Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 26 novembre 2020 (362) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Rimedi verdi per il raffreddore
» Il taràssaco
» Il basilico
» Il papavero
» La camomilla
» La primula
» L'edera
» Il Melograno
» La malva
» L'ortica
» Le castagne
» Le more
» La menta
» La lavanda

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Carnevale degli Animali... al Museo!
» Il Sentiero dei Piccoli - Open Day
» Biodiversità degli animali
» Riabitare l'Italia & Appennino atto d'amore
» Festa dell'Albero 2019
» Lotte biologica, l'importanza dell'impollinazione da parte delle api
» Come moltiplicare le piante in casa: tecniche e consigli
» Corso sulla biodiversità urbana
» Passeggiata naturalistica
» Corso base di acquarello naturalistico
» La Margherita di Adele
» Pavia per gli animali
» Mostra mercato “Antiche varietà agricole locali e piante spontanee mangerecce”
» BiodiverCittà - passeggiata al Parco della Sora
» Biodivercittà - passeggiata al Parco della Vernavola
 
Pagina inziale » Ambiente » Articolo n. 753 del 2 giugno 2001 (2139) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
La salvia
La salvia

Lo so,l'avevo promesso e voi non vedavate l'ora di conoscere "vizi e virtù" della Salvia...

Infusi, decotti, tisane a base di Salvia sono ottimi alleati per curare i disturbi più diversi: sudorazione eccessiva, nervosismo, affezioni dell'apparato respiratorio, infiammazioni della pelle, della gola, della bocca, digestione difficile, ed in molti casi la salvia risulta efficace anche nella cura dei disturbi epatici e delle forme infiammatorie della vescica.

Dalla salvia è possibile trarre anche un olio essenziale - contenente i principi attivi della pianta in alta concentrazione - che, se utilizzato in dosi eccessive, può risultare molto tossico ed abortivo, per questo motivo deve essere utilizzato solo per uso esterno.

Digestione difficile?

Mettete 4 grammi di pianta in 300 ml di acqua bollente per circa 10 minuti. Bere una tazza ben calda dell'infuso dopo i pasti principali.

Infiammazioni varie, gengiviti o stomatiti?

Mettete 2 cucchiaini di erba in 250 ml di acqua fredda e portare ad ebollizione. Lasciare raffreddare ed effettuare diversi sciacqui, gargarismi e lavaggi.

Mestruazioni irregolari?

Mettere 8 grammi di foglie in 500 ml di acqua bollente per 10 minuti. Berne 2 tazze al giorno durante la settimana precedente le mestruazioni.

Sudorazione eccessiva?

Mettete 80 grammi di foglie in un litro di vino bianco a macerare per una settimana (7 giorni). Prenderne un cucchiaio dopo ogni pasto.

Tosse, asma, laringite, tonsillite, raucedine?

Macerare per una settimana 40 grammi di foglie in un litro di vino bianco. All'occorrenza berne un bicchierino.

 
 Informazioni 
 

Delia Giribaldi

Pavia, 02/06/2001 (753)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool