Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
venerdì, 27 novembre 2020 (340) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Puzzola
» Germano reale
» Zanzara
» Capriolo
» Coniglio selvatico
» Martin pescatore: tuffatore di professione!
» Il moscardino
» Saettone
» Civetta
» Rospo
» Riccio
» Airone cenerino
» Fagiano
» Cinghiale
» Faina
» Falco pecchiaiolo

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Carnevale degli Animali... al Museo!
» Il Sentiero dei Piccoli - Open Day
» Biodiversità degli animali
» Riabitare l'Italia & Appennino atto d'amore
» Festa dell'Albero 2019
» Lotte biologica, l'importanza dell'impollinazione da parte delle api
» Come moltiplicare le piante in casa: tecniche e consigli
» Corso sulla biodiversità urbana
» Passeggiata naturalistica
» Corso base di acquarello naturalistico
» La Margherita di Adele
» Pavia per gli animali
» Mostra mercato “Antiche varietà agricole locali e piante spontanee mangerecce”
» BiodiverCittà - passeggiata al Parco della Sora
» Biodivercittà - passeggiata al Parco della Vernavola
 
Pagina inziale » Ambiente » Articolo n. 6024 del 26 ottobre 2006 (4388) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Ghiro
Ghiro
Di abitudini tipicamente notturne o crepuscolari, il ghiro è un grazioso mammifero che sfrutta tatto e udito per muoversi con agilità nell'oscurità.
Simile ad uno scoiattolo, escludendo la coda, non supera i 20 centimetri di lunghezza; ha forma snella, testa tondeggiante con grandi occhi sporgenti, orecchie piuttosto piccole e lunghe vibrisse. La sua pelliccia, dal bel colore grigio argentato, è fitta, morbida e soffice e continua nella lunga e folta coda che, arrivando anche a 15 cm, ha funzione equilibratrice negli spostamenti ed avvolgente quando l'animale é in riposo.

Roditore arboricolo diffuso su tutto il territorio italiano, il ghiro, vive in pianura, in collina e in montagna, raramente ad altitudini superiori ai 1000 metri. Frequentatore di parchi, giardini e frutteti, predilige i boschi di latifoglie, soprattutto querceti. Grazie alle sue unghie aguzze, si arrampica con abilità sui rami degli alberi e, capace di compiere balzi anche di un metro, si muove con agilità alla ricerca di frutti, ghiande, noci e semi di ogni genere. Nella dieta di questo animale compaiono anche insetti ed occasionalmente perfino uova, nidiacei, nonché piccoli mammiferi.

Ghiro family :)

Il nido, in cui il ghiro trascorre le sue giornate dormendo, trova spazio nelle cavità dei tronchi più grandi; utilizzato quale "residenza estiva", è generalmente caratterizzato da un ingresso molto stretto, decisamente poco invitante per i predatori, rappresenta il nascondiglio ideale per le scorte alimentari. Il ricovero invernale é invece tipicamente ricavato nel terreno, a circa 50-60 centimetri di profondità; rivestito da materiali soffici, costituisce il comodo giaciglio su cui, tra la fine di settembre e l'inizio di ottobre, i buffi animaletti, stretti l'uno all'altro, inizieranno il lungo sonno invernale. Da veri "dormiglioni", come vuole la tradizione, i ghiri si riposeranno senza interruzione fino a tarda primavera.

Al risveglio dal proverbiale letargo, alquanto dimagrito (perde circa la metà del proprio peso!), il ghiro riprenderà subito le forze nutrendosi dei semi conservati "in dispensa" e, tornato a nuova vita inizierà il ciclo riproduttivo. L'accoppiamento avviene una o due volte l'anno, generalmente in luglio e agosto.

Un ghiro affamato

I piccoli, in numero variabile da 2 a 8, nascono dopo una gestazione di 28 giorni. Raggiungono una certa autonomia dopo 2 settimane di vita, a 3 aprono gli occhi ed iniziano ad alimentarsi direttamente. Solo dopo i 10 mesi viene raggiunta la maturità sessuale, mentre la durata media della vita in natura é intorno ai 6 anni.

Curiosità: specie tutelata dalla L. 11/02/1992, n.157 in quanto considerata non cacciabile. Il Glis glis è inoltre specie protetta dalla Convenzione di Berna (L.5/8/1981, n.503, in vigore per l'Italia dall'1/6/1982).

 
 Informazioni 
 

Sara Pezzati

Pavia, 26/10/2006 (6024)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool