Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 4 giugno 2020 (1208) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Macadam: Latitudine incrociate
» Fabrizio Poggi & Chicken Mambo: Spaghetti Juke Joint
» Nat Soul Band: Not so bad
» Far Out
» Ho sbagliato secolo
» Shag’s Airport
» Blues, Blues e ancora Blues
» Accordiamoci
» Il leone nell’Arena
» Francesco Garolfi: Un posto nel mondo
» Alberto Tava: il nuovo disco Mediterraneo
» Il matrimonio che vorrei: da oggi a Pavia
» Reality: ma quando ANCHE a Pavia?
» Il rosso e il blu: scuola italiana...
» Magic Mike: quando è lui a spogliarsi...
» I Beach Boys in Italia: c’ero anch’io!
» Giorgia, che sorpresa!
» Wanna Be Startin’ Somethin’. Thriller rivisitato
» Il ritorno dell'uomo armonica
» Un disco tutto pavese per Woody Guthrie

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 6225 del 7 gennaio 2008 (2083) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Session
Session
At least… but not last” come direbbero gli inglesi, alla fine è stato pubblicato il tanto atteso, chiacchierato, millantato, rinviato e finalmente realizzato, disco di Plinio Fraccaro (alias Uncle P) insieme agli amici Francesco Montesanti e Luigi Scuri.
 
Dobro, chitarra slide, acustica, elettrica, rullante e charleston, questi i soli componenti della miscela con cui è stato inciso questo album, Session, il cui sottotitolo recita “a pure improvisation experience”,  che ne spiega esaurientemente il contenuto.
 
Non ci sono brani “scritti”, ma idee, sensazioni, impressioni che si rincorrono in quello che potrebbe apparire un esercizio di stile, ma che si snoda, invece, come una rincorsa di emozioni. Improvvisazioni sul tema, mancanza di una melodia portante, gioco e avventura.
 
I tre si stimolano ed inseguono a vicenda, cogliendo gli spunti ed amplificando le sensazioni e gli umori in un’atmosfera che ricorda sì le paludi della Luisiana, ma si riconduce poi agli gli acquitrini padani, alle nebbie basse dell’argine pavese.
 
È un disco che presenta vari modi di fruizione: potete ascoltarlo per cercare di capire il lavoro che i tre hanno svolto, comprenderne le tecniche e le sottili variazioni; potete gustarlo come semplice ascolto, rilassante e d’atmosfera, oppure, potete usarlo come semplice sottofondo sonoro, quasi una soundtrack, per una parte qualsiasi della vostra giornata.
 
La copertina è un’immagine di un lavoro di Marcello Pirro del 1990; le registrazioni sono state effettuate nel laboratorio di Plinio (in località Cantarana) e i missaggi sono stati curati da William Novati.
 
 Informazioni 
 

Furio Sollazzi

Pavia, 07/01/2008 (6225)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool