Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 26 novembre 2020 (355) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Rimedi verdi per il raffreddore
» Il taràssaco
» Il basilico
» Il papavero
» La camomilla
» La primula
» Il Melograno
» La malva
» L'ortica
» Le castagne
» Le more
» La menta
» La lavanda
» La salvia

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Carnevale degli Animali... al Museo!
» Il Sentiero dei Piccoli - Open Day
» Biodiversità degli animali
» Riabitare l'Italia & Appennino atto d'amore
» Festa dell'Albero 2019
» Lotte biologica, l'importanza dell'impollinazione da parte delle api
» Come moltiplicare le piante in casa: tecniche e consigli
» Corso sulla biodiversità urbana
» Passeggiata naturalistica
» Corso base di acquarello naturalistico
» La Margherita di Adele
» Pavia per gli animali
» Mostra mercato “Antiche varietà agricole locali e piante spontanee mangerecce”
» BiodiverCittà - passeggiata al Parco della Sora
» Biodivercittà - passeggiata al Parco della Vernavola
 
Pagina inziale » Ambiente » Articolo n. 742 del 25 gennaio 2002 (3401) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
L'edera
L'edera

Per la sua caratteristica di attaccarsi saldamente ai punti di appoggio, l'edera è il simbolo della fedeltà e dell'amore eterno. Tanti sono i poteri "magici" attribuiti all'edera: secondo un'usanza nordica, per esempio, appendere rametti di edera e di agrifoglio alla porta di casa durante il periodo natalizio, teneva lontano i folletti birichini amanti degli scherzi.
Per gli scozzesi, invece, proteggeva le mucche ed il loro latte dal "malocchio", gli antichi, infine, attribuivano alla freschezza dell'edera il potere di annullare l'odore del vino...ecco perché era uso comune appendere alle porte delle osterie rami d'edera!

L'edera ha anche virtù terapeutiche, soprattutto per applicazioni esterne, visto che le bacche nere sono estremamente velenose.
Ottima base per pomate, cataplasmi, estratti ha un effetto analgesico sui dolori reumatici, favorisce la cicatrizzazione di ferite e possiede proprietà anti-cellulite.

Contro le smagliature.
Procuratevi un pugno di galbule e rametti di cipresso, uno di bacche di mirto e uno di edera, 3 foglie di lattuga, acqua di rose.
Bollite per un paio di minuti in un litro d'acqua tutte queste erbe e lasciate in infusione per quindici minuti. Filtrate e aggiungete un pari peso di acqua di rose.
Massaggiate a lungo le parti con le smagiature.

Contro la cellulite.
Fate degli impacchi caldi sulle zone colpite dalla cellulite facendo bollire per un quarto d'ora 100 g. di foglie fresche di edera in un litro di acqua fredda, filtrate e applicate.

Contro le rughe.
Preparate un olio con: 10 g. di foglie di castagno; 10 g. di edera e 10 g. di cipresso.
Chiudete ermeticamete in un vasetto colmo di olio di oliva per un paio d'ore.

 
 Informazioni 
 

Paola Hotellier

Pavia, 25/01/2002 (742)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool