Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 6 luglio 2020 (1313) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Festa dell'Albero 2019
» Gioca d'anticipo!
» Scienziati in prova
» Lavanda e farfalle...
» Filippo Solibello, Stop plastica a mare
» Alla Ricerca della Carta Perduta
» Caccia al tesoro in Gipsoteca
» Pint of Science
» Pavia Plastic Free... liberiamo la città dalla plastica
» Festival della Filantropia
» CineMamme: al cinema con il bebè
» #quandocaddelatorrecivica
» M'illumino di meno"-Edizione 2019
» Laboratorio di calligrafia
» Natale al Broletto
» Vallone Social Crew
» Scienziati in Prova
» Villa Necchi: “Luoghi del Cuore"
» Settimana del giovane naturalista
» Scienziati in Prova - L'impatto della Scienza sullo Società

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Torna a Pavia il Mercatino del Ri-Uso
» Dame e Cavalieri di oggi e di ieri
» Visita gratuita ai luoghi di San Riccardo Pampuri
» Un sabato al Museo per la Storia dell'Università
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera - Sull'onda dello Ukiyo-e
» Natale in museo per bambini
» Leonardo e l'antico Ospedale San Matteo di Pavia
» Torre in Festa
» Museo per la Storia - apertura sabato
» Mortara e Primo Levi
» Pavia in posa, da Hayez a Chiolini
» Al Passo con il Naviglio Pavese
» Lo sguardo di Maria
» A tu per tu con l'opera: Pietro Michis
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera kids
 
Pagina inziale » Turismo » Articolo n. 5799 del 16 agosto 2007 (2767) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Da Canterbury a Roma passando per Pavia…
Pietra che indica il chilometro zero a Canterbury
Lunedì 20 agosto farà tappa a Pavia un gruppo di pellegrini composto da 30 ciclisti di nazionalità inglese. Partiti venerdì 10 agosto dalla Cattedrale di Canterbury, hanno iniziato il pellegrinaggio lunga la Via Francigena che li porterà domenica 26 agosto a Roma.
 
Si tratta di un gruppo composto da 6 donne e 24 uomini, di età compresa tra i 16 e i 64 anni. Ognuno è spinto da motivazioni diverse anche se tutti sono uniti dal forte desiderio di macinare quasi 2000 chilometri per giungere a Roma sulle orme di Sigerico.  
Piuttosto numerosi i neofiti ciclisti che compongono il gruppo i quali si sono sottoposti a mesi di duro allenamento per affrontare la stimolante sfida. Per non ostacolare il traffico durante la loro pedalata, saranno divisi in tre gruppi e saranno seguiti costantemente da veicoli di supporto per il trasporto dei mezzi tecnici.
 
Il gruppo, per raggiungere la meta nell’arco di due settimane, percorrerà al giorno circa 120 km. Dopo aver attraversato lo Stretto della Manica in traghetto, il gruppo transiterà in Francia, Svizzera e attraverso il Passo del Gran San Bernardo, giungeranno appena dopo Ferragosto, in Italia.
Da lì scenderanno verso Aosta, Vercelli, Pavia, Fidenza, Aulla, Certaldo, San Quirico e Viterbo e, finalmente, taglieranno il traguardo in Piazza San Pietro, dove il loro arrivo è previsto per domenica 26 agosto.
 
La Provincia di Pavia, che ha aderito all’Associazione Europea delle Vie Francigene, si è resa disponibile ad offrire la necessaria accoglienza al gruppo di ciclisti. Per volontà dell’assessore al Turismo, Renata Crotti, gli uffici dell’Assessorato, hanno organizzato l’arrivo e la permanenza a Pavia del gruppo, proveniente da Vercelli dopo aver già percorso 1159 km dell’intero tratto.
 
I ciclisti inglesi saranno accolti in Borgo Ticino presso l’antico ospedale di Santa Maria in Betlem, luogo storico dell’accoglienza sulla Via Francigena. Visiteranno in bicicletta la città di Pavia e ceneranno in un ristorante tipico. Il giorno dopo proseguiranno il loro viaggio alla volta di Fidenza.
 
Particolare significato assume il viaggio di questo pellegrini/ciclisti: l’iniziativa ha infatti un preciso scopo benefico: raccogliere fondi per la campagna Salva la cattedrale di Canterbury e per altre opere di beneficenza scelte dagli stessi protagonisti.
 
Molto volentieriprecisa l’Assessore Crottiho accolto l’invito di William Petit consigliere comunale di Canterbury che ho recentemente conosciuto nella mia veste di membro dell’Ufficio di Presidenza della Associazione Europea della Vie Francigene di cui la città di Canterbury è entrata recentemente a far parte. Si tratta di una delle numerose iniziative frutto della collaborazione tra i soci della Associazione, iniziative che si stanno moltiplicando in modo vertiginoso e che attestano l’importanza che il percorso sta assumendo.
E poi aggiungo – continua la Crotti - che il rapporto della nostra città con Canterbury è particolarmente importante e pieno di significato. Ricordo che il pavese Lanfranco vissuto nel secolo XI, figura di rilievo nel panorama culturale del tempo, è stato arcivescovo e primate di Canterbury - come Sigerico, l’arcivescovo della Francigena - e lo è stato per quasi vent’anni diventando il grande ricostruttore della cattedrale, il riformatore della biblioteca e l’istitutore di uno scrittorio, nonché il fondatore di strutture caritative. Vi morì nel 1089 e li fu sepolto. Il fatto storico può oggi diventare occasione per rapporti sempre più intensi tra Pavia e Canterbury, lungo il percorso della Via Francigena.
Mi piace ricordare – conclude l’Assessore al Turismo - che nel novembre scorso proprio a Canterbury era stato inaugurato il chilometro zero del percorso francigeno.
 
 Informazioni 
Quando: lunedì 20 agosto 2007
 

Comunicato Stampa

Pavia, 16/08/2007 (5799)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool