Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
domenica, 24 gennaio 2021 (342) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Passeggiata cinofila notturna
» Passeggiata naturalistica a San Ponzo
» Festa del Parco a Casei Gerola
» Erbe dalla natura al piatto
» Il Sentiero delle Fontane... con pic-nic tipico
» Sulla Via delle Farfalle
» A caccia di tartufi
» A spasso tra fossili, sedimenti e rocce
» A cena con le lucciole
» Bosco in festa!
» L’arte di essere un genitore… A contatto
» Ciclo-staffetta tra i parchi del Ticino e del Po
» Una giornata da trapper!
» Bioscambio
» La notte degli allocchi e dei profumi
» Ancora a Caccia di Uova…
» Q di…quercia!
» Terre d’acqua, scrigno di vita
» Il bosco e i suoi abitanti al chiar di luna
» Luna di ghiaccio

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Torna a Pavia il Mercatino del Ri-Uso
» Dame e Cavalieri di oggi e di ieri
» Visita gratuita ai luoghi di San Riccardo Pampuri
» Un sabato al Museo per la Storia dell'Università
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera - Sull'onda dello Ukiyo-e
» Natale in museo per bambini
» Leonardo e l'antico Ospedale San Matteo di Pavia
» Torre in Festa
» Museo per la Storia - apertura sabato
» Mortara e Primo Levi
» Pavia in posa, da Hayez a Chiolini
» Al Passo con il Naviglio Pavese
» A tu per tu con l'opera: Pietro Michis
» Lo sguardo di Maria
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera kids
 
Pagina inziale » Turismo » Articolo n. 6595 del 22 aprile 2008 (3080) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Pedalata lungo il Terdoppio
Pedalata lungo il Terdoppio
Il torrente Terdoppio nasce nelle Prealpi, dal gruppo compreso tra il lago Maggiore e il lago d'Orta e, 90 chilometri dopo, confluisce nel Po a sud di Zinasco, o almeno così era fino in epoca medioevale, quando la sua continuità venne interrotta artificialmente per esigenze di approvvigionamento irriguo che videro le sue acque intercettate poco a sud di Novara e quindi deviate verso la valle del Ticino, dando in pratica origine a due porzioni distinte: ilTerdoppio novarese e il Terdoppio lomellino. Quest’ultimo è in realtà un insieme di diversi corpi idrici minori che nella porzione più meridionale della provincia di Novara confluiscono nel Torrente Refreddo, il quale, entrato in provincia di Pavia all'altezza di Gravellona Lomellina, cambia il suo nome appunto in Terdoppio.
 
Ampiamente modificato dall'uomo nel corso dei secoli, il corso del Terdoppio lomellino è da qualche anno oggetto di un progetto di riqualificazione fluviale della Provincia di Pavia, che alla tutela dell’ecosistema acquatico e all’aumento della biodiversità locale, affianca l’obiettivo di far diventare il Terdoppio un punto di riferimento per il tempo libero delle comunità residenti.
 
A questo progetto ha, tra gli altri, sensibilmente aderito il Comune di Dorno, che da prima ha predisposto lungo le sue rive la messa a dimora di 400 alberi e arbusti di specie autoctone (fornite dal Corpo Forestale), poi, proprio per promuovere e valorizzare questa realtà, ha organizzato, lungo quello che era già stato identificato come “percorso-vita”, una passeggiata ciclo-pedonale alla riscoperta delle valli più suggestive di questo corso d’acqua.
 
Per domenica prossima l’Assessorato allo Sport e Tempo libero, in collaborazione con il Gruppo Alpini e la Protezione Civile Dorno, organizza così la seconda edizione della “Pedalata tra le valli del Terdoppio”.
Si tratta di un’iniziativa nata, soprattutto, per far conoscere ai nuovi cittadini di Dorno le bellezze naturali locali – commenta l’assessore Giuseppe Sparvieri, ma non solo: ci siamo rivolti anche alle scuole perché gli alunni possano imparare a riconoscere le diverse specie di alberi presenti sul territorio.
Partendo dal paese, accompagnati da una guida qualificata che illustrerà i vari aspetti naturalistici del percorso, si procederà lungo le sponde del Terdoppio, attraversando boschi cedui e macchie profumate di ginestre e biancospini: un percorso di soli 4 chilometri, e quindi proprio adatto a tutti
(n.d.r.: non a caso nella locandina si legge l’iniziativa è “rivolta a tutti dai 3 anni ai 110 anni”), ma davvero suggestivo.
 
Una sosta per dissetarsi spezzerà il percorso, mentre a concluderlo sarà una merenda gratuita offerta dagli organizzatori e tutti i partecipanti presso lo “Chalet Terdoppio”, dove ci sarà la possibilità di riposarsi e concedersi ancora qualche momento di svago e relax all’aria aperta.
 
 Informazioni 
Dove: ritrovo sul Sagrato della Chiesa del Boschetto - Dorno
Quando: domenica 27 aprile 2008, ritrovo ore 14.15, partenza ore 14.30.
Partecipazione: libera
Per informazioni: 0382/84003, Comune di Dorno
 

La Redazione

Pavia, 22/04/2008 (6595)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2021 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool