Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 24 novembre 2020 (355) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Gioc'arte: giocare con l'arte!

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Carnevale al Museo della Storia
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» Squali, predatori perfetti"
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» La Storia organaria di Pavia
» Postazione 23
» Libri al Fraccaro
» Il "Duchetto" di Pavia
» La cospirazione dei tarli
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 580 del 29 agosto 2002 (7036) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Il ''giallo'' del cartone di Pasquale Massacra
Il ''giallo'' del cartone di Pasquale Massacra

Pasquale Massacra (Pavia 1819-1849) è uno dei più importanti pittori pavesi dell'800.
Dopo aver seguito la scuola di disegno ed incisione, frequentò i corsi di Cesare Ferreri fino al 1841, di seguito ebbe numerose commissioni sia da parte ecclesiastica che da parte della classe colta locale. Il pittore Hayez fu per lui un maestro e fu prodigo di consigli e suggerimenti.
Nella sua breve vita firmò alcuni capolavori oggi ospitati nelle collezioni dei Musei Civici.

Lo scorso giugno è stato donato al Comune di Pavia un cartone realizzato da Pasquale Massacra raffigurante il Cristo in Croce.

Il cartone raffigurante il Crocefisso è stato donato dagli eredi della famiglia dell'ingegner Giuseppe Marozzi che per alcuni anni fu il principale mecenate del pittore.
La famiglia Marozzi nel 1919 aveva già lasciato ai Musei le opere maggiori del Massacra tra cui "Ricciardino Langosco". Oggi i discendenti della famiglia, che vivono in Francia ma che rimangono molto legati a Pavia, hanno voluto fare dono alla città di questo lavoro.

Il cartone è un'opera preparatoria di un affresco. Il lavoro finito rimane un mistero.
L'affresco potrebbe non essere mai stato realizzato oppure potrebbe essere stato realizzato in una cappella privata o in una residenza nobiliare pavese.
A tutt'oggi qualche villa o cascina potrebbe essere inconsapevole custode di uno dei rari capolavori del pittore pavese...

 
 Informazioni 
 

La Redazione
in collaborazione con l'Ufficio stampa Settore Cultura, Turismo e Promozione della città del Comune di Pavia

Pavia, 29/08/2002 (580)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool