Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
venerdì, 27 novembre 2020 (358) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» 4 itinerari in provincia
» Leonardo torna in Castello
» Casei a spasso con la cultura, tra libri e teatro
» Un convegno sulla risorsa acqua
» 3, 2, 1... IAT!
» Ecco la Greenway
» Cacciatori consapevoli
» Lotta al randagismo
» Un connubio tra Cultura e Natura
» Cappuccetto Rosso nel Parco del Ticino
» Mezzanino e il Museo del Po
» Passato e futuro sul fiume Ticino
» La tre giorni del Naviglio Pavese
» Educare alla biodiversità
» Apre l'ufficio animali!
» Fiumi Sicuri
» Sulle Ali degli Aironi
» Il Bosco e le sue creature
» L'A21L nel web
» Differenziare paga

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Carnevale degli Animali... al Museo!
» Il Sentiero dei Piccoli - Open Day
» Biodiversità degli animali
» Riabitare l'Italia & Appennino atto d'amore
» Festa dell'Albero 2019
» Lotte biologica, l'importanza dell'impollinazione da parte delle api
» Come moltiplicare le piante in casa: tecniche e consigli
» Corso sulla biodiversità urbana
» Passeggiata naturalistica
» Corso base di acquarello naturalistico
» La Margherita di Adele
» Pavia per gli animali
» Mostra mercato “Antiche varietà agricole locali e piante spontanee mangerecce”
» BiodiverCittà - passeggiata al Parco della Sora
» Biodivercittà - passeggiata al Parco della Vernavola
 
Pagina inziale » Ambiente » Articolo n. 5779 del 30 luglio 2007 (2646) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Green Ways nel Parco del Ticino
Green Ways nel Parco del Ticino
Da Sesto Calende ad Abbiategrasso 337 chilometri tra piste ciclabili, sentieri ciclopedonali ed alzaie rappresentano strumenti in continua espansione per sviluppare il turismo sostenibile e assicurare potenzialità al territorio.
 
Il Presidente del Parco del Ticino, Milena Bertani, ha presentato a Pavia nel corso del Tavolo Territoriale di Confronto – Sessione Tematica sulle potenzialità del turismo sostenibile e di sviluppo del territorio – un’approfondita relazione sulle sviluppo delle Green Ways nel territorio dell’Ente.
Punto di partenza è l’analisi del contesto territoriale e della fruizione turistica del Parco del Ticino condotta dal Touring Club.
 
Le vie verdi, secondo la “Dichiarazione di Lille del 2000”, sono costituite attraverso il recupero e l’utilizzo a fini ricreativi di strade e alzaie e di servizio di canali e argini dei fiumi, delle linee ferroviarie dismesse, nonché di altre infrastrutture lineari dedicate quali strade campestri e tratturi.
 
“In Lombardia gli Enti Pubblici – ha dichiarato il Presidente del Parco, Milena Bertani – hanno la possibilità, senza costruire nulla di nuovo, senza intaccare territorio e paesaggio, di costruire una rete, recuperabile con poca fatica e poca spesa, del tutto separata dalla viabilità ordinaria. Sono percorsi fruibili con mezzi ecologici (a piedi, a cavallo o in bicicletta). Per fare questo occorre gestire il territorio, recuperando zone derelitte o sottoutilizzate, foriere di degrado non solo ambientale. Si eviteranno sprechi e si razionalizzerà l’uso del territorio. Si contribuirà alla sensibilità dei cittadini verso questi temi. Anche da queste azioni nasce il cosiddetto sviluppo sostenibile.
 
Il Parco del Ticino è stato antesignano rispetto a questa opportunità. Già nel 1992 il Parco, attraverso una convenzione con la Regione Lombardia, ha realizzato il primo tratto di pista ciclabile lungo il Naviglio Grande, da Turbigo ad Abbiategrasso, e successivamente, dopo un accordo con il Consorzio Villoresi, lungo un tratto di Naviglio di Bereguardo, da Abbiategrasso a Besate. Nel luglio del 1999 un altro tratto di pista è stato ufficialmente aperto: quello lungo il Canale Industriale che va dalla Maddalena (frazione di Somma Lombardo) sino a Nosate, quattordici nuovi chilometri di proprietà dell’ENEL, ceduti in gestione al Parco.
 
Innestatosi sull’esperienza delle “Vie verdi nord” il Parco ha esteso alla parte sud del suo territorio, tra Abbiategrasso e Pavia, la realizzazione di “Le Vie Verdi del Ticino zona Sud, provincia di Pavia”, una rete sentieristica della lunghezza totale di 287 chilometri.
 
Il progetto, iniziato nella primavera di quest’anno, ha già visto la realizzazione delle due dorsali principali situate a destra (Cassolnovo-Po) e a sinistra (Abbiategrasso-Po) del corso del Ticino e sta per essere completata la realizzazione degli anelli che collegheranno le dorsali principali con punti di interesse storico-paesaggistico e culturale.
Si prevede che entro fine anno verranno completate le diverse opere compresa la apposita segnaletica, sia lungo i percorsi, sia agli incroci e nei punti di accesso strategici localizzati sul territorio.
Si sta inoltre collaborando attivamente con i Comuni per implementare un raccordo tra la rete ciclo-pedonale del Parco con le piste ciclabili e i percorsi pedonali comunali.
 
Un secondo progetto, ancora in fase preliminare, prevede la realizzazione di un percorso che colleghi il Ponte della Becca a Rea Po. Il tracciato attraversa i Comuni di Mezzanino, Verrua Po e Rea Po con una lunghezza complessiva di 5 chilometri circa. L’itinerario è suddiviso in quattro tratti correlati ad altrettanti temi di carattere storico e turistico, geomorfologico, botanico e naturalistico.
 
 Informazioni 
 

Comunicato Stampa

Pavia, 30/07/2007 (5779)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool