Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
venerdì, 27 novembre 2020 (338) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Bosco Grande: comincia la vacanza
» Festa delle Oasi 2012
» Cinque sensi per un sentiero
» Villaggio degli insetti
» La Venara d'inverno
» In visita al monte Alpe
» Primavera a Sant'Alessio
» Riapre il giardino alpino
» A proposito del Monte Alpe
» Fuori porta a Valpometto
» Un GF per cinciarelle
» L'Orgoglio di… S. Alessio
» Tra stelle alpine e tritoni...
» Primo volo per le cicogne
» Buon Compleanno Vignolo!
» Cicogne in città
» Uno scorcio di Himalaya in Oltrepò pavese

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Carnevale degli Animali... al Museo!
» Il Sentiero dei Piccoli - Open Day
» Biodiversità degli animali
» Riabitare l'Italia & Appennino atto d'amore
» Festa dell'Albero 2019
» Lotte biologica, l'importanza dell'impollinazione da parte delle api
» Come moltiplicare le piante in casa: tecniche e consigli
» Corso sulla biodiversità urbana
» Passeggiata naturalistica
» Corso base di acquarello naturalistico
» La Margherita di Adele
» Pavia per gli animali
» Mostra mercato “Antiche varietà agricole locali e piante spontanee mangerecce”
» BiodiverCittà - passeggiata al Parco della Sora
» Biodivercittà - passeggiata al Parco della Vernavola
 
Pagina inziale » Ambiente » Articolo n. 6457 del 13 marzo 2008 (4764) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Nuove marcite alla Vernavola
Nuove marcite alla Vernavola
Quella delle marcite è una pratica agricola molto antica, la cui invenzione viene comunemente attribuita ai monaci Cistercensi. Originaria e caratteristica della Pianura Padana, la marcita è una sorta di “prato costantemente allagato” da un velo d’acqua proveniente da risorgive e fontanili o, per sfioramento, da una roggia adiacente alla coltivazione.
 
La tecnica sfrutta dolci pendenze del suolo per mantenere in continuo movimento l’acqua d’irrigazione, il che impedisce le gelate invernali e consente così di raddoppiare il numero dei raccolti di erba fresca rispetto ai coltivi foraggeri tradizionali. (Inoltre, alimentando il bestiame con foraggio fresco anche nella stagione fredda, migliorava di conseguenza la produzione di latte e derivati lavorati dai monaci).
L’ultimo taglio invernale veniva lasciato a "marcire" nel prato ed è da questa antica consuetudine che deriva il nome di “marcita”.
 
Le marcite sono importanti anche da un punto di vista naturalistico, poiché nei mesi invernali rappresentano un ambiente ideale per la sosta e l’alimentazione di molti uccelli acquatici.
Questa coltura, diffusa soprattutto tra il 1700 e il 1800, ora rischia di scomparire dalle nostre campagne, in parte per i suoi costi di mantenimento, in parte per i cambiamenti subiti dalla dieta del bestiame bovino.
Per questo motivo l’Assessorato all’Agricoltura della Provincia di Pavia, ha deciso di ripristinare alcune marcite nell’Oasi della Vernavola.
 
L’iniziativa che presentiamo, - esordisce Mario Anselmi, assessore all’Agricoltura e Riserve naturali - è stata realizzata sulla base dei programmi di miglioramento ambientale contenuti nel Piano faunistico-venatorio provinciale approvato nel 2006.
Il primo e principale obiettivo del progetto di ripristino consiste nella creazione di aree utili al rifugio ed al sostentamento della fauna migratoria: il territorio della Provincia di Pavia, ospita infatti molte popolazioni di uccelli acquatici, quali anatre, gallinelle, beccaccini, aironi (alcune di queste specie presenti con densità uniche in Italia) le quali sono tuttavia sempre più penalizzate dalla scomparsa di elementi ambientali caratteristici.
La ricostituzione di zone umide permanenti nell’Oasi Vernavola incrementa, la qualità ambientale che, è tradizionalmente favorevole alla permanenza di popolazioni di fauna di interesse venatorio, quali la lepre ed il fagiano.

Il progetto assume inoltre rilevanza anche al di là dell’ambito strettamente faunistico: esso rappresenta il recupero di una coltivazione tipica della agricoltura lombarda che per secoli ha segnato il paesaggio, la cultura e la tradizione della pianura pavese.
La marcita costituisce altresì un impianto di depurazione naturale delle acque, grazie al loro continuo scorrere.
Un intervento dunque ricco di significati e di possibili sviluppi, in considerazione del fatto che la valenza ambientale della marcita è destinata ad incrementarsi nel tempo.
 
Le marcite realizzate nei pressi, e grazie al contributo, della Cascina Colombara - azienda agricola da tempo impegnata nel coniugare lo sviluppo aziendale con la fornitura di servizi di utilità pubblica, quali la fattoria didattica, il museo contadino e la gestione di spazi verdi - sono, infatti, già al centro di proposte didattico-divulgative rivolte per lo più alle scolaresche.
 
Il desiderio espresso dall’opinione pubblica di una gestione e riqualificazione ambientale con finalità di conservazione e la necessità di razionalizzare le risorse attualmente disponibili impone agli enti locali di definire precise strategie di intervento. In quest’ottica la Provincia ha pensato ad approccio più ampio alla gestione del territorio, che coinvolga le aziende agricole nella realizzazione dei progetti di pubblica utilità.
 
“Oggi la multifunzionalità dell’agricoltura, lo sviluppo sostenibile, cioè una crescita economica armonica con la tutela delle risorse ambientali e della biodiversità – conclude l’assessore Anselmi, sono obiettivi perseguiti ormai stabilmente dalle politiche agricole ed ambientali nazionali e comunitarie, le quali impongono ai soggetti amministrativi di uscire dai binari dei regimi contributivi strettamente assistenziali.
Pertanto, l’auspicio che rivolgo è che si possano riproporre sempre più spesso le condizioni che consentano di far sì che l’ente pubblico ed i soggetti privati possano agire di concerto ai fini della gestione e del presidio del territorio, a tutela delle risorse fruibili da quegli strati dell’utenza che, a vario titolo, ne siano interessati”. 
 
 Informazioni 
 

Sara Pezzati

Pavia, 13/03/2008 (6457)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool