattro anni di sperimentazione.
Nato da un lavoro fotografico di Maurizio Galimberti che firma la copertina e che, incontrando casualmente Dalla ad ArteFiera a Bologna, l'ha ripetutamente fotografato creando con lui diversi doppi di se stesso che hanno dato origine al titolo del disco.
Ppreceduto dal brano "Due dita sotto il cielo" scritto per Valentino Rossi e dal nuovo singolo "Lunedi'", entrambi già nelle radio, è stato messo in vendita nei negozi tradizionali e in quelli digitali e si troverà anche in tutte le edicole con "L'Espresso" e "La Repubblica".
 
 Informazioni 
 

Furio Sollazzi

Pavia, 20/07/2007 (5760)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool