Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 23 settembre 2020 (905) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Squali, predatori perfetti"
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» Lady Be Mosaici Contemporanei
» Oltre lo sguardo
» Looking for Monna Lisa
» Attraverso i nostri occhi
» Un patrimonio ritrovato
» Spazio sospeso
» Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Capolavori dell'arte giapponese
» EXIT hotel fantasma in provincia di Pavia
» Colore e tempo
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» "I colori della speranza"
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Prima che le foglie cadano
» La bellezza della scienza
» Mostra "Natura ed artificio in biblioteca"
» Schiavocampo - Soddu
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Carnevale al Museo della Storia
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» Squali, predatori perfetti"
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» La Storia organaria di Pavia
» Postazione 23
» Il "Duchetto" di Pavia
» Libri al Fraccaro
» La cospirazione dei tarli
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 7530 del 4 marzo 2009 (2871) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Eva per sempre?
Un'opera della pittrice Maria Grazia Simonetta
Dopo la positiva esperienza del 2008, l’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Vigevano torna a promuovere la riflessione e l’incontro tra i saperi femminili, scegliendo un interessante percorso artistico, alternativo e multidisciplinare.
 
Dall’8 marzo, nella suggestiva cornice della Strada Sotterranea del Castello di Vigevano, prenderà il via la 2^ edizione della rassegna “Chi dice Donna…”, di cui la mostra “Eva per sempre..?”, dedicata alle opere della pittrice vigevanese Maria Grazia Simonetta, sarà l’evento centrale di quest’anno.
 
Un viaggio emozionante attraverso caleidoscopiche e visionarie immagini di draghi, allegorie dei vizi edei peccati capitali, che ben rappresentano il rapporto ancestrale eppure così attuale tra Adamo ed Eva: sempre in bilico tra bene e male, tra opportunità e perdizione, tra speranza e disperazione, tra nascita e morte.
Una collezione di quadri dove, accanto ad una sapiente tecnica di rappresentazione del vero, si possono apprezzare messaggi metaforici e teologici.
 
Maria Grazia Simonetta - Nata a Vigevano (PV) il 10 ottobre 1955, apprende giovanissima, appena tredicenne, le antiche tecniche di preparazione e uso dei colori e dei toni nello studio di Anna e Carlo Bocca e in quello di Ermenegildo Bacchella; successivamente approfondisce le sue abilità nello studio del restauratore Fabrizio Frattina.
Laureatasi in giurisprudenza presso l’Università di Pavia, abbandona pressoché subito la carriera forense per dedicarsi alla pittura, esponendo in città e gallerie di sempre maggior rilievo: da Genova a Torino, da Bologna a Marbella (Spagna) ed altre. Dopo un periodo di assenza dagli ambienti artistici dovuta alla nascita dei suoi tre figli, Simonetta torna nel 1995 alla carriera pittorica: la sua città le dedica nel ‘98 e 2000 una “mostra antologica” ed una “personale” nel famoso Castello Sforzesco. A sancirne l’internazionalità artistica sarà la personale allestita nel 2001 a Monte Carlo (Principato di Monaco).
Famosa per i suoi ritratti di importanti personaggi della Chiesa, della nobiltà e della cultura in Italia e all’estero, è stata nominata ritrattista Ufficiale della Real Casa di Borbone delle Due Sicilie; è nota anche come continuatrice originale dell’antica scuola pittorica vigevanese e lombarda.
 
Alla mostra si affiancheranno tre incontri domenicali con noti personaggi, che porteranno le loro differenti visioni ed esperienze, sia laiche che religiose, sulle tematiche proposte.
Il 15 marzo (ore 17.00), Massimo Diana, filosofo e segretario della Società Italiana di Psicologia della Religione presso l’Università Cattolica di Milano, Francesca Rigotti, filosofa, scrittrice e conferenziera, e don Luca Pedroli, teologo e biblista, rettore del Seminario di Vigevano, si confronteranno nel dibattito “Che diavolo di donne!!”, osservando la donna in un’ottica a tre dimensioni: quella psicanalitico/religiosa, quella filosofica e quella biblica.
Il 22 marzo durante l’incontro “Donne in frac” si analizzerà l’intervento e la presenza del femminile nel sociale, insieme a Ritanna Armeni, giornalista, opinionista del quotidiano Liberazione e conduttrice di Otto e mezzo, Antonella Mairate, assessore alle Politiche Educative e Pari Opportunità del Comune di Vigevano, e Beatrice Campodonico, maestra compositrice di musica solistica e da camera, direttrice di coro e docente presso il Conservatorio “G. Cantelli” di Novara.
Infine la donna nel suo ruolo di madre e testimone di speranza sarà la protagonista di “Ma-donna… che donne!!”, in programma per il 29 marzo, con la partecipazione di Enza Rando, membro dell’associazione Libera a fianco delle donne contro l’illegalità, Daniela Panero, pedagogista ed educatrice del Gruppo Abele di Torino, e Lidia Maggi, pastora della Chiesa Evangelica Battista di Lodi e Milano, impegnata nel dialogo ecumenico e interreligioso in ambito anche internazionale.
Ad ogni incontro lo scrittore e poeta vigevanese Armando Garbarini presenta “I Pensieri poetici”; coordinano il percorso Patrizia Cottino e Nicla Spezzati, Presidente e Vice Presidente della Consulta Femminile cittadina.
 
Sono inoltre previsti,alcuni “appuntamenti in mostra” a cura di Dedalo, società di promozione culturale.
Domenica 15, 22, 29 marzo (dalle 15.00 alle 17.00) si susseguiranno “Storie fantastiche di draghi e di bambini”, ovvero immagini e brevi letture interpretative, nonché la realizzazione di una “spaventosa” maschera da drago, e il laboratorio didattico “Sulle ali della fantasia”, che prevede la breve narrazione delle vicende storiche del castello, con proiezione video e lettura interpretativa, seguita dalla realizzazione di un “orribile” drago.
 
Partner dell’iniziativa, patrocinata dalla Regione Lombardia e dalla Provincia di Pavia, sono la Consulta Femminile della Città di Vigevano, la libreria vigevanese Il Convivio e Dedalo promozione culturale.
 
 Informazioni 
Dove: Strada Sotterranea del Castello di Vigevano
Quando: dall’8 (inaugurazione ore 17.00) al 29 marzo 2009, mar.-ven.: ore 15.00-18.00; sab.e dom.: ore 10.00- 13.00 / 14.30-19.00
Partecipazione: ingresso libero alla mostra; gratuita e senza prenotazione per Storie fantastiche di draghi e di bambini; su prenotazione il laboratorio didattico (tel. 340/2703793)
 
 
Pavia, 04/03/2009 (7530)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool