Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 29 ottobre 2020 (154) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Il Mio Film. III edizione
» Il Carnevale degli Animali... al Museo!
» Nel nome del Dio Web
» Incontro al Caffè Teatro
» Carnevale al Museo della Storia
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» La Principessa Capriccio
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» Francesca Dego in concerto
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Il Sentiero dei Piccoli - Open Day
» Gran Consiglio (Mussolini)
» Christian Meyer Show
» Corpi in gioco

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 7510 del 26 febbraio 2009 (1932) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
“Dialoghi” con Amiri Baraka e Rob Brown
“Dialoghi” con Amiri Baraka e Rob Brown
Inizia lunedì l’XI edizione di “Dialoghi: jazz per due”: i quattro appuntamenti della rassegna seguono quest’anno un filo conduttore che si sviluppa attorno alle relazioni fra musica, poesia, danza, teatro, e arti visive.
Protagonisti del primo appuntamento saranno il poeta Amiri Baraka, uno dei massimi esponenti della cultura afro-americana, e il sassofonista Rob Brown, musicista tra i più noti dell’attuale scena newyorkese. Nel corso della serata Amiri Baraka reciterà alcune sue poesie sulle note di celebri composizioni di John Coltrane, Dizzy Gillespie, Thelonious Monk e di altre grandi firme della musica nera.
 
Nato a Newark (New Jersey) nel ‘34, Amiri Baraka (conosciuto inizialmente col nome di Leroy Jones) studia chimica prima di orientarsi verso la letteratura e la filosofia; fra le letture formative ci sono Ezra Pound e James Joyce. Arruolatosi nell’esercito e poi espulso per possesso di riviste letterarie di presunto stampo comunista, Amiri Baraka si stabilisce nel Greenwich Village, dove instaura rapporti con la Beat Generation e altre correnti artistiche. A questo periodo, primi anni Sessanta, risale la sua prima raccolta di poesie, Preface To A Twenty Volume Suicide Note.
In seguito, dopo un viaggio a Cuba, prende le distanze dal mondo della bohème letteraria e aderisce alle frange più radicali del movimento per i diritti civili dei nero-americani, abbracciando la causa del nazionalismo nero. In parallelo cresce il suo interesse per la musica, specialmente per quella di Ornette Coleman, John Coltrane, Cecil Taylor, Sun Ra. Interesse che nel 1963 si riverserà in Blues People (in italiano Il popolo del blues), fondamentale analisi sociologica del jazz e del suo mondo, A Black Mass, vivida testimonianza della collaborazione con Sun Ra, e New Music – New Poetry, con David Murray e Steve McCall.
Negli ultimi anni Amiri Baraka è stato coinvolto dal contrabbassista William Parker nel progetto The Inside Songs of Curtis Mayfield, pubblicato su CD da Rai Trade nella collana Tracce. La stessa etichetta ha da poco dato alle stampe Akendengue Suite, nel quale Amiri Baraka è affiancato dal gruppo italiano Dinamitri Jazz Folklore.
E proprio all’Italia si deve un recente, importante contributo all’analisi e alla conoscenza della sua opera, grazie al volume Amiri Baraka: ritratto dell’artista in nero, a cura di Franco Minganti e Giorgio Rimondi.
 
Originario di Hampton (Virginia), Rob Brown si è trasferito a New York nella metà degli anni Ottanta. Da allora ha suonato con Cecil Taylor, Anthony Braxton, Bill Dixon, Butch Morris, Dennis Charles, Matthew Shipp, William Parker, Henry Grimes e molti altri.
 
Curiosa e inusitata quindi la coppia che “dialoga”, ma anche curiosa la sede che ospiterà la rassegna quest’anno: il teatro Volta (un tempo conosciuto come “il cubo verde”) completamente rinnovato e ampliato con spazi comuni e arioso ingresso.
 
 Informazioni 
Quando: lunedì 2 marzo, ore 21.00
Dove: Teatro Cesare Volta (zona Mirabello-Scala), Pavia
 

Furio Sollazzi

Pavia, 26/02/2009 (7510)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool