Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 25 maggio 2020 (945) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Fabrizio Poggi & Chicken Mambo: Spaghetti Juke Joint
» Macadam: Latitudine incrociate
» Nat Soul Band: Not so bad
» Far Out
» Ho sbagliato secolo
» Shag’s Airport
» Blues, Blues e ancora Blues
» Accordiamoci
» Il leone nell’Arena
» Francesco Garolfi: Un posto nel mondo
» Alberto Tava: il nuovo disco Mediterraneo
» Il matrimonio che vorrei: da oggi a Pavia
» Reality: ma quando ANCHE a Pavia?
» Il rosso e il blu: scuola italiana...
» Magic Mike: quando è lui a spogliarsi...
» I Beach Boys in Italia: c’ero anch’io!
» Giorgia, che sorpresa!
» Wanna Be Startin’ Somethin’. Thriller rivisitato
» Il ritorno dell'uomo armonica
» Un disco tutto pavese per Woody Guthrie

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 5883 del 17 settembre 2007 (2179) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Ciao poeta
Ciao poeta
E’ stata pubblicata, in questi giorni, una delle ultime produzioni artistiche curate da Sergio Bardotti, noto autore/produttore pavese, scomparso recentemente. E fa specie vederlo in una foto ricordo degli anni ’60 (pubblicata nel booklet del CD) che lo ritrae insieme a Sergio Endrigo, l’amico cantautore a cui questo lavoro è dedicato.
 
Si tratta infatti di un doppio CD e DVD dal titolo Omaggio a Sergio Endrigo, doppio Cd e Dvd registrato durante il concerto-tributo dell'11 gennaio 2006 all'Auditorium Parco della Musica di Roma in onore e in memoria del cantautore italiano.
Sono ormai passati due anni dalla scomparsa di Sergio Endrigo (morto il 7 settembre del 2005), cantautore tra i piu' amati e stimati in Italia, e adesso che anche Bardotti è mancato, questo disco assume una doppia valenza. Sergio (grande amico, autore e collaboratore di Sergio Endrigo) aveva voluto che per la serata speciale ci fosse anche un'orchestra d'archi (la D.I.M.I., che ha suonato anche nel tour di Vanoni-Paoli), protagonista di quasi tutte le canzoni di Sergio Endrigo.
 
Allo spettacolo-tributo, organizzato dall'Assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Roma e dalla Fondazione Musica per Roma, in collaborazione con il Club Tenco e Rai Teche, possibile grazie al lavoro organizzativo della figlia di Endrigo, Claudia, insieme a Sergio Bardotti, Gianni Borgna e ad Enrico De Angelis (direttore artistico Club Tenco), avevano partecipato cantanti del calibro di Gianni Morandi, Gino Paoli, Ornella Vanoni, Roberto Vecchioni, Morgan, Renato Zero, Nada, Simone Cristicchi, Sergio Cammariere, Mariella Nava, Bruno Lauzi, Te'tes de Bois, Marisa Sannia e l’attore Achille Millo, presente nel DVD ma non nel CD; così come, inspiegabilmente, non è stata inserita da nessuna parte la versione di Era D’Estate cantata da Renato Zero.
 
Sergio Endrigo, istriano di nascita (era nato a Pola, nel ’33) ma considerato uno dei maggiori esponenti della cosiddetta scuola genovese, autore di capolavori come Io che amo solo te, Teresa, Te lo leggo negli occhi, Aria di neve, durante la sua lunga carriera ha vantato collaborazioni con Vinicius De Moraes, Pier Paolo Pasolini e Gianni Rodari, del quale mise in musica alcune poesie nel celebre album per bambini Ci Vuole un Fiore.
Era garbato, elegante, un gentiluomo, forse l'ultimo della nostra canzone d'autore, con quello sguardo a volte timido, altre gioioso, come quando nel 2001 il Club Tenco decise di dedicargli la rassegna. Un artista che in Italia non ha sempre avuto vita facile, specie negli ultimi anni della sua carriera; e non si capisce oggi il perchè di un certo ostracismo, visto che il suo repertorio è fatto di canzoni di prim'ordine, che non a caso sono state spesso riprese da alcuni grandi autori (basti per tutti, Franco Battiato).
 
Se toccante è risentire la voce di Endrigo in un duetto virtuale con Cammariere in Altre emozioni, intensissima e ispirata, lo stesso Cammariere non dà il massimo di sé (forse le tonalità sbagliate?) in Tu chi sei e Girotondo intorno al mondo, così come per la Vanoni e i Têtes de Bois, rispettivamente in Io che amo solo te e in Adesso sì e Mani bucate. Marisa Sannia (Come stasera mai e La rosa bianca) e Simone Cristicchi (Questo è amore) lasciano indifferenti mentre Morgan si dimostra invece un grande interprete di Canzone per te e La colomba, così come Mariella Nava (Una cosa buffa e Spiaggia libera), Gianni Morandi (Aria di neve e Te lo leggo negli occhi), Roberto Vecchioni (Vecchia balera, I tuoi vent’anni e Madame Guitar, già ripresa nel suo tour teatrale), Gino Paoli (Teresa e Lontano dagli occhi). Nada rende “sua”, come sempre accade, Le parole dell’addio; commuove anche riascoltare Bruno Lauzi (anche lui, poi, scomparso) interpretare Via Broletto. Chiude lo spettacolo (e l’album) L’arca di Noè, eseguita in coppia da Sergio Cammariere e Morgan.
 
 
 Informazioni 
 

Furio Sollazzi

Pavia, 17/09/2007 (5883)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool