Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 25 aprile 2019 (403) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose
» La Brigata Ebraica in Italia e la Liberazione (1943-1945)
» Il mio nome è... Gioconda
» Nuove generazioni - I volti giovani dell'Italia multietnica
» Fabio Aguzzi. Il poeta della luce
» Pavia Jinan - Tale of two cities
» L'energia dei segni e dei sogni
» Disegnetti ∆
» La Cina di Zeng Yi. Immagini di un recente passato
» Il tempo di uno scatto.Visite illustri all'Università di Pavia
» Vivian Maier. Street photography.
» Mostra illustrazioni e fumetti di LUCIOP
» Voice of the voiceless Racconti forografici di Andy Rocchelli
» Diamo i numeri
» Raoul Iacometti. Alcuni di noi
» La Torre di Babele. Libri, dipinti, disegni
» P.A.T. – Pavia Art Talent
» Mater - Parole e immagini sulla maternità
» Mostra dei Plumcake
» Ci siamo! Sguardi sull'identità giovanile

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose
» La Brigata Ebraica in Italia e la Liberazione (1943-1945)
» Colloquio sull'Europa
» Severino Boezio: la filosofia tra religione e poesia
» IngannaMente...
» Scoprire il teatro: Carlos María Alsina a Pavia
» Next Vintage
» Conversazione Dannunziana
» Le carte di Eugenio Montale negli archivi italiani
» Mario Giordano presenta il libro "L'Italia non è più italiana"
» Il mio nome è... Gioconda
» Gandhi, oltre l’India. Valori gandhiani e integrazione sociale in Italia
» Giornalismo di moda: stereotipi, realtà e nuove frontiere
» Fabio Aguzzi. Il poeta della luce
» Incontro con Paolo Rumiz
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 7147 del 17 ottobre 2008 (2741) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Lo sguardo bambino
Particolare della locandina della mostra
Ad aprire la rassegna “Piccolo Grande Cinema. La festa di Arrivano i Film”, promossa dall’Assessorato ai Beni e alle Attività Culturali della Provincia di Pavia, sarà la mostra fotografica Lo sguardo bambino ideata dello stesso ente.
 
Attingendo, come sempre, dal – si direbbe inesauribile – Archivio fotografico della Biblioteca Cinema "Davide Turconi", sono stati realizzati 20 pannelli che raccolgono, come indica il sottotitolo, “Immagini di giovani interpreti del periodo classico della storia del cinema (1895-1965)”.
 
Quattro piccoli divi hanno un pannello ciascuno. Si tratta di: Freddy Bartholomew, che per la sua bellezza aristocratica viene scelto come protagonista di David Copperfield (1935), di Little Lord Fauntleroy (1936) e come figlio di Greta Garbo in Anna Karenina (1935); Jackie Cooper, il “cattivo ragazzo” nella serie Our Gang e in Simpatica canaglia (1934); Margaret O'Brien, che tra l'altro interpreta Beth nel film Piccole Donne (1949); e infine Shirley Temple, i “Riccioli d’oro” più famosi di tutti i tempi.
 
In due pannelli sono condensati gli scatti di altri quattro giovani grandi attori che hanno mosso da ragazzini i primi passi nel mondo del cinema e hanno poi continuato la carriera con grandi risultati interpretativi. Stiamo parlando di Judy Garland, Mickey Rooney, Elizabeth Taylor e Natalie Wood.
 
Alle “Stelline”, bambini che hanno attraversato come meteore il panorama cinematografico sia statunitense che europeo, sono dedicati altri otto pannelli, in cui le foto sono ordinate cronologicamente: anni ‘10-‘20; anni ‘30, anni ’40 (due pannelli), anni ‘50 (due pannelli) e anni ‘80.
 
Chiudono la mostra altri sei pannelli raggruppati per “tematica”. Marmocchi, con foto di neonati apparsi in famosi film; Monelli; che presenta scatti rubati su set che vanno da Zazie nel metrò a La guerra dei bottoni; Vita in famiglia, da La Signora Miniver a Tutti insieme appassionatamente; Tra i banchi, che ripropone scene di vita scolastica da Le campane di Santa Maria a Buongiorno, Miss Dove); Piccole vittime, da Paisà a Figli di Hiroshima a L'infanzia di Ivan.
 
Nell'ultimo pannello, Sguardi di bambino, giovani attori guardano, e ci guardano, si va da Il Golem del 1923 fino allo sguardo di Jean-Pierre Lèaud/Antoine Doinel ne I 400 colpi di François Truffaut, film che tra l'altro concluderà l'intera iniziativa domenica mattina al Cinema Politeama. Il film è indicato per ragazzi a partire dai 10 anni.
 
Nei giorni di apertura dell’esposizione sono state pensate  visiteanimate” per le scuole (su prenotazione) a cura di Francesco Mastrandrea, nel corso delle quali si ripercorreranno la vita e la carriera dei giovani protagonisti, verrà proposta la lettura di brani delle opere letterarie da cui sono stati tratti alcuni film famosi e saranno tenute piccole lezioni su come si recita davanti a una macchina da presa.
Giochi e “improvvisazioni” che prevedono il coinvolgimento diretto dei ragazzi faranno da corollario a questa iniziativa.
 
Ad accompagnare la mostra è stato, inoltre, prodotto un catalogo – una copia del quale verrà data in omaggio a tutti i visitatori – che contiene, oltre alle foto dei piccoli attori (diverse da quelle esposte in mostra), un saggio di Ugo Casiraghi e le mini biografie di tutti i bambini attori.
 
 Informazioni 
Dove: Sala delle colonne del palazzo della Provincia di Pavia, P.zza Italia, 5 - Pavia
Quando: dal 22 ottobre al 9 novembre 2008, dal lunedì al venerdì: 9.30-12.30 / 14.30-18.30; sabato e domenica: 10.00-12.30 / 14.30-18.30, ad esclusione dell’1 e 2 novembre, giorni in cui la mostra sarà chiusa.
Ingresso: libero
Per informazioni e prenotazioni:
Ufficio Attività Cinematografiche e Multimediali Settore Beni e Attività Culturali Provincia di Pavia - Tel. 0382/597425, e-mail: angela.gramegna@provincia.pv.it
 

Sara Pezzati

Pavia, 17/10/2008 (7147)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool