Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
sabato, 31 ottobre 2020 (220) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Il Mio Film. III edizione
» Il Carnevale degli Animali... al Museo!
» Carnevale al Museo della Storia
» Nel nome del Dio Web
» Incontro al Caffè Teatro
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» La Principessa Capriccio
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» Francesca Dego in concerto
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Gran Consiglio (Mussolini)
» Il Sentiero dei Piccoli - Open Day
» Christian Meyer Show
» La Storia organaria di Pavia

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 7220 del 10 novembre 2008 (2909) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Canzoni da battello - Cava Musica
Canzoni da battello - Cava Musica
Il concerto di Cava Manara, secondo appuntamento di “Viaggi Lombardia”,  che si svolgerà come tradizione presso il Teatro Sala Multimediale, sarà dedicato alle canzoni da battello e vedrà protagonista il quartetto costituito dalla soprano cubana Jetzabel Arias Fernandez, dal mandolinista isareliano Avi Avital, da Michele Pasotti al liuto, chitarra e tiorba e da Mauro Valli al violoncello.
 
Le “canzoni da battello” erano un genere vocale caratteristico del mondo popolare e galante del settecento veneziano, che ruotava attorno alla musica colta e ufficiale di Vivaldi e della scuola musicale dell'epoca.
 
Legata all'improvvisazione, al “battello” o alla “gondola”, alla teatralità, la canzone da battello possiede il germe dell'invenzione, la teatralità e la genialità teatro di Gozzi e Goldoni. Portata in strada o meglio sul canale essa sa essere satirica, affettuosa, poetica, amorosa, comunque e sempre vitale. Il dialetto veneziano, con tutta l'inventiva che gli è propria, completa il quadro e lo identifica con immagini sempre fresche, ricche di profondo amore, dipinge un mondo ideale estraneo ai fatti del mondo, così come lo è Venezia nella fantasia di tutti coloro che ne hanno scritto.
 

Yetzabel Arias Fernandez è nata a L'Avana, Cuba, dove inizia gli studi musicali. Si è diplomata in Direzione di Coro presso il Conservatorio Amadeo Roldan 1993 e nel 2000 consegue la Laurea in Canto presso la Università delle Arti della stessa città. In Italia ha frequentato il Laboratorio di musica italiana del XVII sec. diretto da Roberto Gini e Canto con Vincenzo Manno alla Civica Scuola di Musica di Milano. Ha collaborato con La Venexiana di Claudio Cavina, Cappella dei Turchini di Napoli diretta da Antonio Florio, Orchestra Rai di Torino diretta da Helmuth Rilling, Orchestra G.Verdi di Milano e I Solisti della Scala, Orchestra Milano Classica, Arion Ensemble, Orchestra Pomeriggi Musicali. È stata vincitrice in concorsi internazionli di canto barocco come il Concorso "Francesco Provenzale" (Napoli), Concorso Internazionale di Chimay (Belgio) e Concorso di Musica Sacra della Accademia Culturale Europea di Roma. Ha cantato in numerosi festival europei quali Lufthansa Festival a Londra, Printemps des Art di Nantes, Festival di Musica Barocca di Helsinki, Festival Nuits Musicales d'Uzes in Francia, Festival di Organo di Leon in Spagna, Festivals di Colonia, Weingarten e Regensburg in Germania, Povoa di Portogallo, Melk in Austria, Musica e Poesia a S.Maurizio di Milano, Piemonte in Musica, Settembre Musica di Firenze. Ha registrato per Tactus, Rai 3, Glossa e per la rivista The Classic Voice. Tra i prossimi impegni un programma di mottetti vivaldiani con La Risonanza diretta da Fabio Bonizzoni. 

 Avi Avital, nato in Israele nel 1978, si è diplomato al Conservatorio di Beer-Sheva e alla Jerusalem Music Academy. Ha vinto il Concorso internazionale "Giovani Talenti" (Casteggio, Italia), concorso Nazionale di Musica Contemporanea Israeliana Paul Ben-Haim nel 1999 (Israele), Concorso per solisti della Jerusalem Music Academy e Tzvi Rotenberg National Competition for Strings (Haifa, 2000). Collabora stabilmente con diverse orchestre, quali: The Israeli Philharmonic Orchestra, Orchestra Cantelli di Milano, Israeli Chamber Orchestra Tel Aviv, New Israeli Opera, Jerusalem Camerata, Symphonietta Beer Sheva, e la Chamber Orchestra of the Jerusalem Music Academy; è stato direttoda Mstislav Rostropovich, Andrew Lawrence-King, Philip Entremont, Oskar Gershonzon e Asher Fish. La sua intensa attività concertistica lo ha portato ad esibirsi in Israele, Lussemburgo, Lettonia, Italia, Svizzera, Germania e nelle Filippine. Ha inciso con il Kerman Mandolin Quartet (Israele), Ensamble "Dissonanzen" (Napoli), Kaprizma Ensemble (Israele), Orchestra Cantelli di Milano, e con il grande clarinetista Giora Feidman. Ha inoltre registrato per le radio "Radio RAI3" (Italia), "Kol HaMusica" (Israele) e WQXR di New-York. Ha tenuto Master Class e conferenze alla Schola Cantorum di musica antica a Basel, all'università delle Fillippine a Manila, al conservatorio Giuseppe Verdi di Milano, all'università di Torino, allo Stanford University, California e all'Accademia di Musica di Gerusalemme.

Michele Pasotti si è diplomato con il massimo dei voti in Liuto sotto la guida di Massimo Lonardi e si è specializzato con Hopkinson Smith, Paul O'Dette e Tiziano Bagnati. Ha collaborato con I Solisti della Scala, Orchestra Mozart, Orchestra del Teatro "Carlo Felice" di Genova, Orchestra del Teatro "La Fenice" di Venezia, Orchestra i Pomeriggi Musicali. È stato diretto da Claudio Abbado, Barthold Kujiken, Diego Fasolis, Monica Huggett, Andrea Molino, Carlo Boccadoro, Vanni Moretto, Yuval Ben-Ozer. È direttore e fondatore de "La fonte musica", ensemble specializzato nella musica tardo-medievale e fa stabilmente parte degli ensemble I Barocchisti, Il Canto di Orfeo, Arìon Consort, Accademia d'Arcadia, I Musici di Santa Pelagia, Ensemble San Felice, Arte Psalentes, Ensemble Triagonale, Cantica Symphonia, gruppi con i quali ha ottenuto i più importanti riconoscimenti della critica internazionale (Diapason d'or, Choc du Monde de la Musique, Editor's Choice di Gramophone). È stato ospite delle stagioni musicali del Teatro "Carlo Felice", Teatro "La Fenice", dell'Orchestra Mozart, della Radio Svizzera Italiana, Mito-Settembre Musica, Musica e poesia a San Maurizio, le Settimane Musicali di Stresa, l'Ente Filarmonico Italiano, l'Unione Musicale di Torino, Le Nuove Settimane di Musica Barocca di Brescia, Accademia Chigiana. Ha inciso per Chandos, Glossa, Tactus, Avie, Rai Radio 3, Rete 2 della RSI, La Bottega Discantica, Deutsche Grammophon.

Mauro Valli, diplomatosi con Giorgio Sassi al Conservatorio di Bologna, si è poi perfezionato con Amedeo Baldovino alla Scuola di Musica di Fiesole e con Claude Starck al Conservatorio di Zurigo. Dopo avere vinto alcuni concorsi (Vittorio Veneto, Torino, Milano) ha fatto parte dell'Orchestra del Teatro alla Scala, lasciandola poi per dedicarsi all'attività concertistica e all'insegnamento. Nell'orchestra scaligera ha suonato sotto la bacchetta di direttori leggendari quali Leonard Bernstein, Carlos Kleiber, George Pretre. Si dedica da oltre vent'anni alla musica barocca con strumenti originali, e al recupero di strumenti storici come il violoncello piccolo a cinque corde, l'arpeggione, il baryton. Collabora regolarmente con i Barocchisti della Radio Svizzera Italiana, e con Diego Fasolis con il quale ha in programma diverse incisioni in duo. È docente di Musica da Camera presso il Conservatorio di Bologna e tiene corsi di perfezionamento in violoncello barocco. Ha insegnato per oltre dieci anni al Conservatorio della Svizzera Italiana. Suona un Louis Guersan del 1738, utilizza inoltre un violoncello piccolo e una copia Montagnana dei liutai Lucia Valli e Matias Herrera.

 
 Informazioni 
Quando: sabato 15 novembre 2008, ore 21.15
Dove: Sala Teatro Multimediale, Cava Manara
Biglietto: poltrona numerata, euro 10,00
 
 
Pavia, 10/11/2008 (7220)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool