Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 19 agosto 2019 (473) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Lucio Dalla - Caro Amico Ti Scrivo…
» "Buccy"
» Ciao Franco!
» Addio Giorgio
» Concerto per ricordare
» Addio a Claudio... con lo spettacolo nel cuore
» Fiocchi d'Oliva in musica
» Addio Johnny Sax
» In ricordo di Augusto Daolio
» Beatles 40 anni di Love Me Do

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
» Festival di Gypsy
» Up-to-Penice
» Swing and Jazz
» Note d'acqua
» River Love Festival
» XXVI edizione del Festival Borghi&Valli
» Concerto di pianoforte
» Patti Smith a Pavia
» Estate in musica al Castello
» Sacher Quartet, In viaggio con i Cetra
» Un capolavoro ritrovato
» Sentieri selvaggi, musica d'oggi al Borromeo
» Open Day al Vittadini
» Festival di Musica Sacra
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 7404 del 19 gennaio 2009 (3409) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Concerto del trio FolKlezmer
Concerto del trio FolKlezmer
Il “Giorno della Memoria”: per non dimenticare la Shoah e le sue vittime, per non dimenticare le leggi razziali e la persecuzione degli ebrei. La musica, in questa occasione, può e deve essere testimonianza.
 
Il Trio FolKlezmer - Alberto Greguoldo - Sax, Antonio Bertoni - Contrabbasso, Carlo Garofalo - Batteria e percussioni -, diretto da Alberto Greguoldo, propone attraverso un concerto, un percorso musicale caratterizzato dai diversi elementi e stili musicali appresi dalle varie culture di alcuni compositori ebrei e attraverso la reinterpretazione di grandi opere musicali che hanno come filo conduttore la persecuzione ebraica nell’arco di tutta la storia.
 
Il repertorio, infatti, prevede alcune parti della famosa opera Nabucco di Verdi come il Va pensiero sull’ali dorate, canto intonato dal popolo ebreo, sconfitto e prigioniero, che ricorda con nostalgia e dolore la cara patria perduta.
Alcuni brani tradizionali klezmer e yiddish, resi celebri anche dall’orchestra di Moni Ovadia, brani di musicisti jazz di origine ebraica come la Rapsodia in Blue di George Gershwin (il famoso glissando di clarinetto è un elemento tipico del linguaggio klezmer).
Fino ad arrivare alla musica di compositori moderni come John Zorn che ha rievocato più volte la cultura ebraica al fianco di Morricone o di artisti rock come Lou Reed.
Il tutto con una chiave di lettura moderna che abbraccia diversi generi musicali, dal jazz, alla classica, al folk tradizionale.
 
L’evento, in programma per domenica sera, fa parte del 9° Festival Internazionale Lirico Sinfonico Città di Voghera.
 
 Informazioni 
Dove: Chiesa del Carmine di via Mazzini, 5 - Voghera
Quando: domenica 25 gennaio 2009, ore 21.15
 

Comunicato Stampa

Pavia, 19/01/2009 (7404)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool