Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 22 settembre 2020 (876) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Nobili bollicine
» L'abbinamento
» Il gran botto
» Bollicine per le feste?
» La cantina ideale
» Le dieci regole
» Degustiamo insieme: il Cortese Montelio
» Cibo da... degustare
» Come mangiamo
» ''Ma chi ha messo il vino rosso in frigorifero?!''
» Sniff..sniff.. avete naso?
» Degustare è facile: proviamo insieme?
» Viaggio tra i piaceri della grappa oltrepadana
» Occhio agli occhi!
» Il giusto contenitore

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Apre in Varzi Bottega Oltrepò
» BirrArt 2019
» Birrifici in Borgo
» Musei divini
» "Dilecta Papia, civitas imperialis"
» Cioccovillage
» Birre Vive sotto la Torre Chrismas Edition
» Il buon cibo parla sano
» Zuppa alla Pavese 2.0
» Autunno Pavese: tante novità
» 18^ edizione Salami d’Autore
» Sagra della cipolla bionda
» Sagra della ciliegia
» Pop al top - terza tappa
» Birre Vive Sotto la Torre
 
Pagina inziale » Tavola » Articolo n. 701 del 11 giugno 2000 (5277) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Grappa di Pinot nero dei vigneti della valle Versa
Grappa di Pinot nero dei vigneti della valle Versa

La Grapperia è stata costruita nel 1930, venticinque anni dopo la fondazione di La Versa, giusto di fronte alla cantina. E' uno dei pochissimi casi in Italia di coesistenza fra una distilleria e uno stabilimento vinicolo. Le vinacce sono di uve raccolte unicamente nei vigneti di proprietà; subito dopo la pigiatura, vengono stoccate in silos coperti e fermentano previa aggiunta di ceppi di lieviti esclusivi di La Versa. La distillazione avviene in alambicchi di rame discontinui, a bagnomaria con un lento processo che ne esalta al meglio i profumi varietali. L'alta qualità della materia prima e l'arte del mastro distillatore consentono di produrre grappe di gran pregio, ricche degli aromi dei vitigni d'origine e dei profumi della Valle Versa.

L'uva: Pinot Nero, capostipite della famiglia dei Pinot; da lui, per mutazione gemmaria cromatica, sono derivati il Pinot Bianco e il Pinot Grigio, e per incrocio col Guais, anche lo Chardonnay. Nato in Borgogna, è stato importato in Italia verso la metà dell'Ottocento; nel 1884 è stato censito per la prima volta in Oltrepo, che con 2300 ettari vitati è oggi al terzo posto nel mondo per la coltivazione di questo vitigno nobile, dopo la Champagne e la Borgogna. Dal Pinot Nero si ottengono eccellenti spumanti, e grandi vini rossi, oltre a piacevoli vini bianchi fermi e frizzanti.

Le vigne: vigneti di proprietà dei vignaioli La Versa, sulle colline della Valle Versa; le viti sono allevate a spalliera su un suolo di origine sedimentaria marina, caratterizzato dalla presenza di argille finissime.

La distillazione: in alambicco discontinuo a bagnomaria; grado alcolico di estrazione: 70 - 72% in volume.

L'affinamento: in acciaio inox.

La grappa: limpida e brillante, ha un profumo fragrante, con ricordi di ribes nero e di marasca; il sapore è morbido, franco ed armonico, con elegante fondo di frutti di bosco a lungo persistente. Alcol 42% in volume.

Il servizio: 8 - 10° C in bicchieri a calice.

La categoria: grappa bianca di monovitigno.

 
 Informazioni 
 

Fiorenzo Detti

Pavia, 11/06/2000 (701)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool