Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
sabato, 23 gennaio 2021 (348) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Due elefanti rossi in piazza...
» Porte Aperte
» Ad AstroSamantha la laurea honoris causa
» Mattoncinando in Cavallerizza
» Caravaggio
» Tutti in TV!
» 200 giorni nello spazio con la Cristoforetti
» Darwin Day: Evolution is Revolution
» Festival dei cori di Porana
» Vigevano Medieval Comics
» Mangialonga biologica
» SensAzioni di Appennino
» 4° Cicogna Days
» Trame di guerra Intorno al Giorno della Memoria
» Inaugurazione del 654° Anno Accademico
» Ludovico e Beatrice. Invito a Palazzo Ducale
» Dream - Festa di Ferragosto
» Convivium - Giromangiando nel borgo medioevale
» Merenda sul prato
» Lennon Memorial Concert

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Torna a Pavia il Mercatino del Ri-Uso
» Dame e Cavalieri di oggi e di ieri
» Visita gratuita ai luoghi di San Riccardo Pampuri
» Un sabato al Museo per la Storia dell'Università
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera - Sull'onda dello Ukiyo-e
» Natale in museo per bambini
» Leonardo e l'antico Ospedale San Matteo di Pavia
» Torre in Festa
» Museo per la Storia - apertura sabato
» Mortara e Primo Levi
» Pavia in posa, da Hayez a Chiolini
» Al Passo con il Naviglio Pavese
» A tu per tu con l'opera: Pietro Michis
» Lo sguardo di Maria
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera kids
 
Pagina inziale » Turismo » Articolo n. 7345 del 16 dicembre 2008 (4401) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Il presepe di Torrazza Coste
Il presepe di Torrazza Coste
Viaggi e sopralluoghi in Terrasanta e anni di studio e documentazione, non solo su testi sacri, ma anche storici, sono solo una parte del lungo lavoro che Angelo Marini affronta ogni anno per allestire il presepe policromo di Torrazza Coste.
 
Allestito nella locale chiesa parrocchiale, questo straordinario presepe viene aperto al pubblico in occasione della Santa Messa della Vigilia di Natale, quando, a mezzanotte in punto, i
30 metri di galleria vengono aperti a fedeli, appassionati e semplici curiosi, inaugurando così un evento tradizionale, ma al contempo sempre nuovo, che per oltre un mese attirerà nel centro oltrepadano qualche migliaio di visitatori.
 
Quella del 2008 sarà la 41^ edizione, eppure non mancheranno le novità…
 
Penso sia un presepe unico in Italia, non perché sia il più bello – commenta con modestia l’autore – ma perché ad ogni edizione rinnovo tutti i diorami e presento nuove scene del Vangelo. Va detto poi che il tutto è ambientato in Palestina: non è un presepe che riproduce scorci del paese in cui viene realizzato, bensì è una ricostruzione storica del primo Natale… in pratica qui si fa catechesi”.
 
Marini racconta che si reca spesso in Terrasanta per “portar via paesaggi” da riprodurre nei suoi diorami: angoli diversi ogni anno, a ricreare 15 fedeli scenografie per altrettante rappresentazioni. “In questa edizione ci sarà un vicolo da cui si intravede la vecchia Betlemme e nella pianura di Esdrelon si potranno riconoscere ad esempio le città di Cana e Nazareth (la Nazareth di un migliaio di abitanti, non l’odierna città abitata da 60mila persone).
 
Di rientro da Barcellona, dove ha appena ritirato le statuine costruite – solo su ordinazione da presepisti di scuola catalana – per il maestoso presepio, il suo creatore ci racconta che già da febbraio riprenderà il lavoro per il prossimo allestimento. Dovrà pensare a quali altri passi delle Sacre Scritture presentare, ordinare le nuove statuine dettandone le specifiche affinché siano rispondenti ai personaggi scelti, documentarsi sulla vita quotidiana di 2000 anni fa nei rispettivi luoghi e preparare le corrispondenti “quinte”…
 
Le statuette impiegate non si contano – conclude Angelo Marini –, uno dei diorami di quest’anno, l’Annunciazione, ne vede utilizzate solo due, l’Arcangelo e la Madonna, ma altri ne contengono più di dieci, tutte di 11 centimetri; mentre quelle del presepe sono alte una ventina di centimetri… Insomma è un allestimento che val la pena venire a visitare”.
 
 Informazioni 
Dove: Chiesa di S. Carlo Borromeo – Torrazza Coste
Quando: dal 25 dicembre 2008 al 1° febbraio 2009; feriali: 16.00-18.00, festivi: 15.00-19.00
Ingresso: libero
 

Sara Pezzati

Pavia, 16/12/2008 (7345)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2021 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool