Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 27 ottobre 2021 (136) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» L'altro Leonardo
» Oltrepò Pavese. L'Appennino Lombardo
» Napoleone anche a Pavia
» Marco Bianchi e "La cucina delle mie emozioni"
» Semplicemente Sacher
» Oltrepò infinitamente grande, infinitamente piccolo, infinitamente complesso
» Un nodo al fazzoletto
» Vigevano tra cronache e memorie
» Il Futuro dell’Immagine
» "Sorella Morte. La dignità del vivere e del morire”
» L' Eredità di Corrado Stajano
» Il pentagramma relazionale
» Ghislieri 450. Un laboratorio d’ Intelligenze
» Progettare gli spazi del sapere: il caso Ghislieri
» La Viola dei venti
» Solo noi. Storia sentimentale e partigiana della Juventus
» L'estate non perdona
» Il manoscritto di Dante
» Per una guida letteraria della provincia di Pavia
» A Londra con mia figlia

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Carnevale al Museo della Storia
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» Squali, predatori perfetti"
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» La Storia organaria di Pavia
» Postazione 23
» Libri al Fraccaro
» Il "Duchetto" di Pavia
» La cospirazione dei tarli
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 6349 del 14 febbraio 2008 (2481) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Hugo e al segret ad fra Crispin
La copertina del libro
Avventure, monellerie e la scoperta di un "segreto" compromettente sono gli ingredienti di questa nuova opera dialettale che Ugo Bensi dedica a Pavia e alla sua storia. Lo spiega Elena Bensi Montagnari nella prefazione del libro.
 
A Pavia, al tempo della battaglia del 1525, Hugo ha dodici anni ed è orfano. È l'incontro con un vecchio monaco a cambiare improvvisamente la sua vita: strappato al degrado, inizia un percorso di crescita umana ed intellettuale nella suggestiva cornice del monastero della Certosa.
 
Attraverso il fantastico itinerario che si snoda nel gioco imprevedibile della vita, l'autore non solo riprende e approfondisce motivi cari alla nostra cultura popolare, ma sfiora temi universali riflettendo su realtà quali la guerra, la violenza, il desiderio di pace e di felicità.
Sospeso tra storia e invenzione approda ad una visione fantastica e affettuosamente ironica della società del tempo, rendendoci partecipi dell'affascinante percorso di eventi e sentimenti del giovane protagonista che sboccia alla vita.
 
Il piano dell'incontro tra due individualità tanto apparentemente distanti, il saggio monaco carico d'esperienza e il giovane vivace, spesso sconsiderato e assetato di conoscenza, è un dialogo costante e sincero.
È proprio nella relazione interpersonale che il dialetto, con i suoi ritmi, le assonanze, le sue soluzioni fulminanti, diventa specchio dell'anima, stile cognitivo, veicolo di identità e indica l'autore come appassionato estimatore della tradizione pavese oltre che fine conoscitore del cuore umano.
Capace di gettare una luce intensa su avvenimenti "lontani" nel tempo, ce li rende "familiari" grazie alla linfa vivificatrice dell' immaginazione.
 
Accanto al testo in vernacolo, per la prima volta, si affianca la trasposizione in italiano, che rende il testo piacevolmente fruibile anche ai più giovani.
Corredano l'opera immagini fotografiche in costume ambientate nel Parco Visconteo, teatro della vicenda. Alcune delle immagini illustrano la Battaglia di Pavia nella ricostruzione storica allestita da "LA Cinquedea" di Finale Emilia (Modena) e dall'Associazione "Il Parco Vecchio" di Pavia. Quest’ultima coordinerà, martedì sera, la presentazione del testo al pubblico a cura di Luigi Casali e Mino Milani.
 
Ugo Bensi nasce a Pavia il 28 gennaio 1921. Da sempre lettore appassionato e autore di poesia, solo recentemente si propone al pubblico.
Con fervida immaginazione e innata ironia presto conquista i consensi dei lettori e della stampa, diventando “il più famoso autore dialettale” pavese (Il Lunedì).
Al suo attivo opere di teatro, poesia, prosa, in italiano e in vernacolo (tra cui I Aventur ad Pinocchio, Il Regisole, Edizioni Selecta, 2001). La predilezione per il dialetto testimonia l’attaccamento del poeta alla sua città natale e l’intenzione di conservare nel tempo valori e tradizioni che andrebbero altrimenti dimenticati.
L’impegno in questo senso gli ha reso diversi premi e riconoscimenti. Da anni collabora con scuole medie ed elementari insegnando il dialetto ai più giovani e come consulente alla trasmissione “Tici Notes” di Radio Ticino.
 
 Informazioni 
Dove: Sala Conferenze dell'Oratorio della Parrocchia di Mirabello - Pavia
Quando: martedì 19 febbraio 2008, ore 21.00
 
Hugo e al segret ad fra Crispin
di Ugo Bensi
Edito dall’Associazione Culturale Biquadro, Pavia, 2007
Il costo del libro è di euro 12,00 compresa la consegna a domicilio su territorio pavese. (Pagamento effettuabile in contrassegno o via bonifico bancario)
 
Per informazioni:
 
 
Pavia, 14/02/2008 (6349)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2021 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool