Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 26 novembre 2020 (571) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» 10 per Pavia a Catania!
» Il Demetrio su Amadeus
» La Sella Plicatilis a Magdeburgo
» Adotta un'orchidea!
» Beatles Next Generation: bufala o realtà?
» Oh, questa è bella! (appendice sanremese)
» George Harrison - Living in the material world
» I ragazzi della Via Stendhal
» Una tela del Procaccini a Lungavilla
» Donald & Jen MacNeill e i Lowlands
» La musica in Portogallo
» Cucina ebraica in Lomellina
» Mistero a Pavia
» Musica e auto
» La colomba… Ha fatto l’uovo!
» Musica ceca
» Una giornata a Camillomagus
» Piva piva l'oli d'oliva
» Sodalizio gastronomico...
» CicloPoEtica 2010

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Carnevale degli Animali... al Museo!
» Il Sentiero dei Piccoli - Open Day
» Biodiversità degli animali
» Riabitare l'Italia & Appennino atto d'amore
» Festa dell'Albero 2019
» Lotte biologica, l'importanza dell'impollinazione da parte delle api
» Come moltiplicare le piante in casa: tecniche e consigli
» Corso sulla biodiversità urbana
» Passeggiata naturalistica
» Corso base di acquarello naturalistico
» La Margherita di Adele
» Pavia per gli animali
» Mostra mercato “Antiche varietà agricole locali e piante spontanee mangerecce”
» BiodiverCittà - passeggiata al Parco della Sora
» Biodivercittà - passeggiata al Parco della Vernavola
 
Pagina inziale » Ambiente » Articolo n. 6033 del 26 ottobre 2007 (2016) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Strano ospite dell'Ufficio Animali
Lo strano ospite
Ieri l’Ufficio Diritti Animali della Provincia di Pavia ha accolto un giovane esemplare di Elaphe guttata, meglio conosciuto come “serpente del grano”, che ora è stato adottato dal personale dell’Ufficio stesso.

Cosa ci faceva questo bellissimo rettile originario dell’America settentrionale in viale della Libertà? Forse se lo sono chieste anche le persone che l’hanno trovato, infreddolito e intontito e che, per fortuna, hanno avuto la prontezza di rivolgersi a chi se ne potesse occupare.

Pappagalli, rane, lucertole, serpenti, ragni, scorpioni… Sono sempre più numerose le specie esotiche che arredano i salotti italiani, animali che appartengono alla fauna selvatica di altre parti del Mondo e che in Italia si trovano solo perché si sono riprodotti in cattività o perché sono stati importati.
Sono in molti a desiderare di possedere un angolo di natura esotica nel proprio appartamento e ad andare alla ricerca delle specie più strane, più appariscenti, più pericolose, senza preoccuparsi del notevole danno che i loro acquisti arrecano alla natura.
Questi animali, siano essi nati in cattività o importati, sono molto spesso testimoni di sofferenze e maltrattamenti, a partire dalla cattura fino alla definitiva sistemazione nelle case di proprietari che non riescono a fornire loro gli spazi e le cure di cui hanno bisogno.
 
La presenza di così tante specie esotiche provoca anche gravi problemi al patrimonio naturale nostrano. Spesso questi animali, dopo l’entusiasmo dell’acquisto, vengono liberati nelle nostre campagne, dove muoiono di stenti o, se riescono a sopravvivere, provocano danni spesso irreparabili ai già delicati equilibri ambientali dei nostri ecosistemi.
 
Per tutti questi motivo, in Italia esistono leggi che regolamentano la detenzione di fauna esotica: la convenzione di Berna, la Convenzione di Washington (meglio conosciuta con la sigla C.I.T.E.S.) e il Decreto Ministeriale del 19/04/1996.
 
L’Ufficio Diritti Animali vuole porgere uno speciale ringraziamento a coloro che ieri hanno fatto un gesto importante e responsabile, oltre che di grande sensibilità, vista la diffusa ed immotivata paura nei confronti dei rettili, ed esorta tutti quanti a non farsi attrarre dall’“esotico sottovetro”… Non portatevi pezzi di natura nel vostro appartamento: la natura è bella, anche quella “di casa nostra”…
Lasciate serpenti e pappagalli liberi nel loro ambiente e ricordatevi che, molto più vicino, ci sono centinaia di cani e gatti, accolti nei canili e nei rifugi gestiti dai volontari, che, invece, a casa nostra verrebbero più che volentieri!
 
 Informazioni 
Per informazioni:
Ufficio Diritti Animali della Provincia di Pavia - Assessorato Tutela Ambientale, tel. 0382/597878
 

Comunicato Stampa

Pavia, 26/10/2007 (6033)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool