Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
sabato, 4 dicembre 2021 (96) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» 10 per Pavia a Catania!
» Il Demetrio su Amadeus
» La Sella Plicatilis a Magdeburgo
» Adotta un'orchidea!
» Beatles Next Generation: bufala o realtà?
» Oh, questa è bella! (appendice sanremese)
» George Harrison - Living in the material world
» I ragazzi della Via Stendhal
» Una tela del Procaccini a Lungavilla
» Donald & Jen MacNeill e i Lowlands
» La musica in Portogallo
» Cucina ebraica in Lomellina
» Mistero a Pavia
» Musica e auto
» La colomba… Ha fatto l’uovo!
» Musica ceca
» Una giornata a Camillomagus
» Piva piva l'oli d'oliva
» Sodalizio gastronomico...
» CicloPoEtica 2010

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Lectio magistralis di Vittorio Sgarbi
» Scienziati in prova
» Notte dei Ricercatori - Settimana della Scienza
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Porte Aperte
» Giornata del Laureato
» Bloomsday
» Nuove generazioni - I volti giovani dell'Italia multietnica
» Tutto quello che avreste voluto sapere sulla Pila di Volta
» Paolo Gentiloni, Roberto Maroni e Ferruccio de Bortoli a Pavia
» Viaggio nel lato oscuro dell'universo
» Scienziati in Prova
» SHARPER: il volto umano della ricerca
» Fiera delle Organizzazioni Non Governative e della Società Civile
» Giornata del Laureato
 
Pagina inziale » Università » Articolo n. 5856 del 10 settembre 2007 (1984) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Pavia a Pechino
Pavia a Pechino
Oggi l’Italia vi offre la possibilità di ammirare una mostra di altissimo significato…”così l’Ambasciatore d’Italia in Cina Riccardo Sessa ha introdotto la mostra “Medicina e Scienze della Vita a Pavia e Bologna: Storia ed Eredità”, inaugurata oggi a Pechino (e aperta fino al 25 settembre) di fronte a un pubblico di studenti e docenti delle università della Capitale cinese che affollavano l’Aula Magna del Museo Nazionale della Scienza e Tecnologia.
 
Organizzata dallo IUSS, in collaborazione con le Università di Pavia e di Bologna e con l’Ambasciata d’Italia, la mostra, già presentata a Shanghai nel mese di maggio, in una giornata dedicata alle “eccellenze” italiane, ha portato nella Capitale una preziosa rassegna di reperti e testimonianze provenienti dai musi storici dei due Atenei: l’opera di Mondino de’ Liuzzi, Leonardo da Vinci, Marcello Malpigli, Luigi Galvani, Alessandro Volta, Camillo Golgi e di molti altri ancora, testimoniano, come ricordato dall’Ambasciatore Sessa la “fantasia e il genio italiano”, caratteristiche che, ai nostri giorni, sono alla base dei tanti successi del nostro paese.
 
Il Prof. Schmid ha da parte sua ricordato come iniziative quali quella organizzata a Pechino rappresentino un concreto strumento per promuovere migliore reciproca conoscenza e quindi migliore comprensione e rispetto tra culture diverse e – geograficamente – lontane e per incuriosire i giovani cinesi e avvicinarli al mondo scientifico italiano.
Esse, infatti, rappresentano una straordinaria occasione per presentare e promuovere il sistema universitario pavese (Università, IUSS, Collegi), in un certo senso unico nel suo genere.
 
All’inaugurazione della mostra ha fatto seguito un seminario scientifico nel corso del quale esperti italiani e cinesi hanno presentato relazioni sulla storia dei rispettivi Atenei e su alcune figure storiche di particolare importanza.
 
La delegazione pavese presente alla mostra e al seminario, coordinata dal prof. Calligaro, Preside della Facoltà di Medicina, era composta dai professori Paolo Mazzarello (Storia della Medicina) e Lucio Fregonese (Fisica), e da Adriano Gasperi, coordinatore delle relazioni esterne allo IUSS.
Il prof. Alessandro Ruggeri, Direttore del Museo Anatomico dell’Alma Mater ha rappresentato l’Ateneo Bolognese.
 
Il prof. Calligaro nel suo intervento ha presentato l’Università di Pavia e lo IUSS, con i collegi, anche attraverso materiali del Museo per la Storia dell’Università, come sistema universitario di singolare efficacia formativa a livello anche internazionale, in relazione alla ricca offerta da parte delle nove Facoltà, dei corsi interfacoltà e dei dottorati di ricerca che ne definiscono la vocazione di “research university”.
Ha sottolineato anche il rilevante ruolo dello IUSS con il quale l’Università costituisce sistema, e il ruolo anch’esso rilevante delle tre fondazioni IRCCS (S. Matteo, Maugeri, Mondino) nel contribuire alla qualità della formazione in campo medico.
Infine ha illustrato alcuni ambiti in via di particolare sviluppo nella ricerca medica, sia di base che applicata. “Unire le forze” è stato il messaggio conclusivo del prof. Calligaro, riferendosi sia alle forze in campo a Pavia sia alle affascinanti prospettive di sviluppo nelle ricerche biomediche, con particolare riferimento agli ambiti già individuati per la collaborazione con la Tongji University di Shanghai (Scienze biomolecolari di base e cliniche e biotecnologie, Oncoematologia, Ingegneria dei tessuti, Medicina preventiva, ambientale e riabilitativa, Neuroscienze).
 
A contorno della mostra storica è stata presentata una selezione di opere di Graziano Leonardelli (sculture) e di Paolo Cristiani (dipinti e fotografie).
 
 Informazioni 
 

Comunicato Stampa

Pavia, 10/09/2007 (5856)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2021 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool