Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 20 ottobre 2020 (941) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Il Mio Film. III edizione
» Il Carnevale degli Animali... al Museo!
» Carnevale al Museo della Storia
» Nel nome del Dio Web
» Incontro al Caffè Teatro
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» La Principessa Capriccio
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» Francesca Dego in concerto
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Il Sentiero dei Piccoli - Open Day
» Gran Consiglio (Mussolini)
» Christian Meyer Show
» Corpi in gioco

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 6502 del 27 marzo 2008 (1867) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Dialoghi 4: Bearzatti e Courtois
Dialoghi 4: Bearzatti e Courtois

Mentre sono in corso presso la Biglietteria del Teatro Fraschini le prevendite relative all’appuntamento conclusivo di giovedì 10 aprile, di cui saranno protagonisti Enrico Rava e Stefano Bollani, la X edizione di “Dialoghi: jazz per due”, rassegna promossa dal Settore Cultura del Comune di Pavia, prosegue con l’esibizione del sassofonista Francesco Bearzatti e del violoncellista francese Vincent Courtois, musicisti accomunati da scelte stilistiche fuori dagli schemi. Sia Bearzatti, friulano di nascita ma ormai parigino di adozione, che Courtois sfuggono infatti deliberatamente alle facili classificazioni.

Inizialmente attratto dai suoni del rock, Francesco Bearzatti si è diplomato in clarinetto al Conservatorio di Udine e ha completato gli studi a New York, dove ha avuto l’opportunità di prendere confidenza col jazz. E sull’onda dell’esperienza americana ha costituito nel 1994 il Kaiser Lupovitz Trio. Quattro anni dopo ha firmato Suspended Steps, primo album a suo nome. Sempre più frequenti soggiorni in Francia lo hanno portano a costituire il Bizart Trio.  Di lì a non molto hanno quindi preso vita i Sax Pistols, un altro trio ancora più avventuroso del precedente: nel CD del gruppo (Stolen Days) compaiono brani dei Soundgarden, dei Nirvana e una “Led Zeppelin Suite”. Tra i progetti più recenti di Bearzatti c’è un omaggio a una personalità complessa come Tina Modotti e da non trascurare è anche la partecipazione al pregevole quartetto del trombonista Gianluca Petrella.
 
Anch’egli di formazione classica (inevitabile, trattandosi di un violoncellista), Vincent Courtois ha scoperto l’improvvisazione grazie al contrabbassista Didier Levallet e al violinista Dominique Pifarely, mentre studiava al Conservatorio di Aubervillier. Il primo disco nelle vesti di leader, Cello News, risale al 1990: altri otto ne sono seguiti, tra cui Traslucide (con Michel Godard alla tuba e Noel Akchoté alla batteria) e The Fitting Room (con Pifarely e Marc Ducret alla chitarra). Di rilievo rimangono le collaborazioni con il libanese Rabih Abou-Khalil, virtuoso dell’oud, e con il clarinettista Louis Sclavis. Ma nel curriculum di Vincent Courtois si incontrano anche i nomi di Michel Portal, Pierre Favre, Dave Douglas, Tomasz Stanko e di Henri Texier, a sottolineare una non comune versatilità espressiva.
 
Se ancora non vi è chiaro, il jazz che ascolterete sabato sarà una pura commistione tra musica classica, rock, jazz e world music, il tutto filtrato dalle personalità dei due musicisti nella loro ricerca di un “terreno comune” in cui dialogare.
 
 Informazioni 
Quando: sabato 29 marzo
Dove: Santa Maria Gualtieri, Pavia

 

Furio Sollazzi

Pavia, 27/03/2008 (6502)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool