Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 22 ottobre 2020 (187) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» I tempi, i luoghi, gli uomini della Battaglia di Pavia
» I Re Magi
» Appuntamento in museo
» Tra il 224 e il 220 a.C. - I parte
» Tra il 220 e il 218 a.C.
» Tra il 224 e il 220 a.C - III parte
» Tra il 224 e il 220 a.C. - II parte
» Arriva Gesù
» Una curiosa leggenda
» Tra il 550 e il 225 a.C. - III parte
» Quella Madonna che viene da lontano...
» Il Santo del prosciutto - II parte
» Il Santo del prosciutto
» Tra il 550 e il 225 a.C. - II parte
» Tra il 550 e il 225 a.C. - I parte
» Tra l'800 e il 500 a.C.
» San Siro
» Natale 1808: aspettando Ugo Foscolo
» I Longobardi e la presa di Pavia
» Il santo delle saette

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Carnevale al Museo della Storia
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» Squali, predatori perfetti"
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» La Storia organaria di Pavia
» Postazione 23
» Libri al Fraccaro
» Il "Duchetto" di Pavia
» La cospirazione dei tarli
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 615 del 26 novembre 2001 (3917) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
La greenway del saladino
Una rappresentazione di Saladino

Narra il Boccaccio nel Decameron che all'epoca delle Crociate un gruppo di cavalieri stranieri passò per la valle del Ticino, rari turisti, che non trovarono calorosa accoglienza (allora, come forse non ne troverebbero oggi...). In quell'epoca, però, il nobile pavese Torello da Strada li accolse con generosità e munificenza poco comuni.

La famiglia Strada possedeva terre e castelli a Zerbolò e Parasacco, e Torello fu un personaggio famoso: scriveva poesie in provenzale e fu Podestà a Parma, Firenze, Pisa ed Avignone.

Qualche anno dopo, Torello partì per la Crociata e fu fatto prigioniero dal "feroce Saladino", condottiero delle armate musulmane...

Saladino era in realtà il misterioso viaggiatore, a suo tempo ospitato con i suoi accompagnatori da Torello: riconobbe il nobile pavese e non solo lo trattò da ospite, anziché da prigioniero, ma lo fece ritornare in patria "per magia"... Torello si addormentò in Palestina e fu trasportato in sogno, sì da risvegliarsi in San Pietro in Ciel d'Oro, appena in tempo per scongiurare le seconde nozze della moglie, che lo credeva ormai morto.

Pavia è riuscita a dimenticare Torello e a distruggere persino il bastione delle mura che ricordava il suo nome, mentre in altri luoghi egli fu ricordato con più affetto (a Parma il Torello divenne per un certo tempo simbolo della città e fu raffigurato anche sugli stendardi cittadini).

Sarebbe oggi una splendida proposta quella di consacrare alla memoria di Torello da Strada una "Greenway del Saladino", simbolo di rapporti di convivenza e di amicizia tra culture diverse, in un'epoca (come all'epoca delle Crociate, così come può sembrare anche la nostra) in cui i conflitti culturali e gli odi religiosi esplodono in guerre aperte.

A differenza di altri progetti cari e sognatori, la "Greenway di Saladino" o "dei rapporti tra le culture" esiste già, di fatto: da San Pietro in Ciel d'Oro, sino a Zerbolò e Parasacco, attraverso la vallata del Ticino, è un percorso ben riconoscibile attraverso vie caratteristiche e stradette che si possono percorrere a piedi, in bicicletta, a cavallo, col monopattino. Non richiede investimenti miliardari per essere segnalata, valorizzata e proposta come "monumento culturale" di pace, in un momento in cui tanti gridano alla guerra... Ci sarà qualcuno dei nostri amministratori locali che vorrà e saprà raccogliere la bandiera di Torello?

 
 Informazioni 
 

Alberto Arecchi

Pavia, 26/11/2001 (615)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool